Coinquilini di pensieri cercansi. Come nasce un viaggio letterario da divano? Prendi un locale un locale alla moda nell’hinterland di Milanese. Fatto? Aggiungici dei titolari sempre pronti a mettersi in gioco e una donna geniale. Invita un gruppo di persone disponibili all’ascolto e al confronto. Proponi delle tematiche tratte da letture legate alla quotidianità contemporanea, il tutto accompagnato da ottimi cocktail e prelibatezze gastronomiche da gustare nel mentre… fatto?
Il risulta è questo: da Matilda, a Nova Milanese, un locale unico nel suo genere, concentrato di energia e pura vida, nasce: A. A. A. Coinquilini di pensieri cercansi, viaggio letterario da divano.
Un ciclo di cinque incontri rivolto a tutti coloro che credono nel valore dell’interscambio culturale e di esperienze.
A Manuela Gambazza, amica di vecchia data, ideatrice e organizzatrice, abbiamo chiesto di presentarci questo momento di intrattenimento formativo.

Ciao Manuela, ben ritrovata. Dopo diversi anni di silenzio, ricevere il tuo personale invito per prendere parte al viaggio letterario da divano, ci ha positivamente sorpresi. Ci racconti e ci spieghi come nasce il desiderio di organizzare questo progetto?
Ciao Marco. Quante volte ci si trova intorno a un tavolo con amici di vecchia data a parlare di tutto? e quante ore a confrontarsi sugli argomenti più disparati? Perché non farlo allora con amici nuovi, che hanno. nuovi punti di vista? e affrontare nuove esperienze con gli occhi degli altri?

Incontri a tema e associazioni di idee. La formula della serata è incentrata sul coinvolgimento emotivo e l’empatia di gruppo volta a sviluppare e accrescere lo scambio di concetti e il dibattito, il tutto moderato da una persona di riferimento. E’ così?
Partendo da un testo, dalla voglia di condivisione e curiosità, ci metteremo in ascolto di noi stessi e degli altri. E di quello che il testo dirà ad ognuno di noi, in questo particolare momento della nostra vita. Perché mille sono le interpretazioni e mille le possibilità di guardare e ascoltare. E alla fine si trovano nuovi significati e ci si  incuriosisce. E dalla curiosità nasce tutto. L’anima viene messa in moto e diventa affamata. Un’anima affamata porta a una vita piena. Questo dunque sarà il nostro viaggio letterari, rigorosamente con bagaglio a mano, per partire leggeri e tornare pieni di nuovi spunti.

“La condizione essenziale del dialogo è la capacità di porsi dal punto di vista dell’altro.”
Sulla base di quali esperienze e premesse hai messo in cantiere questo viaggio letterario da divano?
Questi progetti sono già stati sperimentati svariate volte e ho visto nascere nuove idee, nuova vitalità, nuovi significati, che hanno permesso a persone di trovare spunti inaspettati.

Attesi numerosi ospiti a sorpresa. Quale sarà il programma e i temi che faranno da spunto? Puoi darci un’anticipazione?
Eh no, non svelerò molto. Dico solo che partiremo da una poesia che dara’ vita a innumerevoli spunti di discussione. Da li inizierà il nostro viaggio, dalla letteratura all’arte, dalla filmografia alla musica e alla vita. Perché la vita non e’ forse una forma d’arte?
I gusti del gruppo faranno da mappa in itinere.

Un invito rivolto a tutti. Siamo convinti del successo di questo bel progetto, ma come è possibile partecipare e prenotarsi a questi viaggi letterari?
Prenotarsi o avere informazioni e’ facilissimo: basta scrivere a letteraturadadivano@gmail.com

Partecipa all’evento del 23 aprile.  QUI

Official tag: #viaggioletterariodadivano
Foto credit: Matilda

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Carrello
Torna in alto