Project Venti la sfida. Venti giorni, venti regioni, venti maratone.
Alessandro Portante D’Alessandro è un appassionato filmmaker romano, attualmente impegnato nel conseguire una laurea magistrale in documentari sulla fauna selvatica a Manchester. Originario di Roma, da anni viaggia intorno al mondo per acquisire esperienze e competenze nel proprio lavoro. Tuttavia il richiamo e la voglia di tornare in patria è sempre molto forte. Alessandro è un runner, agguerrito e deciso.
Come tutti i runners, dopo tanti chilometri percorsi in solitudine, ha riscoperto e sperimentato il carattere terapeutico della corsa. Da qui il desiderio di rimettersi sempre in gioco e di accettare la sfida con sé stesso con un nuovo progetto e una nuova avventura.

Alessandro, runner e triatleta indomito.
Ciao Alessandro, crediamo molto nel destino e che le cose non avvengano mai per caso.  Siamo sorpresi dal tuo bel progetto, ma soprattutto  dalla strana ragione, che ci ha messo in contatto. Abbiamo deciso di affiancarti e sostenerti senza remore e partiamo da questa intervista.
Ci racconti come e quando è nata l’esigenza di mettersi alla prova con Project Venti?
Nel 2021 avevo appena finito il mio primo IRONMAN 70.3. Poco prima avevo sentito la storia di James Lawrence che ha completato 50 Ironman in 50 Stati d’America in 50 giorni. Per chi non fosse avvezzo di triathlon, un Ironman sono 3,9km di nuoto, 180km di bici e una maratona. Ho pensato: “Lo devo fare in Italia!”. 20 Ironman in 20 giorni in 20 regioni. Stavo pianificando il tutto che sarebbe cominciato il 1° aprile 2030 e terminato il 20 aprile 2030, giorno in cui avrei compiuto 30 anni! (un’idea che non ho accantonato…)
Avevo però bisogno di una sfida più palpabile. Per questo ho pensato a Project Venti: 20 maratone in 20 giorni in 20 regioni. Perciò, dopo una pausa di 2 anni dal mondo dell’endurance in cui ho scoperto una nuova passione, il powerlifting, mi sono dato questa sfida di preparami in 8 mesi.
Il periodo coincide anche con un momento della mia vita in cui mi sentivo perso e avevo bisogno di trovare uno scopo e soprattutto riconnettermi con l’Italia con la quale ho perso il contatto viaggiando, lavorando e studiando all’estero.

Tre volte venti.
Puoi spiegarci le dinamiche del progetto e come si svilupperà?
Da dove partirai e quale è il programma che prevedi di seguire?
Partiremo il 12 maggio 2024 dalla Campania e finiremo il 31 maggio 2024 nel Lazio, a Roma la mia città natale. Percorreremo il sud Italia per primo per poi salire dalla costa adriatica. Attraverseremo l’Italia per poi scendere verso la Sardegna e infine il Lazio. Ogni giorno correrò la mattina e ci sposteremo nella regione successiva per il pernotto.
Per gran parte saremo ospiti di amici che hanno voluto supportare questo progetto. Per un terzo delle tappe dormiremo in tenda in campeggio. Visitando www.projectventi.it troverete tutti i percorsi delle regioni.  

Alessandro e la sua squadra di lavoro.
Alla base dei Project Venti c’è anche un lavoro intenso e strutturato di tutto un team. Ci presenti i tuoi compagni di viaggio?
Dietro ogni grande impresa c’è una squadra eccezionale. A seguirmi durante i 20 giorni in giro per l’Italia ci saranno 5 persone. Mi sono circondato da persone che conosco, affidabili e soprattutto con cui ci si intesa.

  • Alyssa – Il mio braccio destro e compagno di avventura. Alyssa è il coordinatore logistico del team, garantendo che ogni dettaglio del viaggio sia perfettamente pianificato e eseguito. Seguirà da vicino anche il mio stato fisico, fornendo assistenza medica se necessaria.
  • Joris e Lorenzo – inseparabili amici e miei ex-colleghi di lavoro, documenteranno tutto con foto e video che saranno inseriti all’interno del documentario che realizzeremo e pubblicheremo a dicembre 2024.
  • Antonia – la mia ragazza che dal Regno Unito guiderà fino all’Italia per supportarmi. Lei curerà la nutrizione per me e per tutto il team. Inoltre, sarà a supporto morale nei momenti più difficili.
  • Marc – amico di università, persona squisita e molto divertente. Lui seguirà la logistica e farà da collante nel team, riempiendo eventuali buchi e assicurandosi che le esigenze di tutti siano soddisfatte.

Infine, con noi ci sarà anche un piccolo amico a quattro zampe, un bassotto: Sherlock.

Oltre a queste 5 persone, dietro le quinte abbiamo Alex che si occuperà delle musiche e del sound design del documentario, Oscar che insieme a me sta scrivendo il documentario e Freddie che mi ha aiutato a portare avanti il progetto sin dall’inizio. 

Correre è bello, ma in compagnia lo è ancora di più.
Se qualcuno volesse affiancarti e correre con te, come può mettersi in contatto per farlo?
Tramite il sito www.projectventi.it, attraverso i nostri social @project_venti oppure cliccando qui si potrà compilare un modulo per partecipare. Non bisogna essere corridori esperti, potrete correre parte del percorso, tutto quanto o più di uno! Vi manderemo maggiori informazioni riguardo percorsi, orari e logistica.
Qui potrete anche lasciare un commento se avete dei suggerimenti. Per tutti i partecipanti abbiamo una piccola sorpresa.

In presenza e da remoto accanto ad Alessandro.
Come sarà possibile seguire e sostenere il tuo progetto e la tua avventura?
Stiamo sostenendo una causa a me cara grazie alla Onlus Sport Senza Frontiere. Cliccando qui potrete donare anche voi.
Tutto il ricavato andrà a sostenere la mission di garantire il diritto allo sport, renderlo accessibile a chi più ne ha bisogno, portarlo lì dove non c’è e diffonderne principi e valori.
Tramite il sito www.projectventi.it potrete seguire la nostra posizione in tempo reale. Inoltre, quotidianamente aggiorneremo le nostre piattaforme con live stream e post, tenendovi aggiornati su tutto.
Qualora foste interessati anche solo a salutarci scriveteci!

Corri assieme con Project Venti QUI

Official tag: #projectventi
Foto credit: ProjectVenti

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Carrello
Torna in alto