Questo sito utilizza i cookie per fornire i suoi servizi. Proseguendo nella navigazione, accetti il loro utilizzo

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/iovedodi/public_html/components/com_k2/models/item.php on line 763
Stampa questa pagina
Mercoledì, 25 Luglio 2018 00:58

Quando i nodi vengono al pettine sulla testa di noi glabri.

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Tutti i nodi vengono al pettine. Anche sulla testa di chi i capelli non li ha più da tempo.
33 km in una volta posson bastare. Ripetersi a nemmeno 24h dalla prima performance era, più che altro, l'ultimo tentativo estremo di credere nelle favole. Meglio così, torno coi piedi per terra, colmi di bolle, di vesciche e ammetto il mio limite umano, di cui tra l'altro ne sono pienamente consapevole.
Modifichiamo programmi e tabelle d'allenamento dandogli una parvenza più genuina e concreta. Oggi doveva essere la volta per effettuare una corsa distensiva da Abbadia Lariana a Colico. I piani sono saltati subito. Stamattina ho dimenticato a casa il Gps. Se non altro utile per rivedere l'istantanea "Relive" del percorso.
Partito da Abbadia, il poblema primo, che mi ha accompagnato per tutto il tragitto, è stato quello di dover correre sulla provinciale a ciglio strada. Non è né un'idea intelligente né distensiva. Purtroppo era l'unica. Non solo il traffico automobiistico mette in soggezione, ma la presenza di buche nascoste che inglobano e rovesciano il piede, aggiungono ulteriore suspance a questo viaggio più simile a un film horror che a una passeggiata fuori porta. Comunque il lago è sempre il lago. Esattamente come il treno è sempre il treno: bello e spettacolare. Passare in auto da questi luoghi e osservarli lentamente a piedi sono cose assolutamente diverse tra loro. La buona sorte ha voluto che decidessi di porre il mio limite quotidiano a Varenna. Ho avuto modo di fare qualche fotografia, ma la situazione, specie ora in estate, è quella delle più classiche atmosfere dei film di Richard Curtis. Insomma, l'ego podistico va a farsi benedire e gia si sognano we con la mia dolce metà a gustarsi una piacevole colazione in piazzetta. Domani rimetterò i panni da podista disperato. Riprendo in mano le mie ambizioni e correrò i 20 km che separano Varenna da Colico che ho lasciato oggi per strada.

 


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/iovedodi/public_html/components/com_k2/templates/default/item.php on line 248
Letto 775 volte Ultima modifica il Giovedì, 26 Luglio 2018 07:22

Articoli correlati (da tag)