Giacca running e trail: correre al top

Giacca running e trail: correre al top.
Controcorrente è la giacca studiata per il running e il trail del brand iovedodicorsa. Anche tutti i modelli per uomo e donna sono caratterizzati dalla grafica originale e dai particolari tecnici così da rendere il capo uno dei prodotti più apprezzati e diffusi. Nelle colorazioni Pink, Blue e White, a cinque taglie per lui e per lei: S, M, L, XL, XXL.
Disponibili solo nello shop on line www.iovedodicorsa.com e in occasione degli stand EXPO running nelle manifestazioni podistiche Italiane.

Il miglior rapporto qualità/prezzo.
Controcorrente è per questo il giubbino per il running dalle qualità uniche al miglior prezzo di mercato. Il tessuto estremamente piacevole e godibile al tatto, garantisce così estrema leggerezza e dinamicità in tutte le fasi della corsa. L’abbigliamento più adatto per allenarsi e correre in condizioni di pioggia e di vento in ogni stagione dell’anno.

La cover anti-pioggia e anti-vento sempre a portata di mano.
Studiato non solo per essere indossato, ma anche per essere trasportato in caso di inutilizzo, Cosmo Controcorrente può essere raccolto e racchiuso all’interno delle tasche. Per questo motivo, grazie alle ridotte dimensioni, al peso limitato e al pratico laccetto da avvolgere al polso lo si può trasportare in ogni occasione.

Stile e leggerezza Controcorrente.
Cosmo Controcorrente e tutti i prodotti iovedodicorsa, sono dedicati agli sportivi dal carattere indomito. La filosofia e l’anima del brand si riassumono per tanto nell’aforisma che distingue da sempre il brand brianzolo di Marco Frattini: “La forza di ogni individuo sta nella propria testa e accanto alle persone cui vuole bene”.

Un’offerta da prendere al volo.
Fino al 31 maggio compreso, i modelli da uomo sono in vendita a metà prezzo: € 29.00.
Senza ombra di dubbio, la giusta occasione per assicurarsi e garantirsi un prodotto di valore a un costo decisamente contenuto e vantaggioso.
N.B. Offerta valida esclusivamente su tutti i modelli da uomo e non cumulabile con ulteriori offerte e sconti.
E non finisce qui: la spedizione è gratuita in tutta Italia.

Non perdere questa occasione!
Acquista subito Controcorrente Man    QUI

Cosmo Controcorrente Man Blue, White
Materiale: 100% poliestere
Taglie: S, M, L, XL, 2XL
Prezzo: 29.00 €

Official tag: #controcorrenteman

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Giacca running e trail: correre al top Leggi tutto »

Project Venti

Project Venti la sfida. Venti giorni, venti regioni, venti maratone.
Alessandro Portante D’Alessandro è un appassionato filmmaker romano, attualmente impegnato nel conseguire una laurea magistrale in documentari sulla fauna selvatica a Manchester. Originario di Roma, da anni viaggia intorno al mondo per acquisire esperienze e competenze nel proprio lavoro. Tuttavia il richiamo e la voglia di tornare in patria è sempre molto forte. Alessandro è un runner, agguerrito e deciso.
Come tutti i runners, dopo tanti chilometri percorsi in solitudine, ha riscoperto e sperimentato il carattere terapeutico della corsa. Da qui il desiderio di rimettersi sempre in gioco e di accettare la sfida con sé stesso con un nuovo progetto e una nuova avventura.

Alessandro, runner e triatleta indomito.
Ciao Alessandro, crediamo molto nel destino e che le cose non avvengano mai per caso.  Siamo sorpresi dal tuo bel progetto, ma soprattutto  dalla strana ragione, che ci ha messo in contatto. Abbiamo deciso di affiancarti e sostenerti senza remore e partiamo da questa intervista.
Ci racconti come e quando è nata l’esigenza di mettersi alla prova con Project Venti?
Nel 2021 avevo appena finito il mio primo IRONMAN 70.3. Poco prima avevo sentito la storia di James Lawrence che ha completato 50 Ironman in 50 Stati d’America in 50 giorni. Per chi non fosse avvezzo di triathlon, un Ironman sono 3,9km di nuoto, 180km di bici e una maratona. Ho pensato: “Lo devo fare in Italia!”. 20 Ironman in 20 giorni in 20 regioni. Stavo pianificando il tutto che sarebbe cominciato il 1° aprile 2030 e terminato il 20 aprile 2030, giorno in cui avrei compiuto 30 anni! (un’idea che non ho accantonato…)
Avevo però bisogno di una sfida più palpabile. Per questo ho pensato a Project Venti: 20 maratone in 20 giorni in 20 regioni. Perciò, dopo una pausa di 2 anni dal mondo dell’endurance in cui ho scoperto una nuova passione, il powerlifting, mi sono dato questa sfida di preparami in 8 mesi.
Il periodo coincide anche con un momento della mia vita in cui mi sentivo perso e avevo bisogno di trovare uno scopo e soprattutto riconnettermi con l’Italia con la quale ho perso il contatto viaggiando, lavorando e studiando all’estero.

Tre volte venti.
Puoi spiegarci le dinamiche del progetto e come si svilupperà?
Da dove partirai e quale è il programma che prevedi di seguire?
Partiremo il 12 maggio 2024 dalla Campania e finiremo il 31 maggio 2024 nel Lazio, a Roma la mia città natale. Percorreremo il sud Italia per primo per poi salire dalla costa adriatica. Attraverseremo l’Italia per poi scendere verso la Sardegna e infine il Lazio. Ogni giorno correrò la mattina e ci sposteremo nella regione successiva per il pernotto.
Per gran parte saremo ospiti di amici che hanno voluto supportare questo progetto. Per un terzo delle tappe dormiremo in tenda in campeggio. Visitando www.projectventi.it troverete tutti i percorsi delle regioni.  

Alessandro e la sua squadra di lavoro.
Alla base dei Project Venti c’è anche un lavoro intenso e strutturato di tutto un team. Ci presenti i tuoi compagni di viaggio?
Dietro ogni grande impresa c’è una squadra eccezionale. A seguirmi durante i 20 giorni in giro per l’Italia ci saranno 5 persone. Mi sono circondato da persone che conosco, affidabili e soprattutto con cui ci si intesa.

  • Alyssa – Il mio braccio destro e compagno di avventura. Alyssa è il coordinatore logistico del team, garantendo che ogni dettaglio del viaggio sia perfettamente pianificato e eseguito. Seguirà da vicino anche il mio stato fisico, fornendo assistenza medica se necessaria.
  • Joris e Lorenzo – inseparabili amici e miei ex-colleghi di lavoro, documenteranno tutto con foto e video che saranno inseriti all’interno del documentario che realizzeremo e pubblicheremo a dicembre 2024.
  • Antonia – la mia ragazza che dal Regno Unito guiderà fino all’Italia per supportarmi. Lei curerà la nutrizione per me e per tutto il team. Inoltre, sarà a supporto morale nei momenti più difficili.
  • Marc – amico di università, persona squisita e molto divertente. Lui seguirà la logistica e farà da collante nel team, riempiendo eventuali buchi e assicurandosi che le esigenze di tutti siano soddisfatte.

Infine, con noi ci sarà anche un piccolo amico a quattro zampe, un bassotto: Sherlock.

Oltre a queste 5 persone, dietro le quinte abbiamo Alex che si occuperà delle musiche e del sound design del documentario, Oscar che insieme a me sta scrivendo il documentario e Freddie che mi ha aiutato a portare avanti il progetto sin dall’inizio. 

Correre è bello, ma in compagnia lo è ancora di più.
Se qualcuno volesse affiancarti e correre con te, come può mettersi in contatto per farlo?
Tramite il sito www.projectventi.it, attraverso i nostri social @project_venti oppure cliccando qui si potrà compilare un modulo per partecipare. Non bisogna essere corridori esperti, potrete correre parte del percorso, tutto quanto o più di uno! Vi manderemo maggiori informazioni riguardo percorsi, orari e logistica.
Qui potrete anche lasciare un commento se avete dei suggerimenti. Per tutti i partecipanti abbiamo una piccola sorpresa.

In presenza e da remoto accanto ad Alessandro.
Come sarà possibile seguire e sostenere il tuo progetto e la tua avventura?
Stiamo sostenendo una causa a me cara grazie alla Onlus Sport Senza Frontiere. Cliccando qui potrete donare anche voi.
Tutto il ricavato andrà a sostenere la mission di garantire il diritto allo sport, renderlo accessibile a chi più ne ha bisogno, portarlo lì dove non c’è e diffonderne principi e valori.
Tramite il sito www.projectventi.it potrete seguire la nostra posizione in tempo reale. Inoltre, quotidianamente aggiorneremo le nostre piattaforme con live stream e post, tenendovi aggiornati su tutto.
Qualora foste interessati anche solo a salutarci scriveteci!

Corri assieme con Project Venti QUI

Official tag: #projectventi
Foto credit: ProjectVenti

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Project Venti Leggi tutto »

Incontro con Marco Frattini

Viaggio letterario da divano
incontro con Marco Frattini

dove: Matilda, Via A. Locatelli, 36/ Nova Milanese
quando: martedì, 23 aprile 2024, ore 21.00
info credit: letteraturadadivano@gmail.com
prenotazione obbligatoria

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runnin

Incontro con Marco Frattini Leggi tutto »

Viaggio letterario da divano

Coinquilini di pensieri cercansi. Come nasce un viaggio letterario da divano? Prendi un locale un locale alla moda nell’hinterland di Milanese. Fatto? Aggiungici dei titolari sempre pronti a mettersi in gioco e una donna geniale. Invita un gruppo di persone disponibili all’ascolto e al confronto. Proponi delle tematiche tratte da letture legate alla quotidianità contemporanea, il tutto accompagnato da ottimi cocktail e prelibatezze gastronomiche da gustare nel mentre… fatto?
Il risulta è questo: da Matilda, a Nova Milanese, un locale unico nel suo genere, concentrato di energia e pura vida, nasce: A. A. A. Coinquilini di pensieri cercansi, viaggio letterario da divano.
Un ciclo di cinque incontri rivolto a tutti coloro che credono nel valore dell’interscambio culturale e di esperienze.
A Manuela Gambazza, amica di vecchia data, ideatrice e organizzatrice, abbiamo chiesto di presentarci questo momento di intrattenimento formativo.

Ciao Manuela, ben ritrovata. Dopo diversi anni di silenzio, ricevere il tuo personale invito per prendere parte al viaggio letterario da divano, ci ha positivamente sorpresi. Ci racconti e ci spieghi come nasce il desiderio di organizzare questo progetto?
Ciao Marco. Quante volte ci si trova intorno a un tavolo con amici di vecchia data a parlare di tutto? e quante ore a confrontarsi sugli argomenti più disparati? Perché non farlo allora con amici nuovi, che hanno. nuovi punti di vista? e affrontare nuove esperienze con gli occhi degli altri?

Incontri a tema e associazioni di idee. La formula della serata è incentrata sul coinvolgimento emotivo e l’empatia di gruppo volta a sviluppare e accrescere lo scambio di concetti e il dibattito, il tutto moderato da una persona di riferimento. E’ così?
Partendo da un testo, dalla voglia di condivisione e curiosità, ci metteremo in ascolto di noi stessi e degli altri. E di quello che il testo dirà ad ognuno di noi, in questo particolare momento della nostra vita. Perché mille sono le interpretazioni e mille le possibilità di guardare e ascoltare. E alla fine si trovano nuovi significati e ci si  incuriosisce. E dalla curiosità nasce tutto. L’anima viene messa in moto e diventa affamata. Un’anima affamata porta a una vita piena. Questo dunque sarà il nostro viaggio letterari, rigorosamente con bagaglio a mano, per partire leggeri e tornare pieni di nuovi spunti.

“La condizione essenziale del dialogo è la capacità di porsi dal punto di vista dell’altro.”
Sulla base di quali esperienze e premesse hai messo in cantiere questo viaggio letterario da divano?
Questi progetti sono già stati sperimentati svariate volte e ho visto nascere nuove idee, nuova vitalità, nuovi significati, che hanno permesso a persone di trovare spunti inaspettati.

Attesi numerosi ospiti a sorpresa. Quale sarà il programma e i temi che faranno da spunto? Puoi darci un’anticipazione?
Eh no, non svelerò molto. Dico solo che partiremo da una poesia che dara’ vita a innumerevoli spunti di discussione. Da li inizierà il nostro viaggio, dalla letteratura all’arte, dalla filmografia alla musica e alla vita. Perché la vita non e’ forse una forma d’arte?
I gusti del gruppo faranno da mappa in itinere.

Un invito rivolto a tutti. Siamo convinti del successo di questo bel progetto, ma come è possibile partecipare e prenotarsi a questi viaggi letterari?
Prenotarsi o avere informazioni e’ facilissimo: basta scrivere a letteraturadadivano@gmail.com

Partecipa all’evento del 23 aprile.  QUI

Official tag: #viaggioletterariodadivano
Foto credit: Matilda

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Viaggio letterario da divano Leggi tutto »

Festa di primavera, la grande festa del running

Risparmia con la grande festa del running.
La primavera è alle porte e il brand iovedodicorsa si prepara ad accogliere l’arrivo della nuova stagione. E’ tempo di rimettersi in moto e di iniziare a farlo con il piede giusto. Sole, cielo azzurro e aria frizzante sono il giusto mix di incentivi e stimoli per allacciarsi le scarpe da corsa.

A ogni festa il suo regalo.
Per festeggiare la primavera ecco il dono adatto all’occasione. 30 € di sconto per ogni 80 € di spesa su tutti i prodotti in catalogo* e disponibili nello shop on line del brand brianzolo. Una promozione da cogliere al volo, per ripartire con la giusta dose di materiale all’avanguardia dedicato al running.

Promozione che vede non solo le coloratissime e bellissime bandane della collezione Cosmo. Nello shop on-line del brand iovedodicorsa puoi trovare: abbigliamento running, uomo e donna. Giacche anti-pioggia e anti-vento, leggerissime e performanti. Gonne, pantaloncini e corpetto running per lei e gli short carbon style per lui.

Farà caldo o farà freddo? Nel dubbio alza la manica.
Tra i gadget in listino, non solo berretti antipioggia o frangi-sole, ma anche guanti, marsupio, luce di posizione e manicotti per ogni stagione. Correre è bello e farlo con il materiale adatto ti permetterà di avere le sensazioni migliori durante i tuoi allenamenti e in gara.

Fai il pieno di calze e corri come i grandi campioni del Kenya.
Il brand iovedodicorsa, da tre anni ormai accompagna gli atleti del team Run2gether nelle loro imprese. Iovedodicorsa è fornitore ufficiale di calze del team Run2gether. Ogni settimana gli atleti kenyani corrono e vincono le gare più importanti e partecipate, non solo in Italia, ma in tutto il mondo. E’ un vero onore e una bella emozione partecipare al successo di questi indomiti e fortissimi atleti.

Il tuo invito per partecipare alla grande Festa di Primavera è qui.
E’ ora di prepararsi e iniziare a correre alla Festa di Primavera del brand iovedodicorsa.

  • vai sul nostro shop on-line.
  • effettua i tuoi acquisti su tutti i prodotti in catalogo.
  • riempi il tuo carrello
  • inserisci in fase di pagamento il codice sconto #FESTADIPRIMAVERA
  • per te subito uno sconto di 30 € ogni 80 € di spesa effettuata.
  • offerta valida fino al 15/04/2024 compreso

La spedizione è gratuita in tutta Italia, isole comprese.
Buone corse e benvenuta primavera.

Approfitta subito   QUI

Official tag: #festadiprimavera

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Festa di primavera, la grande festa del running Leggi tutto »

Club del Miglio, prima prova

CLUB DEL MIGLIO, PRIMA PROVA. Sabato 9 marzo, con il 2° Miglio Road Runners Club Milano, in programma all’Arena Civica, si torna a gareggiare sui 1609,34 m. Una cornice importante e prestigiosa, quella dell’Arena meneghina, che caratterizzerà il primo appuntamento del Club del Miglio 2024.
Con Cristiano Marchese, Responsabile Settore Pista e Vice Presidente RRCM, introduciamo questo appuntamento.

ENTUSIASMO E PASSIONE, LO SPIRITO ROAD. Ciao Cristiano, il Road Runners Club Milano, non si ferma mai. La 2^ edizione e prima tappa del circuito CDM, avvalora l’interesse e l’euforia su questa distanza. Ce lo puoi confermare?
Dopo il successo della prima esperienza dello scorso anno, fortemente voluta dal Consiglio Direttivo del Road Runners Club Milano, non potevamo che proseguire con immutato entusiasmo con la 2^ edizione del nostro Miglio. Inoltre, la lunghissima tradizione del Club del Miglio non può che renderci orgogliosi di essere entrati a farne parte.
Contiamo molto sulla disponibilità dei nostri soci che rispondono massivamente sia per la parte agonistica che per quella organizzativa. Anche quest’anno assegneremo due premi speciali per le migliori prestazioni tabellari femminili e maschili della categoria Master, rapportando i tempi del Miglio a quelli dei 1500 mt. I premi saranno offerti dallo sponsor Don Kenya Run di Matteo Vecchia che ringraziamo.
Ma non è finita qui, una novità è in arrivo: da quest’anno il Club del Miglio introduce i “pacer” o “lepri”, che detteranno i ritmi di gara almeno per i primi 800 metri. Siamo grati all’organizzazione CdM per darci l’opportunità di essere gli apripista su questa novità.

DOPPIO TRAGUARDO. La gara di sabato sarà il primo momento di un week end con un ricco programma e senza dubbio, per tutta la vostra società, piuttosto impegnativo. Cosa puoi dirci in proposito?
Esatto. La vocazione organizzativa che da sempre contraddistingue il nostro Club non si ferma al Miglio. Domenica 10 marzo saremo ancora impegnati con la 34^ edizione del Trofeo Sempione. Una gara podistica competitiva sui 9,9 km che Il Road Runners Club Milano organizza dal 2022 e che tradizionalmente apre la stagione agonistica su strada nel milanese. Sarà possibile iscriversi anche alla versione non competitiva su due percorsi: 5 km e 9,9 km.

MILANO TRA GLAMOUR E SPORT. Da una Milano da bere, a una Milano da correre, il passo è breve, ma con quale ritmo e spirito la si vive?
L’occasione di fare doppietta è ghiotta, anche per chi non abita a Milano. Al sabato pomeriggio, in Arena si scaldano le gambe con i quattro giri di pista del Miglio. In serata, senza andare troppo lontano, un aperitivo nelle zone circostanti e così il giorno successivo si può correre il Trofeo Sempione. A Milano è difficile fermarsi, siamo nella città che corre sempre!

ISCRIZIONI APERTE. Come è possibile iscriversi e partecipare al 2° Miglio RRCM e al 34° Trofeo Sempione?
Le iscrizioni al 2° Miglio Road Runners Club Milano sono aperte sulla piattaforma Tessonline Fidal con accessi gestiti dalle società.
Il termine per iscriversi scade alle 23:00 di martedì 5 marzo e sarà indispensabile effettuare la conferma, sempre su Tessonline, entro le 23:00 di giovedì 7 marzo. Le iscrizioni al Trofeo Sempione sono gestite sul portale endu.net fino a giovedì 7 marzo, mentre i ritardatari potranno iscriversi in Arena sia al pomeriggio di sabato che domenica mattina entro le 8:30.
Iscriviti subito al 2° Miglio RRCM  QUI

PER CONCLUDERE. Quale è l’invito che ti senti di rivolgere a tutti gli appassionati di corsa per partecipare a questa grande festa del podismo e dell’atletica a Milano?
Vi aspettiamo numerosi per cogliere l’opportunità di correre nel cuore di Milano sulla storica pista dell’Arena, quella dei record, e fra i viali del Parco Sempione.

Iscriviti subito al 2° Miglio RRCM  QUI

Official tag: #migliorrcm
Foto credit: archivio web

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Club del Miglio, prima prova Leggi tutto »

Strasimeno

CASTIGLIONE DEL LAGO (PG). Domenica 10 marzo si correrà la 22° edizione della Strasimeno. La Strasimeno è l’ultramaratona di 58 km del Parco del Trasimeno, nel cuore dell’Umbria. Il percorso attraversa i borghi più belli d’Italia. Paesaggi dipinti da Pietro Vannucci (Il Perugino) e Luca Signorelli. Previsti cinque percorsi con chilometraggi a scalare, gare competitive e camminate aperte a tutti. Con Mirco Solfanelli, infaticabile atleta e organizzatore, andiamo a conoscere le caratteristiche e le particolarità di questo evento.

22° edizione per la Strasimeno. Ciao Mirco, la vostra manifestazione, l’ultramaratona intorno al lago Trasimeno è come il buon vino: più passano gli anni, più è apprezzata e acquista valore, è così?
Si, siamo molto felici di questo. Lavoriamo anno dopo anno per migliorarci e rendere la nostra manifestazione sempre più apprezzata dai runners italiani e anche stranieri. Ventidue edizioni sono tante e molto impegnative, ma per noi l’entusiasmo è sempre quello della prima volta.
Dopo un po’ di difficoltà seguite agli anni del Covid, siamo ripartititi con il giusto passo, le iscrizioni continuano a pervenire, in buona misura anche dall’estero, e speriamo di toglierci ancora belle soddisfazioni.
Hai già corso un’edizione della Strasimeno, dai il tuo voto e scrivi la tua recensione    QUI

Cinque percorsi per runners di ogni livello. Un evento pensato dai runners per i runners. Cosa bolle in pentola per questa edizione?
Le nostre distanze sono fatte per soddisfare runners di ogni livello e con ogni aspettativa. Dai veloci (e anche i neofiti della corsa) che si cimentano sul traguardo più breve dei 10 km fino agli ultra maratoneti. Con il giro completo del lago vanno a mettere un tassello importante sulla preparazione al Passatore e alle ultra primaverili. Ci rivolgiamo anche a chi fa le classiche distanze di 21 e 42 k e il lunghissimo da 34 km in preparazione di altre maratone.
Quest’anno, oltre alla collaborazione con Milano Marathon, abbiamo stretto accordi anche con la White Marble Marathon di Carrara. Abbiamo creato il Trofeo “Dalle Cave di Michelangelo ai Sentieri del Perugino”. Verranno premiati i primi tre assoluti donne e uomini tra coloro che correranno entrambe le maratone e otterranno la migliore somma dei tempi, oltre ad avere una quota scontata nell’iscrizione. Altra collaborazione importante con la Ultra Maratona delle Crete Senesi, per iscrizione combinata con 15% di sconto.

Correre e vivere l’arte. Avete voluto caratterizzare questa edizione con un richiamo importante al Perugino, il più rappresentativo artista della pittura in Umbria. Cosa ci puoi dire in merito?
Lo scorso anno ci sono stati grandi festeggiamenti in Umbria per i 500 anni dalla morte del “divin pittore”. La nostra manifestazione non poteva che ricordare questa ricorrenza.Già dallo scorso anno la Strasimeno è infatti la “Ultramaratona del Parco del Trasimeno, nei Borghi più belli d’Italia dipinti da Pietro Vannucci (Il Perugino) e Luca Signorelli”.

Il lago Trasimeno e il suo territorio. Il parco del Trasimeno è ricco di scorci e paesaggi caratteristici e idilliaci. Per chi decidesse di venire per la prima volta, quali sono le mete e i luoghi che suggeriresti da visitare e vedere?
Sicuramente chi vuol venire in queste zone oltre che per correre anche per passare un week end, ha da scegliere. Cultura, storia e divertimenti sono di casa. Tutti i Paesi facenti parte del comprensorio del Parco hanno sicuramente molto da offrire, senza dimenticare cittadine limitrofe come Cortona e Chiusi, che non sono da meno.

Vietato mancare. Quali sono i tre motivi per cui venire a Castiglione del lago il prossimo 10 marzo alla 22° Strasimeno?
Certamente la bellezza dei luoghi e del territorio, il buon cibo e, ci auguriamo, l’organizzazione. Da parte nostra ce la metteremo tutta per far passare ai partecipanti e alle loro famiglie un piacevole week end di sport e divertimento da conservare nei loro ricordi.
Iscriviti subito alla Strasimeno 2024   QUI

Official tag: #strasimeno2024
Foto credit: strasimeno

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Strasimeno Leggi tutto »

Radio Active 20068

Ogni lunedì sera su Radio Active 20068, a partire dalle 19, Terzo Tempo. La trasmissione che racconta il Club del Miglio e lo sport dietro le quinte.
Tra musica, racconti, aneddoti, l’atletica e lo sport si connettono in una nuova dimensione al mondo dell’intrattenimento e dell’ascolto.
Con Fabio Del Prete, conduttore di Terzo Tempo, andiamo ad approfondire questa collaborazione e questa nuova occasione di raccontare e vivere il Club del Miglio.

Presentazioni. Ciao Fabio, grazie per aver accettato di prendere parte a questa intervista. Raccontaci un pò di te. Quale è il tuo rapporto con l’atletica e la corsa?
Arrivo dai motori e in particolare dai rally, sport che una volta necessitava di visionare i percorsi camminando per le montagne. Questa attività mi ha permesso di restare sempre in forma. Verso i 40 anni, smesso il casco mi sono avvicinato all’atletica grazie anche al Gs Zeloforamagno. E’ stato amore a prima vista, dalle mille tapasciate alle maratone anche all’estero. Per esigenze lavorative ho ridotto i tempi di allenamento e quindi mi sono dedicato alle distanze corte, massimo 10.000mt. Sarà che arrivo dai motori ma il miglio in pista è il giusto compromesso tra la velocità e la resistenza, proprio come nei rally.

Terzo Tempo. Come nasce l’idea di una trasmissione sportiva con uno spazio dedicato al circuito del Club del Miglio?
Come dice Eugenio Finardi “amo la radio perché arriva dalla gente entra nelle case e ci parla direttamente”, ecco l’idea dello spazio radiofonico nasce dal desiderio di condividere la passione che anima il gruppo, una passione che abbraccia soprattutto le famiglie e i loro atleti. Un appuntamento settimanale che deve entrare nelle case e ci parla direttamente per raccontare la fatica dei più attempati ma anche la loro gioia di esserci, senza dimenticare lo show delle categorie elite e dei master m/f 35 vera potenza umana e che grazie a Rodolfo Lollini, altra voce fondamentale del programma, riusciamo a far rivivere.
Connettiti subito con Spazio Miglio    QUI

Parliamo di sport. Come si inserisce e si contestualizza la tua trasmissione all’interno del palinsesto radiofonico di Radio Active?
La radio offre musica 24 ore su 24 con decine di programmi che spaziano dalla cultura alla cucina dalle curiosità alla musica. Lo sport ha iniziato in punta di piedi ma adesso è un punto fermo dei nostri ascoltatori. Grazie al direttore Raffaele Vailati, che ha creduto in questa area mediatica è possibile ascoltare tutto sul calcio grazie all’appuntamento al mercoledì alle 18.00 e Terzo Tempo del lunedì in diretta alle 19.00 che ospita Spazio Miglio dopo ogni tappa del campionato o che parla di tutti gli altri sport in assenza del Miglio.

La colonna sonora ideale per correre. Quali sono i 10 brani che non possono mancare nella playlist di ogni runner?
Io sono un pò anomalo. Dalle maratone alle tapasciate o anche sul tapis roulant, non ho mai corso con la musica. L’unico suono che voglio sentire è il mio corpo. Ma riconosco di essere un’eccezione. I pezzi sono tanti ma giusto per dare un’indicazione devono seguire l’andamento dell’allenamento, proprio come i battiti del cuore. I BPM sono la frequenza della musica. Partire con del Hip hop: 80-100 BPM per poi passare a dell’house: 124-130 BPM e a metà/tre quarti dell’allenamento Drum and bass: 160-190 BPM. (sconsiglio di ascoltare musica in gara) per poi tornare a musica rilassante.
Ecco qualche esempio:
Beyoncé – Halo / Selena Gomez – Same Old Love / Camila Cabello – Havana (80BPM)
Bon Jovi – It’s My Life / Lady Gaga – Bad Romance / Whitney Houston – I Wanna Dance With Somebody / Sweet Dreams (Are Made of This) – Brano di Eurythmics (124BPM)
Red Hot Chili Peppers – Can’t Stop / Lose Yourself» di Eminem / «Take On Me» degli A-ha 190BPM
Ripeto però, la musica è molto soggettiva. Io posso caricarmi anche con un pezzo di musica classica come la Cavalcata delle Valchirie di Richard Wagner.
Ma un pezzo che non può mancate nella preparazione di un Milers è “Corro come il vento” di Marco Frattini.
Ascolta e scarica subito Corro come il vento   QUI

Il futuro. Dopo la tua partecipazione come presentatore in occasione delle premiazioni della stagione 2023 del CDM, ti vedremo quest’anno anche nelle vesti di miler agguerrito in pista?
Assolutamente si, oramai il campionato è un appuntamento fisso per la mia mente e per il mio corpo. D’altronde come posso trasmettere la passione e l’adrenalina senza averla vissuta sulla mia pelle. Io sarò presente sempre sul campo sia come miler che come intervistatore. Mi raccomando a tutti i milers di venire da me per raccontare la loro gara per poi ascoltarla assieme alla famiglia al lunedì ore 19:00.

Official tag: #radioactive20068
Foto credit: Radio Active

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Radio Active 20068 Leggi tutto »

Diventa Pacer Club del Miglio

Diventa Pacer ufficiale del Club del Miglio 2024

IO SONO UN PACER. Il Club del Miglio arruola runners che vogliano diventare pacer in occasione degli eventi in programma.
Vedi il calendario del CDM 2024     QUI

I PACER DEL CLUB DEL MIGLIO. Essere pacer vuol dire essere responsabile del ritmo di corsa. Il pacer, o lepre, dovrà garantire l’andatura, secondo il tempo di accredito indicato sulla distanza di 1609,34 m.
La sua presenza permetterà agli atleti assegnatagli in batteria, di correre più disinvolti sfruttando la scia nei primi 800 m di gara. Questa è la distanza minima richiesta da percorrere, in base agli standard richiesti, durante il proprio turno.
Ai pacer, al termine degli 800 m, sarà permesso concludere la propria batteria, senza però entrare nella classifica generale della gara.

INSERIMENTO NEL DATABASE CDM. Inviando la propria candidatura, i richiedenti verranno invitati a partecipare alle prove del Club del Miglio. A seconda della disponibilità totale di pacers e del livello del singolo atleta, sarà possibile gestire una o più batterie.
N.B. La disponibilità NON deve essere garantita per tutte le gare in calendario, ma solamente quelli  selezionati.
Sarà premura degli organizzatori convocare e invitare i pacer iscritti nel data base, qualora vi fosse necessità e richiesta.

BENEFITS PREVISTI. I pacers che verranno confermati avranno diritto a:
– partecipazione gratuita all’evento
– pettorale ufficiale pacer CDM
– gadget di benvenuto
– valutazione cronometrica per ogni giro completo concluso e in caso di completamento di tutta la distanza
– inserimento nel data base ufficiale PACER Club del Miglio
– diploma di partecipazione

CHI PUO’ DIVENTARE PACER. Tutti gli atleti candidati dovranno aver rinnovato il tesseramento annuale FIDAL in corso. Inoltre è  necessario essere in regola  con la certificazione medica allʹidoneità specifica per praticare lʹatletica leggera. Condizione indispensabile per la partecipazione allʹattività agonistica. Saranno accettate tutte le richieste inviate entro le ore 23.00 del martedì precedente al giorno di gara.

Compila il form e diventa pacer ufficiale del Club del Miglio.
Puoi candidarti per più gare.
ATTENZIONE: nel caso non si conoscesse il proprio tempo di accredito sulla distanza ufficiale, lasciare lo spazio vuoto.
Tutti i candidati riceveranno una mail di risposta positiva o negativa alla richiesta entro sette giorni prima della prova in programma.

Official tag: #pacerclubdelmiglio


© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Diventa Pacer Club del Miglio Leggi tutto »

SPQR Special Edition

SPQR la bandana special edition ispirata all’antica Roma per il Runner moderno.

Dai fori imperiali, attraverso il cardo e il decumano degli accampamenti legionari, nasce la nuova proposta del brand brianzolo iovedodicorsa. SPQR, la celebre epigrafe latina per indicare la civitas Romanorum, acquista una nuova valenza e un nuovo significato in chiave podistica: Sono Pazzi Questi Runner.
La storia racconta e insegna che a partire dal VIII secolo AC fino al V secolo DC, l’abbigliamento del legionario romano mutò e migliorò nell’arco dei 13 secoli dell’impero.
A partire dal I secolo DC troviamo il maphorium o maphortés, l’illustre antenato dello scalda collo moderno. Si tratta infatti di una sciarpa in lino che veniva avvolta intorno al collo, in dotazione del legionario romano.


Leone o gazzella? Il runner e lupacchiotto

I primi soldati che partirono alla conquista dell’impero romano, non vestivano calzari. Solo a partire dal VI secolo AC, iniziarono a indossare dei sandali in legno, con rivestimenti in bronzo. Dovettero passare quasi 7 secoli, prima di indossare una scarpa più vicina ai nostri giorni, con tomaia in cuoio e suola in multistrato.  I romani adottarono tecniche di concia delle pelli, che permisero un salto qualitativo notevole. Dopotutto le nostre scarpe da running sono figlie di questa storica e. avvincente evoluzione.
Possiamo stimare nell’ordine di migliaia i chilometri percorsi da questi guerrieri che ai giorni nostri potrebbero essere considerati a tutti gli effetti epici ultra trailer.
Nell’eterna dicotomia che vede gli atleti distinguersi tra leoni e gazzelle, si fa largo una nuova specie allevata dalla lupa capitolina. Dalla Brianza ci comunicano che in realtà il runner sia un lupacchiotto.

Il bandana ideale dei runners e trailers indomiti
La collezione COSMO si arricchisce di una nuova proposta che va ad ampliare l’offerta di bandane dedicate a tutti coloro corrono, praticano sport a ogni livello e abbracciano lo spirito iovedodicorsa. Quando le difficoltà e la sorte si mettono contro alla nostra strada, non c’è nulla di più forte e determinante della nostra volontà. L’ abbiamo vissuto a più riprese sulla nostra pelle così da esserne estremamente convinti. Ed è per questo che finiremo mai di ripeterlo e ricordare che:

“la forza di ogni individuo sta nella propria testa e accanto alle persone cui vuole bene”


Roma la città eterna che incanta. 

SPQR è la bandana dedicata ai runners e ai trailers indomiti, ricca di colori e dettagli che rimandano a
Roma, la città eterna che da sempre è fonte di ispirazione per Marco Frattini e la storia del suo brand che dichiara: “Siamo felici di poter dedicare a questa città, che ci ha visto protagonisti a livello sportivo e culturale, un prodotto originale che racchiude momenti e ricordi indelebili. Ci auguriamo che il nostro sforzo e la nostra proposta abbia il dovuto riscontro da parte di coloro che ci seguono e apprezzano”

Un pezzo da collezione da non perdere.
È possibile prenotare e acquistare la nuova special Edition SPQR, direttamente dal sito iovedodicorsa. Come sempre la spedizione è gratuita, ma attenzione: consegna a partire da aprile 2024. Cosa aspetti? Prenota e acquista subito il tuo modello..

Bandana Running – SPQR “Sono Pazzi Questi Runner”
City of Running Art Collection 2023-2024
Materiale: 100% poliestere

Misure: 23×48 cm
Peso: 34 g
Prezzo: 16.00 €

Disponibilità e consegna: aprile 2024
Prenotalo e acquistalo subito       QUI

Official tag: #sonopazziquestirunner

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

SPQR Special Edition Leggi tutto »

Run Rome The Marathon

A quasi un anno di distanza, sono ancora forti, le emozioni provate domenica 19 marzo, in via dei Fori Imperiali al cospetto del Colosseo. La magia di Roma si è rinnovata in quel rombo lontano, ma sempre più vicino e possente, divenuto tricolore. Il tricolore più grande d’Italia che ha indicato, come una cometa, la direzione e la strada da seguire a tutti i runners partecipanti.
Riteniamo che a Roma sia stato stravolto il concetto stesso di maratona e il suo decorso emotivo. Tante sono state le lacrime che hanno bagnato i volti in trepida attesa. Lacrime che un tempo erano esclusiva del termine di una fatica lunga 42,195 km, si sono riversate in questa occasione, al nastro di partenza.
Lorenzo Benfenati, Project Manager Acea Run Rome The Marathon, è il nostro interlocutore e punto di riferimento per tutto ciò che concerne la maratona a Roma. Artefice della crescita e dello sviluppo che da tre anni lo vede alla guida dell’evento podistico capitolino, lo apprezziamo per la grande disponibilità e soprattutto per la sua affabilità all’ascolto. Ne approfittiamo, ancora una volta, per parlare della Run Rome The Marathon e del meritato successo della scorsa edizione.

Ciao Lorenzo. Noi che l’abbiamo vissuta solo nella fase finale, pensiamo di non esserci ancora lasciati alle spalle questo grande evento: tu cosa ci dici in proposito?
La Maratona è un evento che anche quando sembra lontano (temporalmente) e comunque sempre molto vicino e vivo. L’edizione 2023 è stata un successo in senso assoluto e questo ci ha permesso di ripartire più carichi che mai con l’organizzazione e la pianificazione del 2024. Perché anche se effettivamente dura un “solo” giorno, è un evento che richiede un anno di tempo di preparazione!

Cambio di rotta. Non è nostra intenzione fare apologia della Run Rome The Marathon, tuttavia riteniamo che ci sia stato un salto qualitativo ed emozionale senza precedenti: è solo una nostra impressione?
Non credo sia giusto né tantomeno corretto parlare delle edizioni precedenti alla nostra gestione. Posso però dirti che in questi anni abbiamo cercato di dare il massimo per far crescere l’evento in quantità e qualità. Ricordo che la prima edizione doveva essere nella primavera 2020, ed è ovviamente stata annullata per la prima ondata di Covid. Anche la primavera successiva siamo stati costretti al posticipo da marzo 2021 a settembre 2021 (sunset edition) e dopo meno di 6 mesi (marzo 2022) abbiamo messo a terra la seconda edizione in cui avevamo già apportato modifiche e cambiamenti (in particolare all’expo). Quest’anno, con 12 mesi di tempo a nostra disposizione abbiamo avuto modo di lavorare tanto e bene sia dal punto di vista promozionale sia dal punto di vista progettuale. I risultati credo si siano visti e ne siamo molto orgogliosi.

Dietro le quinte. Nelle fasi di progettazione e di messa a punto della Run Rome The Marathon, avete avuto dei modelli di riferimento e se si, quali?
Cerchiamo di prendere spunto dalle esperienze che ogni persona del team apporta. Ci sono colleghi che provengono dal mondo dell’entertainment (concerti/show biz), altri da eventi sportivi diversi rispetto al running, altri ancora dal mondo dei corporate event. Credo che la pluralità di soggetti e di competenze, che collaborano con un unico obbiettivo sia la chiave di questo modello progettuale.

“Ritrovarsi insieme è un inizio, restare insieme è un progresso, ma riuscire a lavorare insieme è un successo”, (Henry Ford).
Queste parole potrebbero essere un’estrema sintesi dell’avventura che è iniziata tre anni fa? Cosa ci puoi raccontare della squadra della Run Rome The Marathon?
Come dicevo prima, in progetti mastodontici come questo la squadra è fondamentale e grazie alle nostre molteplici caratteristiche e personalità riusciamo a trovare sempre elementi nuovi e non convenzionali. Cerchiamo di essere disruptive senza esagerare. Cerchiamo di valorizzare al meglio ogni risorsa perché il contributo ed il massimo coinvolgimento di tutti sono estremamente preziosi. Non è semplice quando la squadra è composta da 3 aziende diverse che collaborano. Ognuna ha le proprie dinamiche interne, ma per il “bene” della maratona riusciamo sempre a trovare una soluzione e superare le difficoltà. Alla fine il nostro lavoro si può sintetizzare in due azioni: massima programmazione e grande capacità di problem solving!  

Occhi e obbiettivi rivolti avanti. Cosa c’è nel tuo futuro e nel futuro della Run Rome The Marathon?
Nel futuro c’è sempre l’ambizione ed il desiderio di migliorarsi. Dopo i numeri del 2023 e l’emozione lasciata dalle frecce tricolore non sarà facile, ma ci stiamo già lavorando. Cercheremo ancora una volta di fare un passo in avanti puntando, speriamo, a portare Roma tra le Marathon Major: se lo meriterebbe!

Richiedi il codice sconto iscrizione    QUI
Iscriviti subito alla
Run Rome the Marathon     QUI

Official tag: #runromethemarathon2024
Foto credit: ufficio stampa Run Rome The Marathon

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Run Rome The Marathon Leggi tutto »

White Marble Marathon

E’ difficile rimanere immuni dal fascino delle cave di marmo bianco. Perché trovarsi ad ammirare le dorsali delle montagne a ridosso di Marina di Carrara ti proietta a quella sensazione di stupore e incredulità fanciullesca.
Perdersi nel tempo per mettere a fuoco la vista, così da apprezzare quei cambi cromatici tanto affascinanti, quanto surreali.
La White Marble Marathon del prossimo 18 febbraio, è l’evento che unisce lo sport e la corsa al più incredibile spettacolo visivo creato dalla natura e dalle cave di marmo bianco di Carrara.
4 distanze: 42, 30, 21 e 10 km per tutti i livelli con percorsi veloci e suggestivi sono il fiore all’occhiello di questa manifestazione pronta ad accogliere la grande comunità dei runners da tutto il mondo.
Con Paolo Barghini, responsabile organizzatore della White Marble Marathon, andiamo a scoprire i segreti di questa manifestazione.

Ciao Paolo, a poco meno di un mese, a che punto siamo con i preparativi di questa edizione della White Marble Marathon?
I preparativi procedono bene. I percorsi sono ormai definiti da tempo e rimangono velocissimi. Quest’anno avremo un bellissimo EXPO con oltre 20 espositori. Il ristoro finale sarà ancora più ricco e curato con testaroli al pesto e lardo di colonnata. Dulcis in fundo, il sabato avremo una bellissima lotteria con molti premi per tutti.

Le gare. La vostra organizzazione propone distanze per tutti i livelli e per tutti i gusti. Quale sarà il programma di questo ricco week end di corsa?
Copriamo con gare FIDAL le distanze 10 km , 21 km e maratona. Inoltre avremo una novità quest’anno: la 10 k a coppie, dove oltre alla medaglia daremo anche un cuore di marmo diviso in due .

Info utili. Come e dove è possibile iscriversi alle gare in programma?
Le iscrizioni si prendono con ENDU e AppNRun, piattaforme che ogni atleta conosce.

Un contesto da scoprire. Venire a correre a Marina di Carrara è l’occasione migliore per poter andare alla scoperta di questo spettacolare territorio. Quali sono, secondo te, i siti e i centri di maggior interesse da visitare?
Le cave rimangono il fiore all’occhiello del territorio, ma da visitare assolutamente anche la vicina Luni con gli scavi romani, oltre ovviamente a Colonnata. Il lardo merita un assaggio da non sottovalutare.

L’invito. Cosa ti senti di dire alle persone che ancora non conoscono la White Marble Marathon?
Che devono venire a scoprire una gara organizzata con passione e competenza, dove il runner e la sua performance sono al centro del progetto. Stiamo lavorando oltre modo per regalare ai partecipanti una bella giornata di sport e di amicizia e siamo certi di riuscirci.

Iscriviti subito alla White Marble Marathon        QUI

Official tag: #whitemarblemarathon

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

White Marble Marathon Leggi tutto »

Mezza delle Due Perle

Si rinnova, anche per il primo week end di febbraio 2024, l’appuntamento con la Mezza Maratona delle Due Perle. La grande squadra e la macchina organizzativa dell’Atletica Due Perle, capitanata dall’inossidabile Nicola Fenelli, si prepara a questa nuova edizione. La competizione si svolge lungo uno dei tracciati più affascinanti e paesaggistici che da Santa Margherita conducono al borgo di Portofino. Reduce da un recente intervento, approfittiamo della disponibilità di Nicola per parlare della prossima edizione della Mezza Maratona delle Due perle.

Ciao Nicola, ben ritrovato. Innanzitutto, come stai? In seconda battuta chiariscici questo dubbio: da che cosa deriva il nome Due Perle?
Ciao Marco, sto bene, sto facendo fisioterapia. Un mese fa mi hanno operato ai legamenti del ginocchio, così spero di ritornare a correre al più presto, il mio sport preferito. 
Grazie della domanda. Inizialmente l’idea era quella di chiamarla Mezza Maratona di Portofino, ma le cittadine coinvolte erano due: Portofino e Santa Margherita Ligure. Mia nonna ripeteva spesso che Santa Margherita era la Perla del Tigullio. Questo nominativo era in uso molti anni fa, ma mi son detto: le perle sono due, Santa Margherita Ligure e Portofino. Ecco da dove deriva il nome.

L’evento, giunge alla 17° edizione. Dopo alcuni momenti di difficoltà, torna a crescere il numero dei partecipanti. A cosa ritieni sia dovuta questa seconda giovinezza?
La seconda giovinezza di questo evento credo sia  da attribuire a un rinnovato entusiasmo da parte dei soci dell’Atletica Due Perle. Il sostegno da parte delle istituzioni è palpabile, ma soprattutto quello dei cittadini di Santa Margherita che sentono propria questa manifestazione. Come per Siena, la mezza maratona delle Due Perle è il palio per i sammargheritesi.

Le meraviglie del Golfo del Tigullio. Venire a Santa Margherita alla Mezza Maratona delle Due Perle, non è solo un buon motivo per correre, ma anche per scoprire uno tra in territori più suggestivi di tutta la Liguria. Quali sono, secondo te, i luoghi da non lasciarsi assolutamente sfuggire?
Credo che il giro nella famosa piazzetta di Portofino sia obbligatorio, magari utilizzando il battello per raggiungere Portofino. E’ senza dubbio un modo di conoscere la meravigliosa costa da un altro punto di vista. Poi Il centro storico di Santa Margherita. Se poi si ha la possibilità consiglio un giro sul monte fino a San Fruttuoso. Ci si troverà in un Paradiso naturale dove sembra che il tempo si sia fermato.

Un programma ricco e trasversale. Corse competitive e non, con distanze adatte a runner neofiti e ai più allenati. Come è possibile iscriversi e partecipare alla Mezza Maratona delle due Perle e a tutte le prove del week end?
Si, si parte il sabato alle ore 15 con la Corrisanta e la Portofino Run, rispettivamente una corsa ludico sportiva e una competitiva inserita nel calendario nazionale e omologata. Domenica poi l’evento storico, ovvero la 17° ed. della Mezza Maratona delle Due Perle. Le iscrizioni si possono effettuare online sul nostro sito www.mezzamaratonadelledueperle.it.

Vip al via. Le vostre gare richiamano sempre grandi campioni di oggi, come del passato. Quali sorprese o chi dobbiamo aspettarci per questa edizione?
Un nome su tutte l’eterna Valeria Straneo, già vincitrice di diverse edizioni e detentrice del record al femminile della corsa, ma le sorprese non finiscono qui.

Iscriviti subito alla Mezza Maratona delle Due Perle        QUI

Official tag: #mezzamaratonadelledueperle
Foto credit: Mezza Maratona delle Due Perle

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Mezza delle Due Perle Leggi tutto »

Club del Miglio: Rodolfo Lollini

Sabato 2 dicembre, a Milano presso il palazzo del CONI, si sono svolte le premiazioni del Club del Miglio 2023. L’evento ha visto una sala gremita di atleti entusiasti e la partecipazione di autorità e grandi campioni del presente e del passato.  Pianificate e condotte magistralmente da Rodolfo Lollini, le premiazioni sono state la ciliegina sulla torta di una stagione trionfale.
Rodolfo Lollini, oltre a vestire i panni, in questa occasione, di speaker ufficiale, è il responsabile della comunicazione e dell’ufficio stampa del Club del Miglio.
A Rodolfo chiediamo di parlare della sua esperienza in merito e di sbilanciarsi sulle novità in arrivo con la stagione 2024 del Club del Miglio, ormai alle porte.

Ciao Rodolfo, oltre alle immancabili tensioni, quante soddisfazioni ti sei tolto in occasione delle premiazioni stagionali del Club del Miglio?
Premesso che la serata non è solo farina del mio sacco, ma di tutto lo staff del Club del Miglio e con il supporto di RadioActive 20067, sono molto soddisfatto perché mi sono divertito, ho visto che si sono divertiti in tanti ed abbiamo ricevuto molti complimenti dai presenti. Ovviamente il successo deriva anche dal contributo di tutti gli ospiti che sono intervenuti e dei premiati.

Come vivi la tua appartenenza all’interno della famiglia del Club del Miglio? Quanti i sacrifici da mettere in conto e quali i motivi di maggior orgoglio?
Entrare nel Club è stato come immergersi nella piscina di Coocon, non so se ricordate il film. Ti fa ringiovanire potendo correre una distanza più breve a velocità che sono ormai impensabili su altre gare. Poi la pista ti riporta nell’atletica con la A maiuscola. I successi del Club li sento anche miei. Io poi mi sono preso l’onere di dare gli accrediti a chi non ha un tempo sul miglio e quindi quando riesco a vedere batterie equilibrate dove tutti sono inseriti nella loro giusta dimensione sono particolarmente soddisfatto.

Siamo curiosi e vorremmo saperne di più. Parlare di podismo e di atletica non è più da tempo un settore di nicchia. Quali sono i capisaldi della tua strategia comunicativa, quali aspetti ritieni siano stati utili alla causa del Club del Miglio e quali altri invece non hanno portato i risultati che magari ti aspettavi?
Non saprei dire quali siano le chiavi giuste, di certo c’è da battere una prima diffidenza legata al fatto che le gare in pista siano solo per quelli più bravi. Mentre la nostra è veramente una famiglia che ti adotta e vieni incoraggiato a prescindere dalle prestazioni. Poi che correre solo 1609,34 metri sia troppo poco per i macinatori di chilometri, mentre tra riscaldamento e defaticamento si arriva alla “dose” minima necessaria a questi runner-dipendenti ;-). Altro aspetto bellissimo è che correndo in tante manches è possibile fare il tifo per compagni di squadra e amici impegnati in altre batterie. Cosa impossibile nelle corse su strada.

“Panta Rei”. Il Club del Miglio, nella statica certezza della sua distanza, in realtà è una macchina in continuo movimento. E’ più difficile correre un miglio e migliorarsi o stare dietro a questo moto perpetuo organizzativo?
Visto la mia età io in gara più che al miglioramento penso a rallentare il peggioramento, mentre a livello organizzativo ho Fulvio Frazzei, il nostro Patron che è una miniera di nuove idee che insieme allo staff cerchiamo di affinare e rendere praticabili nella nostra realtà.

Prospettive future. Cosa ci dobbiamo aspettare per la stagione 2024 del Club del Miglio? E quali saranno i tuoi obiettivi in proposito?
Correre come il vento 😉 ti ricorda qualcosa? E aumentare il numero di Passaporti e partecipanti, tutti col sorriso sulle labbra, altrimenti non li conteggiamo!

Visita il sito del Club del Miglio         QUI
Acquista il passaporto del CDM 2024   QUI


Official tag:
#rodolfolollinias

© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Club del Miglio: Rodolfo Lollini Leggi tutto »

Anteprima A due Passi dal Cielo

Sarà la Maratona di Crevalcore con la tradizionale Mezza della Befana, in programma a Crevalcore il prossimo 6 gennaio, l’occasione per presentare e far ascoltare al grande pubblico A due passi dal Cielo.
Il nuovo brano di Marco Frattini viene candidato a nuovo tormentone musicale del mondo della corsa, partendo di lancio con il primo grande evento in programma nel calendario podistico nazionale.

Dal silenzio alla musica
Accantonata con la perdita totale dell’udito nel 2006 la musica, Corro Come il Vento ha segnato di fatto nel 2021, il mio ritorno a una grande passione ma in maniera completamente nuova e inaspettata come autore. Si è aperto un ciclo tutto da percorrere e scoprire”, racconta Marco Frattini.

La squadra di A due passi dal Cielo
A due passi dal Cielo vede le collaborazioni di Andrea Baroldi, produttore, arrangiatore, musicista, Alessio Barbieri, voce solista. Barbara Selis, in arte Piparula, ha firmato la copertina del disco.

Dalla strada al trail
Un brano leggero d’amore che punta alto, ma con lo sguardo rivolto al firmamento e con gli occhi di chi il mondo lo vede in alta quota.
Scarica subito la DEMO gratuita      QUI

La Maratona di Crevalcore
La Maratona di Crevalcore, giunge alla sua 11° e ultima edizione. E’ l’evento che dal 2012 ha aperto il calendario podistico delle competizioni sulla canonica distanza di 42.195 m. e della mezza maratona. Si potrà partecipare iscrivendosi dal sito della manifestazione o presentandosi direttamente il giorno della gara.
Scopri tutte le info per partecipare   
QUI

Official tag: #anteprimamaratonacrevalcore


© copyright iovedodicorsa 2024, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runningSi

Anteprima A due Passi dal Cielo Leggi tutto »

Campionato Brianzolo di Corsa Campestre

37 candeline per il campionato Brianzolo di Corsa Campestre. Dal 13 gennaio al 24 febbraio 2024. 5 prove lungo i tracciati di tutta la Brianza che attendono il folto popolo dei podisti con le loro scarpe chiodate. Partendo dalla nuovissima location a Seregno, si toccheranno i tradizionali campi di gara di Oggiono, Agrate, Monza, per concludere, come da tradizione, a Carate Brianza.
Con Carlo Bonini, referente del comitato organizzatore, introduciamo il XXXVII Campionato Brianzolo di Corsa Campestre.

Ciao Carlo, arrivato il freddo e l’inverno è già tempo di fare il tagliando alle scarpe da cross.
37 edizioni sono un bel bagaglio di ricordi ormai: quante di queste edizioni hai avuto modo di vivere?
Ho iniziato a vivere in questo speciale mondo di amicizia e di cross nel 1999, al mio arrivo in Brianza dalla Toscana, quando sono entrato a far parte del Gruppo Sportivo Marciacaratesi. Le mie prime gare qui sono state proprio quelle del Brianzolo, all’inizio come atleta.

Corsa campestre tra passato e presente. Quanto è cambiato il mondo del CROSS in tutto questo tempo e che cosa è rimasto immutato?
Questo settore è cambiato sotto l’aspetto dell’organizzazione, della rilevazione dei tempi e della tecnologia introdotta. Ricordiamo che si partiva solo con il pettorale e un cartellino che veniva ritirato all’arrivo e con il quale venivano stilate le classifiche. I tempi venivano rilevati a mano con delle macchinette che stampavano i tempi su un rotolino di carta. Oggi col servizio dei chip, tutto questo rimane solo un ricordo.
La cosa che non è cambiata, a mio avviso, è l’atmosfera. Gli atleti del Brianzolo sono, prima di tutto, grandi amici, che si rivedono all’apertura della stagione di corsa, con l’appuntamento tradizionale del “Brianzolo”.

Una grande anteprima. Dal programma si evidenzia subito la bella nuova prova che si correrà al parco Porada a Seregno. Quali saranno le altre novità di questa edizione e quali sono i vostri auspici e obbiettivi come comitato organizzatore?
Prima di tutto quest’anno anticipiamo un po’ i ritmi: infatti a fine Febbraio avremo già l’ultima tappa a Carate.
L’auspicio è quello di ripetere il buon risultato dello scorso anno, dove abbiamo avuto tante nuove adesioni anche grazie alla novità dell’iscrizione in modalità “abbonamento” per risparmiare anche sulla quota gara.
L’obiettivo e il desiderio comune sarebbe quello di tornare ad avere 7 prove, cosa che ci consentirebbe di tornare ad accogliere le categorie giovanili e rendere più completo il pomeriggio di campestre e di festa.

Le iscrizioni. Come è possibile partecipare alle prove in programma del 37° Campionato Brianzolo di Corsa Campestre?
Iscriversi al Campionato Brianzolo è semplice ed è possibile tramite il sito Endu/Evodata. Con la modalità “abbonamento”, se ci si registra prima dell’inizio del Campionato si può godere di uno sconto sulle quote gara (euro 30 per tutte le 5 prove, anziché 35). Parimenti è possibile anche iscriversi alla singola tappa, sempre tramite il sito Endu/Evodata. Come nostra abitudine chiediamo di evitare la registrazione sul campo gara, per accelerare i tempi ed evitare lavoro aggiuntivo il giorno della prova.
Iscriviti subito al 37° Campionato Brianzolo        QUI

Cosa ti senti di dire come referente del comitato organizzatore agli atleti, alle squadre e ai podisti che verranno a sfidarsi al 37° Campionato Brianzolo di Corsa Campestre?
Direi proprio, a tutti, di venire a divertirsi tra amici alla festa delle campestri, il Campionato Brianzolo.
Qualche motivo per farlo? Beh, i percorsi sono splendidi, tra prati e parchi, l’atmosfera è gioiosa ed amichevole, l’organizzazione vanta 37 anni di esperienza. Quale miglior modo di iniziare l’anno agonistico?
Ringrazio fin da ora chi ci sarà, gli sponsor del Brianzolo MaxiSport, Incartare e certamente anche te, Marco, che con il tuo brand iovedodicorsa, sostieni da anni il Brianzolo. Direi a tutti di stare attenti al momento delle premiazioni, perché quest’anno potrebbero esserci sorprese per qualche pettorale “fortunato”. E questo grazie a te. Vi aspettiamo numerosi.

Vai al sito del 37° Campionato Brianzolo di Corsa Campestre         QUI

Official tag: #campionatobrianzolocorsacampestre


© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Campionato Brianzolo di Corsa Campestre Leggi tutto »

Alessandro Martellotta: il CLICK è indomito

Proseguono le interviste, per i dieci anni di attività del brand IOVEDODICORSA ai collaboratori che hanno supportato l’attività e lo sviluppo della nostra realtà.
Alessandro Martellotta, grande amico di vecchia data, è il fotografo ufficiale del brand IOVEDODICORSA.
Con Alessandro abbiamo realizzato numerosi set fotografici e allestimenti video, valorizzando la comunicazione e la promozione di tutti i nostri prodotti.
Grande appassionato di motori. Si è specializzato in ritrattistica, legando e perfezionando la propria attività fotografica, oltre al mondo delle quattro ruote, anche all’ambito della moda.

Ciao Alessandro, avresti mai pensato che, dopo gli anni dell’asilo, delle uscite con gli amici, della musica dal vivo, ci potesse essere un nuovo punto di incontro con Marco Frattini anche in ambito lavorativo?
A dire il vero si. Marco è da sempre un tale “mulinello” di idee che non era affatto improbabile la nascita di nuove situazioni di incontro e di collaborazione. E così è stato! Fortunatamente aggiungo, perché lavorare con lui è sempre un piacere

Quando e in che modo ti sei avvicinato al mondo della fotografia?
Da ragazzo avevo usato saltuariamente le macchine a pellicola. Per molti anni ne ho fatto un uso superficiale, finché un giorno ho acquistato una reflex approfittando di un’offerta in un centro commerciale, ignaro di quanto la mia vita stesse per cambiare. Poche settimane di utilizzo sono bastate per farmi capire che si trattava dello strumento di espressione che cercavo da una vita.

La Ferrari, il mondo dei motori, sono i tuoi elementi naturali che ti hanno sempre contraddistinto. Ma cosa accomuna o differenzia il mondo dei motori da quello della moda?
Sono due ambiti molto diversi, ma ho la fortuna di operare in entrambi e non riesco a rinunciare a nessuno dei due. Da fotografo mi sono avvicinato al mondo della moda perché affascinato da quel tipo di estetica, mentre i motori sono sempre stati una passione sportiva, che la fotografia mi aiuta a vivere più da vicino. Riconosco però che mi rivolgo a entrambi questi mondi dando priorità allo stile fotografico che più mi appartiene: il ritratto, come cattura delle emozioni sui volti delle persone

Dieci anni sembrano volati via, ma c’è qualche ricordo o qualche lavoro particolare legato alla tua attività col brand IOVEDODICORSA che ti gratifica maggiormente?
Sicuramente il servizio realizzato nel periodo covid. Sia perché abbiamo ricominciato a scattare dopo un lungo periodo di isolamento, sia perché i prodotti erano dedicati al fornire alle persone un po’ di protezione e a restituirgli un po’ di libertà.

Cosa vedi nel tuo futuro professionale e nei progetti a venire con il brand IOVEDODICORSA?
Sto investendo molto tempo nel capire come l’intelligenza artificiale stia modificando l’attività di noi fotografi e come le sue grandi potenzialità possano essere messe a disposizione della fotografia di prodotto. Nel contempo sono anche sempre curioso di scoprire le nuove iniziative partorite dalla fantasia di Marco!


Visita il sito del fotografo Alessandro Martellotta      QUI
Guarda il servizio fotografico di Alessandro Martellotta a Livigno           QUI
Guarda il video del backstage di Alessandro Martellotta a Livigno         QUI


Official tag:
#alemartellottailclickindomito

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Alessandro Martellotta: il CLICK è indomito Leggi tutto »

Cosmo Carbon Blu, il nuovo completo running

Il brand iovedodicorsa presenta: Cosmo Carbon Blu

Cosmo Carbon Blu è il nuovo completo running dedicato a tutte le runners indomite, ampliando la proposta e l’offerta del brand in termini di vestiario. L’abbigliamento prevede la gonna e il corpetto dalla caratteristica grafica Carbon, con inserti a cuore in tinta azzurro mare. La gonna dotata di una pratica tasca posteriore con zip è corredata con la morbida e avvolgente culotte.

Come il modello Pink, anche questa nuova versione, mantiene inalterati i punti di forza che rendono unica e fortemente apprezzata questa nuova creazione del brand brianzolo: la qualità del materiale e il design moderno e di grande impatto Carbon.
Il tessuto è composto per 80% poliestere e 20% spandex. Una combinazione di elementi in grado di assicurare una percezione al tatto delicata e a garantire l’effetto avvolgente anatomico tra bacino, glutei e cosce.
Queste proprietà rendono Cosmo Carbon Blu la mise ideale per il running e tutti gli sport che possono prevedere il suo utilizzo: tennis, golf, nordic walking e più in generale tutte le attività all’aperto.

Disponibili nelle taglie 2SX, SX, S, M, L, XL, gonna e corpetto, si possono acquistare attraverso lo shop on-line del sito www.iovedodicorsa.com.
Prezzi:
Cosmo Blu Carbon Running Skirt: € 66.00     acquista subito   QUI
Cosmo Blu Carbon Running Bra: € 34.00       acquista subito   QUI

Ma non è tutto: fino al 15 dicembre è possibile approfittare dell’esclusiva offerta in prevendita: Cosmo Blu Carbon Running Skirt + Cosmo Blu Carbon Running Bra a soli € 77.

Acquista subito il completo Cosmo Blu Carbon Running  QUI
Spedizione gratuita in tutta Italia, isole comprese


Official tag:
#cosmocarbonblu

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Cosmo Carbon Blu, il nuovo completo running Leggi tutto »

Intervista allo Chef Gioacchino Saltarella

Classe 1995, Gioacchino Saltarella è il giovanissimo chef a capo della brigata del ristorante Al Mònd Vei di Livigno. Da due anni a questa parte, è stato scelto per gestire con abile passione e profuso impegno, l’attività di uno dei ristoranti più apprezzati di tutta l’alta valle.
Cuoco di professione, sportivo, ex cestista e runner attivo per passione, ha promosso e contribuito alla realizzazione del servizio fotografico che abbiamo realizzato lo scorso 17 luglio. Con grande entusiasmo si è reso disponibile per questa intervista non solo per presentarsi, ma anche per affrontare tematiche a noi molto care.

Ciao Gioacchino, innanzitutto grazie per la tua disponibilità a metterti in gioco con questa chiacchierata. Sei nato e cresciuto a Bari, ma ci puoi raccontare cosa ti abbia portato dal mare della Puglia, all’estrema altitudine di Livigno?
Ciao Marco, ti ringrazio per la tua voglia di intervistarmi e per avermi dato l’opportunità di mettermi in gioco attraverso le parole.

Mi permetto di correggerti: sono Nato e cresciuto a Mariotto, una piccolissima frazione in provincia di Bari, della quale ne vado fiero. Qui le tradizioni culinarie (e non) ne fanno da padrona. Come dico sempre, lasciare la propria Terra non è mai voluto, ma lo si fa per ragioni di forza maggiore, nel mio caso il lavoro. Se la motivazione che ti spinge a lasciare la Terra madre è una passione innata, lo si fa con meno fatica e sacrificio.

Che effetto ti ha fatto passare dalla costiera alle vette alpine? Capita di sentirti un pesce fuor d’acqua?
Tutti i cambiamenti, anche per brevi periodi, ti fanno sentire alle volte fuori luogo. Soprattutto, per chi come me, ha deciso di lavorare in questo settore ed è costretto a viaggiare per lavoro, deve prendere atto che si troverà di fronte a usanze di posti lontani e con tradizioni molto differenti dalle proprie. Inizialmente avevo un certo timore nel pensare di passare dal caldo della mia terra al freddo di un paese di cui non sapevo cosa aspettarmi. Poi per fortuna ci si abitua, ma soprattutto si trovano compagni di viaggio, che ti permettono di sentirti a casa e ritrovi una certa normalità.

Come riesci a conciliare il tuo lavoro con la passione per la corsa? Cosa ti porta ad allacciare le scarpe da running?
La prima volta che ho provato a correre è stato un paio di anni fa. Avevo bisogno di una valvola di sfogo cercando di accumunare tre cose per me importanti: natura, isolamento, musica. Così facendo sono riuscito a svuotarmi delle pressioni che ogni giorno si creano e sentirmi più leggero. Per me è diventata una sorta di ricarica di energia. Conciliare lavoro e corsa non è affatto difficile al momento. Anzi io penso che se una cosa la si vuole, la si riesce sempre ad ottenere. Non mi sono mai posto il problema “quando vado a correre?”. Appena posso allaccio le scarpe, cuffie nell’orecchio e via si parte!

Entrando nel merito della scorsa stagione lavorativa estiva: ti sei trovato consapevolmente a confrontarti con la disabilità legata alla sordità di Marco Frattini. Sappiamo che non sia una decisione semplice e priva di dubbi quella di collaborare con una persona che sulla carta possa presentarsi con handicap di natura diversa. Ci puoi raccontare cosa ti abbia portato a sceglierlo, la tua esperienza pregressa col mondo della disabilità e come giudichi, ormai conclusa, questa avventura professionale?
La scelta è avvenuta in comune decisione con il titolare, ma la cosa che mi ha colpito nel colloquio iniziale con Marco, è stato il suo ammettere limiti e trovare soluzioni per far si che lui potesse lavorare in modo sicuro. Inizialmente avevo paura che non sarebbe arrivato alla fine perché non aveva idea della mole di lavoro che lo aspettava. Invece con il passare dei giorni ho capito che se la sarebbe cavato in un modo o nell’altro, testardo com’è.

Molte persone utilizzano la disabilità, anche leggera, come velo per avere una scusa facile, pronta ed efficace. Persone come Marco sono persone che dovrebbero essere modelli da seguire. Per far capire a tutti che chi vuole può avere un’indipendenza nonostante una disabilità sin dalla nascita o arrivata poi.

“La forza di ogni individuo sta nella propria testa e accanto alle persone cui vuole bene”. Ritieni che sia un assioma valido anche nel mondo della cucina? Quanto è importante il rapporto e il gioco di squadra di una brigata?
La brigata di cucina è una squadra a tutti gli effetti. Se si lavora in team si ottengono ottimi risultati, altre modo si farà molta fatica. Alla fin fine noi cuochi trasportiamo anche le nostre emozioni e i nostri umori nelle pietanze; chi ne risente alla fine è il cliente. Io cerco nella mia brigata di avere un clima disteso e sereno, se noto degli asti cerco di risolverli e trovare dei compromessi per il bene di tutti. Anche perché studiare un piatto è un lavoro che deriva da una squadra coesa, dove ognuno porta una sua idea di accostamento di sapore, così da avere più idee possibili su cui pensare.


Guarda il video del backstage      QUI
Guarda tutte le foto del servizio fotografico             QUI
Acquista Cosmo Black, Sunset Colection 2018      
QUI


Official tag:
#brigataalmondvei

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Intervista allo Chef Gioacchino Saltarella Leggi tutto »

Club del Miglio: le premiazioni al CONI

La stagione 2023 del Club del Miglio è terminata. Con il 2° Miglio di Cristina a Cornaredo dello scorso 7 ottobre, si mette la parola fine a un altro anno di attività sulla distanza dei 1609,34 m. Un anno avvincente, ricco di sorprese e ricordi che portano nuova linfa ed entusiasmo al crescente movimento su questa distanza.
A Fulvio Frazzei, patron del Club del Miglio l’onere e l’onore di raccontarci questa annata da incorniciare.

Ciao Fulvio, mi viene subito da pensare che il CDM sia come un vino di valore. Un Barolo riserva o un Amarone della Valpolicella. Più passa il tempo e più le sue qualità si mettono in luce e vengono apprezzate, è così?
Una riserva di 23 anni, tanta è la vita del CdM fino ad ora. Aumenta il prestigio del vino in questo caso e sicuramente affina. Rende più nette e più caratteristiche le varie componenti che lo contraddistinguono: il problema è che in questi 23 anni siamo invecchiati anche noi!

Purtroppo tornando alla realtà, il settore del mezzofondo soprattutto italiano non è che sia particolarmente “frizzante”. In questo lungo periodo, è innegabile che quello che stiamo facendo nel nostro piccolo sia una cosa tanto straordinaria quanto utopica ai più!
Ricordiamoci che se consideriamo i 1500 metri in pista, nostra distanza di riferimento, il primato italiano risale addirittura al 1990 con Gennaro di Napoli. Se partiamo dal 1981 con i primi primati con tempi elettronici, notiamo che in quei pochi anni si erano succeduti Fontanella, Materazzi, Mei e due volte Di Napoli come primatisti italiani. Poi più nessun sussulto fino ai nostri giorni, 33 anni. A oggi in graduatoria 2023 vi è al comando Pietro Arese con 3’33”11. Il 3’32”78 resta ancora un pochino distante. Non parliamo poi del settore femminile: dobbiamo arrivare fino al 1982 per trovare la migliore prestazione italiana di Gabriella Dorio con 3’58”65. Oggi la miglior protagonista italiana, Gaia Sabbatini con 4’01”24, è in testa alla graduatoria italiana. 41 anni dopo siamo a oltre 3 secondi.
Ci tengo a ricordare queste cose per rendere ancora più evidente cosa stiamo “combinando” in questo ambito non particolarmente favorevole.
La grande novità dell’inserimento del miglio fra le gare su strada valevoli quali Campionato del Mondo di corsa su strada, svoltisi per la prima volta a Riga lo scorso ottobre, potrebbe portare nuovi stimoli ed entusiasmo grazie anche alla grande prestazione di Giovanni Filippi, settimo al traguardo con il nuovo primato italiano su strada. Forse inattesa ai più questa prestazione di Filippi. Lo ricordiamo presente a San Donato nel 2020 in occasione del Miglio Ambrosiano/Trofeo DKR, dove stabilì il personale in 4’08”: ora il bel progresso fino a scendere sotto i 4’.
Attendiamo come ospite d’onore Giovanni alle prossime premiazioni del CdM.

Cosa ci portiamo in dote al termine di questo ciclo?
La dote più importante da sempre per noi sono i nostri fedelissimi, amici che ovunque si vada sono presenti, sia che arrivino fra i primi che nelle retrovie. Quest’anno, aver consegnato tutti i 100 Passaporti preparati ci ha dato una carica senza precedenti. Cento amici che ancor prima di conoscere il calendario annuale hanno compiuto questo gesto. Di fronte a questo, come non sentirsi orgogliosi e nello stesso tempo responsabilizzati a dare sempre il massimo nei riguardi di coloro che hanno deciso di passare 10 we dell’anno con noi? A Voghera piuttosto che a Cormano, Chiavenna, Lonato, Cornaredo, Codogno, Pioltello, Milano Arena, Vignate.

Incredibile no? Partito il tutto in sordina e visto inizialmente come un’altra “utopia”, in questi sette anni di Passaporto siamo cresciuti fino a questo punto. Credo non esista nulla di simile, non solo in Italia! E altrettanto incredibile che ci siano amici che acquistano il Passaporto sapendo di non riuscire a essere presenti alla maggior parte delle prove, ma con questo consapevoli di aiutare il Club con un contributo che viene completamente restituito ai nostri partecipanti in servizi vari durante la stagione. Onore al merito di tutti i 100 amici in primis, poi naturalmente alla grande “famiglia” che si è creata. Un ambiente dove ci si trova bene, trasversale alle Società di appartenenza. Un contesto comunque ufficiale, con prestazioni inserite nelle graduatorie nazionali grazie ai vari GGG locali, anche loro parte della famiglia.

Sappiamo bene, che il CDM in realtà fatichi ad andare in letargo. Come affronteranno i milers il lungo inverno che li separerà dalla nuova stagione?
Vero quello che dici. Quando pensi di aver “chiuso”, arriva la segnalazione, come in questi giorni, della ripresa del Miglio di Genova dopo anni di assenza. Quindi eccoci pronti a offrire, l’11 novembre, un’imprevista nuova opportunità ai nostri milers.

Sempre in agguato il primo Miglio Indoor per Master. Il naturale percorso dei milers, in questa stagione, segue l’attività campestre dove in Lombardia non mancano offerte per tutti i gusti.

Puoi darci qualche anticipazione legata al CDM 2024?
In attesa delle date nazionali dei vari Campionati, a questo punto dell’anno, possiamo solo dare indicazioni di luoghi certi, ma date indicative sullo svolgimento. Confermiamo il calendario dello scorso anno con 10 prove. Partenza in Arena ai primi di marzo. Il ritorno dei Daini a fine maggio a Carate Brianza. Il probabile spostamento, a metà aprile, del Miglio Ambrosiano con località ancora da definire in quanto Cormano potrebbe non essere idonea a ospitare un eventuale meeting europeo che stiamo valutando in questi giorni.

Cosa ti senti dire o a chi pensi di rivolgere un pensiero alla fine di questi 10 appuntamenti targati CDM?
Un anno impegnativo che si concluderà in maniera imprevista con le premiazioni, addirittura presso la sala riunione del Coni, alla presenza delle massime autorità regionali. Incredibile, un riconoscimento alla nostra attività che ci rende orgogliosi di quanto abbiamo costruito in tutti questi anni. Mai avremmo pensato di essere ospiti nella “nostra” casa. Mai avremmo pensato di occupare i 108 posti a disposizione in un batter di ciglia. E qui mi fermo, in quanto se in federazione leggessero l’articolo scoprirebbero di quanto splafoneremo questo numero e potrebbero essere guai.

Tutti i premiati presenti, autorità, i nostri Partner, ospiti speciali, diretta fb, due ore da vivere tutte d’un fiato come un miglio: sabato 2 dicembre, ore 15.00, Sala Coni, Via Piranesi Milano.
Il pensiero va a chi sarà presente. A chi non potrà esserlo per vari motivi più o meno sfortunati. Da qui la diretta fb: non dimentichiamo nessuno! A tutti coloro che hanno, per la prima volta, partecipato a una prova sul Miglio, ai tecnici, ai giudici accompagnatori. Insomma, a tutti quelli che sanno, anche con un piccolo gesto, di aver portato un contributo alla nostra attività: ve ne siamo molto grati!
Infine Marco un pensiero per te, sempre al nostro fianco con anche discussioni animate che hanno portato comunque a questi obiettivi. Grazie a te per il ruolo fondamentale di Media Partner che copri e che siamo sicuri porti a ulteriori grossi traguardi. La continua diffusione dei nostri momenti in tutto il territorio nazionale, il contributo di premi, il gazebo, a breve i due mezzi archi gonfiabili: che dirti se non grazie!
Buon Miglio a tutti!

Acquista il tuo PASSAPORTO CdM 2024    QUI
Scopri il Club del Miglio   QUI

Official tag: #clubdelmiglio

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Club del Miglio: le premiazioni al CONI Leggi tutto »

Maratona di Crevalcore 2024: ultima edizione

La Maratona di Crevalcore, la prima maratona in programma nel calendario podistico Italiano, torna, dopo un anno sperimentale a essere corsa  il 6 gennaio, giorno dell’epifania, e ricorrenza che l’ha contraddistinta sin dalla sua prima edizione. Anche per l’edizione 2024 è previsto il doppio appuntamento sulla distanza della maratona e della mezza maratona. Con Monica Barchetti, co organizzatrice dell’evento andiamo a scoprire le carte dell’11°edizione della Maratona di Crevalcore, della Mezza Maratona della Befana e verificare se veramente si tratterà dell’ultima edizione, come dichiarato in occasione della presentazione e dell’apertura delle iscrizioni.

Ciao Monica, a poco più di due mesi come procede l’organizzazione dell’evento?
Ciao Marco, bentrovato! I tempi incalzano e l’organizzazione procede. Ci stiamo preparando per fare come sempre del nostro meglio e mettere i nostri amici e appassionati di corsa nelle migliori condizioni per vivere una bella giornata di sport e amicizia.

Maratona e mezza maratona: quale sarà il programma di questa giornata e di questo week end di sport?
Come di consuetudine la giornata precedente le gare apriremo il villaggio maratona per la consegna dei pettorali e per chi verrà la possibilità di fare un giro per la nostra cittadina. Il ritorno alla data originaria darà la possibilità di partecipare ai festeggiamenti dell’Epifania organizzati dalla Proloco e dal Comune di Crevalcore, naturalmente sostenitori, collaboratori e partner della nostra manifestazione. Il giorno delle gare ci si concentrerà su di esse, per darvi risalto e rendendo protagonisti tutti i partecipanti e non solo. Il pasta party sarà il momento che ristorerà le fatiche e che ci permetterà di trascorrere insieme ancora qualche ora.

Dove e come è possibile iscriversi alla Maratona e alla Mezza Maratona di Crevalcore?
Sul sito ufficiale www.maratonadicrevalcore.com trovate tutte le info, compreso il volantino con tutti i contatti utili.

Quella di quest’anno potrebbe essere l’ultima edizione della Maratona di Crevalcore. E’ una decisione definitiva quella che avete preso, o c’è qualcosa che potrebbe ribaltare la situazione e farvi cambiare idea?
Senza alcun dubbio decisione definitiva, seppur sofferta sul piano personale, ma come tutto nella vita c’è un inizio e una fine.

Perché venire il 6 gennaio a Crevalcore a correre la Maratona e la Mezza Maratona?
Per tante ragioni ed ognuno potrà trovare la propria. Per noi significa poterci congedare nel migliore dei modi con questa bella esperienza che ci ha accompagnati per tanti anni.

Richiedi i codice sconto iscrizione    QUI
Iscriviti subito all’ultima edizione della Maratona di Crevalcore    QUI

Official tag: #maratonacrevalcore

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Maratona di Crevalcore 2024: ultima edizione Leggi tutto »

Accessori, abbigliamento running

E’ l’ora dei saldi per il brand brianzolo iovedodicorsa. Dall’1 al 30 Novembre, sconti fino al 50% su tutti i prodotti in vendita nello shop on-line del sito www.iovedodicorsa.com.

Abbigliamento, giacche, scarpe e accessori per il running e il trail, a prezzi più che vantaggiosi.
Un esempio? Cosmo running skirt, gonna da corsa, a € 49.50 al posto di € 66.00; Cosmo running short man a € 26.10 invece di € 34.80.
Acquista subito il tuo abbigliamento running     QUI

Prodotti tecnici, versatili, comodi e dalla ottima vestibilità con tessuti e finiture di altissima qualità.
E ancora: Cosmo controcorrente Blue, Pink e White, -22% di sconto , modello per uomo e donna a € 45.24 al posto di € 58.00. La giacca apprezzata per la sua leggerezza e la piacevole sensibilità tattile. Impermeabile a antivento con il suo design e la grande varietà di colori, è il capo ideale per correre e allenarsi sia in autunno che d’inverno.
Acquista subito la tua giacca running, Cosmo Controcorrente     QUI

Accessori, scarpe, tutto per il running e il trail, il brand iovedodicorsa veste gli sportivi e gli appassionati della corsa, dalla testa ai piedi. Allenati e corri con le coloratissime bandane Cosmo Collection e le calze Cosmo Running Socks in Nano Glide, il tessuto che garantisci la riduzione degli attriti in fase di appoggio e pronazione garantendo l’ottima performance. Non a caso iovedodicorsa è fornitore ufficiale di calze del team Run2gether, tra le cui fila militano gli atleti keniani più forti e vincenti, richiesti nei grandi eventi podistici di tutto il mondo.
Acquista subito le tue calze running/trail, Cosmo Running Socks     QUI

Tutti i prodotti in saldo si possono trovare nello shop on-line del nostro sito: www.iovedodicorsa.com. Scopri il mondo e la filosofia iovedodicorsa e vienici a trovare in occasione degli stand in cui siamo presenti nelle grandi manifestazioni podistiche di tutte le città.
La spedizione è gratuita in tutta Italia, isole comprese.

“La forza di ogni individuo sta nella propria testa e accanto alle persone cui vuole bene”.
(Frattini Marco, maratoneta – Vedere di corsa e sentirci ancora meno)

Official tag: #saldi

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Accessori, abbigliamento running Leggi tutto »

Diventa volontario Maratona di Ravenna

In tutti questi anni abbiamo osservato e notato una cosa: ciò che accomuna gli eventi podistici di qualsiasi genere, è la presenza discreta e vitale di tutti i volontari. Senza di essi, il mondo della corsa e più in generale dello sport e della cultura, non potrebbe esistere e sostenersi.
Diventare volontario è quasi una vocazione, un atto dove persone di qualsiasi età, sesso e religione si mettono a disposizione e al servizio di un’intera comunità, quella dei runners, donando il proprio tempo a vantaggio di progetti a uso e consumo di persone che non si conoscono e che si incontrano per la prima volta.
Come tutte le manifestazioni, anche la Maratona di Ravenna, si affida al lavoro e all’opera dei suoi angeli custodi: i volontari.
Abbiamo chiesto a Franco Abdoni di raccontarci la propria esperienza, per provare a capire e conoscere anche il punto di vista di tutti coloro che permettono a noi runners di poter vivere le nostre emozioni in corsa.

Ciao Franco, ci racconti come è iniziata la tua avventura come volontario della Maratona di Ravenna?
La mia avventura come volontario della Maratona di Ravenna segue il fatto che io sia sempre stato abbastanza sportivo. In passato ho giocato a calcio e con il passare degli anni ho anche iniziato a correre. In più, essendo Vigile del Fuoco, insieme ai miei colleghi con il tempo abbiamo creato una sezione podismo all’interno del Comando dei Vigili del Fuoco di Ravenna con cui abbiamo iniziato sin da subito a partecipare alle prime gare provinciali nei dintorni. Con il tempo ci siamo appassionati sempre di più e devo dire che il passaggio tra amatoriale e competitivo è stato abbastanza veloce, e fra le tante gare a cui abbiamo partecipato, un anno ci siamo iscritti anche ad una delle prime edizioni della Night Run, organizzata da Ravenna Runners Club. In più, il rapporto con Stefano Righini è iniziato perché suo fratello era un nostro collega e di conseguenza abbiamo iniziato a frequentarci. Da li in poi ci ha chiesto di dare una mano ed è cominciata così questa avventura e questo rapporto di volontariato nei confronti prima della Maratona di Ravenna, ma poi anche per tutti gli altri eventi organizzati da Ravenna Runners Club.

Quale è il tuo rapporto con la città, ma soprattutto con l’ambito del podismo?
Nell’ambito del podismo ormai l’età avanza e quindi ho calato molto il mio impegno e le gare competitive a cui partecipo sono oramai centellinate. In ogni caso cerco di continuare ad allenarmi una o due volte a settimana compatibilmente con gli impegni di lavoro e di famiglia. Con la città, invece, il rapporto è speciale proprio perché è la mia città e per lei farei tutto. Pensa che, i Vigili del Fuoco sono inseriti in un circuito di gare nazionali e l’anno scorso, dopo avendoci provato in tutti i modi, siamo riusciti a portare i campionati di Mezza Maratona dei Vigili del Fuoco e per me è stata una soddisfazione enorme perché ci tenevo tantissimo e volevo farlo prima di chiudere la mia carriera proprio per amore della città.

Hai mai pensato di correre anche tu la Maratona a Ravenna?
Devo ammettere che tempo addietro ci ho pensato e fino a qualche anno fa ero convinto di farlo. Poi, come dicevo prima, col passare degli anni questa convinzione si è sempre più affievolita e allora avevo deciso di darmi il limite dei 60 anni come scadenza. Neanche a farlo apposta, è scoppiato il Covid-19 e quindi venendo a mancare l’allenamento ho lasciato perdere. Devo ammettere però, che partecipare come volontario mi gratifica comunque tantissimo.

Quali sono le sensazioni e le emozioni che si vivono da volontario in occasione di un evento così prestigioso e internazionale come la Maratona di Ravenna città d’arte?
Quando sento i partecipanti contenti e soddisfatti della manifestazione, provo una soddisfazione più unica che rara perché sono contento che alla gente sia piaciuto l’evento. In più, quando sento i runners che vengono da fuori città apposta per correre la nostra maratona mi viene proprio la pelle d’oca e questo vale non solo per la Maratona di Ravenna, ma per tutti gli altri eventi organizzati da Ravenna Runners Club. Infine, come cittadino di Ravenna sono contento che la gente apprezzi, facendo sport, le bellezze della mia città e io sono felice di aver contribuito alla riuscita di tutto questo.

Cosa ti senti di dire a tutte quelle persone che vorrebbero mettersi in gioco e partecipare come volontari alla Maratona di Ravenna?
Io dico che sono soddisfazioni enormi e alla fine quando senti la felicità dei partecipanti ti emozioni talmente tanto che è come aver corso e aver tagliato il traguardo fra i primi, io la vivo così. Forse per chi non ha mai praticato sport e tutt’ora non lo pratica è più complicato da capire, ma per chi come me ha sempre avuto lo sport nel sangue è un’emozione bellissima e molto appagante. Manca pochissimo al weekend della Maratona di Ravenna e tutti noi vi aspettiamo perché sarà un fine settimana fantastico!

Diventa volontario, invia la tua candidatura   QUI
Scopri tutti i gruppi volontari alla Maratona di Ravenna     QUI

Official tag: #maratonaravenna
Foto credit: ufficio stampa Maratona di Ravenna Città d’arte

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Diventa volontario Maratona di Ravenna Leggi tutto »

Maratona di Ravenna

La Maratona di Ravenna è l’evento podistico che negli ultimi dieci anni ha saputo ritagliarsi un ruolo da protagonista nel panorama delle competizioni non solo Italiane, ma anche internazionali. Complice un intenso lavoro di marketing e comunicazione, abbinato alla capacità di sviluppare un programma sempre più alla portata di runners di ogni livello, la Maratona di Ravenna rappresenta di fatto un importante biglietto da visita per la città, in grado di valorizzare al meglio il binomio tra sport e cultura.
Con Stefano Righini, ex atleta di livello nazionale e presidente Ravenna Runners Club A.S.D. ci prepariamo alla nuova edizione dell’evento in programma il prossimo 12 novembre.

Ciao Stefano, ben ritrovato. A poco più di un mese dall’appuntamento con la Maratona di Ravenna a che punto siamo?
Manca poco alla Maratona di Ravenna e i preparativi proseguono come ogni anno nella direzione che ci spinge a portare sempre novità all’evento confermando tutto ciò che di buono abbiamo fatto durante questi anni. Tra le novità, quest’anno spicca il percorso completamente rinnovato: infatti, ci sarà una nuova location per la partenza che sarà il Pala de Andre’ mentre manterremo invariata la zona di arrivo che resterà in via di Roma. La partenza e l’arrivo in due luoghi differenti, ha inizialmente destato qualche preoccupazione da parte dei nostri runners, ma noi abbiamo pensato ad un servizio di bus navetta che permetterà ai partecipanti di spostarsi facilmente. Prima della partenza, i runners e i ravennati che alloggiano in centro città potranno usufruire di questo servizio ritrovandosi alla fermata predisposta dalla stazione di Ravenna che li porterà direttamente al Pala de Andre’, mentre per chi dopo l’arrivo avrà bisogno di tornare al Pala de Andre’ verrà riaccompagnato partendo sempre dalla fermata della stazione. Un’altra agevolazione per i runners riguarda il deposito borse, chi lascerà la propria borsa al Pala de Andre’ la ritroverà all’arrivo in viale Santi Baldini. Mai come quest’anno il nostro Expo Marathon Village allestito al Pala de Andre’ sarà il centro nevralgico per accogliere il mondo dei maratoneti e dei ravennati. Al suo interno verrà creata una vera e propria città dello sport dove ci saranno maratone internazionali che racconteranno la propria gara, ma anche espositori che presenteranno i propri prodotti in modo tale da conoscere le novità del mondo running e di tutti quei prodotti che possono servire a chi pratica questa attività. Inoltre, ci saranno convegni, conferenze e presentazioni, come ad esempio quella dei top runner, che come ormai di consueto saranno provenienti dal Kenya, Etiopia e non solo. Nella giornata di sabato, sempre nell’area del Pala de Andre’ andranno in scena la Family Run, la corsa dedicata alle famiglie e alle scuole, e la Dogs&Run, la gara dedicata ai nostri amici a 4 zampe. Come per la passata edizione, sempre al sabato, sarà possibile partecipare anche a Pompieropoli, l’iniziativa gestita dai Vigili del Fuoco per far conoscere ai bambini i segreti del Vigile del Fuoco. Ad oggi le iscrizioni ci segnalano come sia prevista un’alta percentuale di partecipanti stranieri, segno inequivocabile della promozione fatta all’estero che sta fruttando risultati significativi per quanto riguarda la presenza di atleti stranieri. Infine, confidiamo che la città risponda come ha sempre fatto partecipando massicciamente a questo evento, perché come diciamo sempre la Maratona è di Ravenna, è di tutti.

Il vostro intenso lavoro di promozione che tocca città di tutto il mondo, fino a dove si è spinto quest’anno?
Quest’anno, oltre a portare il nostro evento in giro per l’Italia, abbiamo deciso si spingerci oltre facendo un grande lavoro di promozione anche all’estero, sia nelle città dove andiamo regolarmente, ma anche in posti nuovi. Ad esempio, la settimana scorsa siamo stati ospiti al congresso di World Athletic dove abbiamo avuto la possibilità di confrontarci con organizzatori del mondo intero portando la Maratona di Ravenna in tutto il mondo. Per noi è stato un momento apicale della nostra promozione all’estero perché sappiamo che Ravenna è una città conosciuta, ma poter esportare la Maratona di Ravenna nel mondo ci rende molto orgogliosi.

Oltre alla canonica distanza sui 42k, sono previste distanze intermedie per ogni tipologia di livello e preparazione. Da ex atleta professionista, che approccio ti senti di suggerire a chi per la prima volta decide di affrontare la distanza regina?
Innanzitutto, è importante differenziare chi corre da top atleta e quindi con obiettivi che puntano a competere per il podio della gara o per andare a montepremi, con chi corre per un proprio obiettivo. Io penso che ogni maratoneta che taglia il traguardo sia un vincitore perché corre per un proprio obiettivo. In più, penso sia fondamentale per chi corre la maratona di avere in testa la convinzione di poter affrontare questa distanza in modo da essere sempre più motivati.

Il percorso della Maratona di Ravenna si snoda e si sviluppa sapientemente lungo i punti più rappresentativi della città. Quali sono, a tuo giudizio, i passaggi più emozionanti del tracciato?
Quest’anno abbiamo pensato di modificare il nostro percorso andando ad aggiungere novità significative. Con il nuovo tracciato toccheremo una zona che la Maratona di Ravenna non ha mai raggiunto, il quartiere San Giuseppe (ex Villaggio Anic) cucendo il nostro evento sempre più sul territorio della nostra città. Il nuovo percorso sarà scorrevole ed internazionale: infatti, le ultime esperienze di manifestazioni di spessore come i Campionati del Mondo a Budapest sottolineano come presentare giri di boa nel percorso non significa rallentare la gara, perché vengono pensati per essere scorrevoli e veloci. Essendo la nostra la Maratona di Ravenna Città d’Arte, anche quest’anno toccheremo tutti gli otto Monumenti dichiarati Patrimonio dell’Unesco solcando la città nei suoi punti più preziosi del centro storico e non solo. Infine, percorreremo la Darsena della città di Ravenna più volte, perché sarà la prima tappa subito dopo la partenza e un passaggio al 35esimo chilometro dove i nostri partecipanti potranno ammirare la nuova passerella in legno che costeggia tutto il Candiano rendendo la Darsena uno dei luoghi più cool della città.

La Maratona di Ravenna non si distingue solo per il suo fascino culturale, ma anche per il valore e il ricordo prezioso legato alla medaglia che ogni anno viene creata e che verrà portata al collo di tutti i runners al termine della loro fatica. Puoi darci qualche dettaglio sulla creazione di quest’anno?
Per questa edizione la medaglia riprende il dettaglio di uno dei mosaici bizantini che l’Unesco ha dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità. In questo caso, l’ispirazione arriva dai ricami della casula di Sant’Apollinare, primo vescovo di Ravenna, ritratto al centro dell’abside della Basilica di Sant’Apollinare in Classe. La veste del patrono della città di Ravenna è ricamata con piccoli particolari in tessere d’oro che ricordano delle piccole Api. Il forte legame con la nostra città viene da un particolare storico, nel I secolo d.C. quando Pietro, primo Papa della chiesa Cattolica, decise di mandare Apollinare a Ravenna per convertire la città al Cristianesimo scelse un evangelizzatore come Apollinare; quindi, una persona dotata del dono della parola e dell’eloquenza di cui proprio le Api sono il simbolo. Difatti, però, il significato storico non è l’unico non si lega solo all’ispirazione di uno dei monumenti cardine della città, ma lancia anche un messaggio denso si significato. Come sappiamo, Le Api sono animali che vivono in una società organizzata composta da una particolare diligenza e operosità che rendono la coesistenza la vera forza del gruppo. Per questo motivo sulla medaglia riporteremo un motto in lingua latina “Vis Unita Fortior” tradotto come “L’unione fa la forza”, un pensiero che riprende la particolare importanza che le Api ripongono nel gruppo e che diventa centrale anche nell’organizzazione del nostro grande evento.

Richiedi il codice sconto Maratona di Ravenna   QUI
Iscriviti subito alla Maratona di Ravenna     QUI

Official tag: #maratonaravenna
Foto credit: ufficio stampa Maratona di Ravenna Città d’arte

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Maratona di Ravenna Leggi tutto »

Club del Miglio: 2° Miglio di Cristina

Ultimo appuntamento, sabato 7 ottobre, del circuito Club del Miglio presso il velocissimo anello del Centro Sportivo Pertini di Cornaredo che ospiterà il 2° Miglio di Cristina, organizzato dal G.S. Montestella. Le gare sulla distanza canonica dei 1609,34 m, concluderanno l’intensa e ricca giornata di gare dedicata alle diverse specialità dell’atletica che vedranno impegnate tutte le categorie a partire dagli esordienti, fino a quelle assolute.
A Federica Franceschetti, vicepresidente del G. S. Montestella, affidiamo il compito di presentare questo evento e di chiudere il ciclo di presentazioni di tutte le tappe del circuito Club del Miglio.

Buongiorno Federica, senza rendersene conto, siamo giunti già all’ultima giornata di gare del Club del Miglio. Da quanto aspettavate questo momento? Tutto pronto per questa seconda edizione?
Eh già, come recita una nota canzone, la festa appena cominciata è già finita. Aspettavamo questo momento dall’anno scorso, ci siamo molto divertiti ad organizzare una tappa del circuito e non vedevamo l’ora di ripetere l’esperienza. Siamo pronti ad accogliervi in questa bella giornata di sport e cercheremo di fare del nostro meglio perché tutta la manifestazione si svolga nel miglior modo possibile. A tal proposito ci tengo a ringraziare gli amici della Sao Cornaredo, senza l’aiuto dei quali tutto questo non sarebbe possibile.

La vostra tappa, alla seconda edizione, è la più giovane tra quelle in calendario e dedicata a Cristina. Possiamo ricordare, ancora una volta, il perché di questa dedica e raccontare chi era Cristina?
Tutte le gare organizzate dal nostro gruppo sono dedicate a Cristina, una nostra talentuosa e giovane atleta scomparsa troppo presto. Cristina amava la corsa e amava il gruppo ed è stata presente in tutte le attività fino a quando la malattia glielo ha concesso. Io purtroppo non ho avuto la fortuna di conoscerla personalmente, ma il suo ricordo è talmente vivo in tutti i soci più anziani e in tanti atleti che la conoscevano e che ancora si commuovono al ricordo, che io la sento presente a fianco a noi come una guida a cui ispirarsi. È quindi naturale dedicarle il nostro miglio, così come abbiamo fatto in precedenza per tutte le edizioni del Trofeo Montestella.

Le gare sul miglio, andranno a concludere il ricco pomeriggio dedicato alle diverse discipline dell’atletica. Puoi presentarci il programma e segnalarci i momenti salienti di questa giornata?
Anche quest’anno abbiamo un programma abbastanza articolato che, oltre al Miglio, ospita alcune gare della 12° prova del trofeo Oxyburn (disco, 100mt e 400mt, salto triplo e salto in alto) e alcune gare che vedono impegnati esordienti, ragazzi e cadetti (400mt eso, Vortex eso, 60mt ragazzi, 80mt cadetti, 1000mt ragazzi e 1000mt cadetti). Chissà che tra questi giovani atleti non ci sia qualche campione del futuro!
Il programma dettagliato è disponibile visitando il nostro sito www.gsmontestella.com oppure la pagina dedicata alla tappa su www.clubdelmiglio.it

Come e dove è possibile iscriversi per partecipare al miglio e a tutte le prove previste?
Le iscrizioni avvengono come di consueto tramite il portale FIDAL: tessonline.fidal.it e non saranno accettate iscrizioni il giorno della gara. La quota di iscrizione, quando dovuta, dovrà essere versata in loco presso la segreteria prima di accedere al campo gara.

Un’ultima domanda più personale: le nostre fonti ci hanno confermato il tuo ottimo posizionamento di categoria (2°cat SF45, fonte CDM). Siamo curiosi, a questo punto, di sapere se sei soddisfatta di questa stagione sulla distanza del miglio e con che spirito hai affrontato e partecipato alle tappe in calendario.
Un secondo posto di categoria alla mia prima stagione del Miglio era un risultato che davvero non mi aspettavo. Soprattutto se penso che questo risultato arriva dopo un lunghissimo anno di stop a causa di un infortunio:  ho infatti ripreso a gareggiare proprio sul miglio l’anno scorso a Chiavenna e mi sono subito affezionata al circuito, alla bella atmosfera che si respira ad ogni tappa e così quest’anno mi sono ripromessa di cercare di farlo tutto.
Correrò quest’ultima tappa un po’ frenata dall’infortunio che mi perseguita, per il quale sarò operata proprio settimana prossima, ma sono sicura che questo sia un bel modo per dire arrivederci per un po’ a questo bellissimo sport e sono sicura che il Club del Miglio mi porterà fortuna. Un grosso in bocca al lupo a tutti gli atleti che parteciperanno alla tappa.

Scopri il Club del Miglio.    QUI

Iscriviti alla 10° tappa: 2° Miglio di Cristina     QUI

Official tag: #migliodicristina
Foto credit: Club del Miglio

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runnin

Club del Miglio: 2° Miglio di Cristina Leggi tutto »

Club del Miglio: 6° Miglio della Brisaola

C’è attesa e grande fermento per l’appuntamento del prossimo 30 settembre: il 6° Miglio della Brisaola, 9° prova nel calendario del circuito Club del Miglio, in programma a Chiavenna sulla pista di atletica del Campo sportivo Comunale. Una giornata e un week end di sport, ormai diventata la tappa più gettonata e desiderata di tutta la stagione. Ancora una volta ne parliamo con Alessandro Paggi, presidente G.P. Valchiavenna.

Buongiorno Alessandro e ben ritrovato. Il tempo vola proprio come un giro di pista e siamo ancora qui, dopo un anno, a parlare del 6° Miglio della Brisaola. Avreste mai pensato di divenire, neanche a dirlo, la tappa più appetitosa del circuito del Club del Miglio?
Credo che l’aggettivo “appetitosa” si riferisca, più che alla manifestazione, alla Brisaola (sì, la “nostra” è con la i) e, allora, anche questa volta, offriremo a tutti i partecipanti un assaggio della “regina” della gastronomia Valchiavennasca, alla quale il nostro Miglio è dedicato.

Ovviamente, però, a Chiavenna non si viene solo per mangiare e, quindi, prima si corre, sulla nostra pista azzurro/blu circondata dalle nostre montagne che, in questo periodo, cominciano ad assumere i colori autunnali. Una bella collocazione che, ci sembra di capire, sia apprezzata soprattutto dagli amici ”di pianura”
Prima si corre, poi si mangia.

Questa estate la vostra pista è stata un vero via vai di campioni. Come ci si sente a essere custodi di questo “tempio” dell’atletica?
È vero, anche quest’anno, forse più che negli anni scorsi, sulla nostra pista si sono allenati tantissimi atleti di livello mondiali che, nel mezzofondo e nel fondo, hanno poi primeggiato anche ai campionati mondiali di Budapest.

Atleti da tutto il mondo (su tutti, oramai di casa, i fratelli Ingebrigtsen) e quest’anno, anche i migliori atleti italiani, come Gaia Sabatini, Elena Bellò, Loduvica Cavalli, Vissa Sintayehu, ma anche i “colleghi” maschi, Simone Barontini, Pietro Arese, Joao Bussotti e, oramai uno dei più grandi campioni italiani di tutti i tempi (suoi i record italiani sui 3.000, 5.000, 10.000 metri e sulla mezza maratona) Yeman Crippa.
A fine agosto, poi, la nostra pista ha ospitato un raduno dedicato a Cadetti e Allievi Lombardi che, come i nostri giovani, hanno avuto occasione di “condividere” gli spazi di allenamento con questi campioni, cosa che, sicuramente, rappresenta un grande stimolo per fare sempre meglio. Davvero uno spettacolo assistere anche solo agli allenamenti di tanti “fenomeni” che, in ritiro nella vicina Sankt Moritz, scendono da noi, a “bassa quota”, per i lavori sulla “forza”, secondo il metodo di allenamento “Live high/train low”.
Bello per noi vedere sui social media che la nostra pista sia apprezzatissima da tutti questi atleti e sia diventata, oramai, una delle piste di allenamento più famose nel mondo. Bello pensare che molte delle grandi vittorie o, comunque, dei grandi risultati, “nascano” anche sulla nostra pista, dove i nostri allenatori, su tutti Roberto Tonucci, accolgono atleti provenienti da ogni angolo del mondo.

Riportando l’attenzione al 30 settembre, la giornata sarà caratterizzata dalle gare del settore giovanile che precederanno la prova sul miglio: quali saranno i momenti più avvincenti di questo evento e chi saranno gli atleti protagonisti da non lasciarsi sfuggire?
Le gare giovanili, sui 400 metri per gli esordienti e sui 1.000 metri per Ragazzi/e e Cadetti/e, rappresentano sicuramente una “gioia” per la nostra società sportiva la cui attività, fin dalla nascita (nel 1980) presta particolare attenzione (prevista anche dallo statuto) ai “piccoli atleti”. Speriamo di avere tanti giovani al via, provenienti dalla Provincia e da tutta la Lombardia. Da parte nostra speriamo che i nostri giovani possano ripetere i buoni risultati che, soprattutto nelle categorie femminili, hanno saputo raggiungere anche quest’anno.

Credo che l’entusiasmo che i giovani mettono nella loro attività sportiva sia contagioso e, d’altra parte, da parte mia, assistendo ad alcune “tappe” del miglio, vedo lo stesso entusiasmo negli amici del “Club”, soprattutto negli atleti più esperti.
Ancora una volta, quindi, sarà un piacere ospitare tutti gli amici del Club del Miglio che, spero, accorrano numerosi alla nostra manifestazione.

L’evento sportivo viene organizzato a ridosso del “Dì della Brisaola”: ci puoi presentare brevemente questa manifestazione a Chiavenna?
Il nostro miglio (come dice il nome), in effetti, si tiene sempre in abbinamento con il “Dì de la Brisaola”, manifestazione gastronomica che, durante il fine settimana, permetterà di scoprire, lungo le vie del centro di Chiavenna, negli angoli più suggestivi e caratteristici del borgo, la brisaola realizzata, secondo le “antiche ricette”, dai produttori locali.

La cittadina – già insignita dei titoli di Città Slow e Bandiera Arancione del Touring Club Italiano – propone al pubblico un itinerario originale alla scoperta del prodotto nato proprio a Chiavenna, arricchito dalla vivace musica delle Guggen Band, con speciali laboratori per i bambini e apertura dei musei cittadini.  Anche i Bar proporranno aperitivi e “stuzzichini” con la Brisaola protagonista.
Chi, dopo il miglio, vorrà fermarsi a Chiavenna anche la domenica, avrà modo di conoscere la nostra città e le nostre “bontà” (la Brisaola, ma non solo), prendendo parte a una manifestazione arricchita da vari momenti di spettacolo e divertimento. Ovviamente, lo spettacolo e il divertimento dovranno iniziare, per gli amanti della corsa, al nostro Miglio e, per questo, aspettiamo tutti gli amici del “Club”, per un sano “divertimento sportivo”

Per concludere, come è possibile partecipare e iscriversi al 6° Miglio della Brisaola e a tutte le altre gare di categoria in programma?
Le iscrizioni, come per tutte gli appuntamenti del “Club del Miglio”, dovranno avvenire on line, sul sito della fidal regionale.
Entro martedì 26 settembre dovranno essere effettuate le iscrizioni che, poi, entro giovedì 28 settembre, dovranno essere confermate.
Al momento delle iscrizioni, che devono essere fatte anche dai titolari del Passaporto, dovranno essere indicati anche i tempi di accreditamento (sul miglio o sui 1.500 metri), necessari per potere definire le varie serie.
Serie, quindi, da definire in base ai tempi di accreditamento ma, poi, classifiche e premiazioni in base alle singole categorie.

Scopri il Club del Miglio.    QUI
Iscriviti alla 9° tappa: 6° Miglio della Brisaola     QUI

Official tag: #migliodellabrisaola
Foto credit: Club del Miglio

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Club del Miglio: 6° Miglio della Brisaola Leggi tutto »

Atletica: 33° Miglio Ambrosiano

Sabato 16 settembre, la pista del Centro Sportivo di Cormano ospiterà il 33° Miglio Ambrosiano. L’evento, organizzato grazie alla stretta collaborazione tra Atletica Ambrosiana, Nuova Atletica Astro A.S.D. e G.P. Tiremm Inanz con il patrocinio del Comune di Cormano, prevede un programma intenso dedicato sia ai settori assoluti, master, sia alle categorie giovanili su diverse specialità dell’atletica leggera
In questa intervista doppia a Martina Cairati, responsabile N. Atl. Astro, intenta soprattutto alle gare giovanili e a Silvio Frazzei, organizzatore storico della gara, offriamo un’ampia panoramica dell’8^ tappa del Club del Miglio 2023.

Buongiorno Martina, il 33° Miglio Ambrosiano, punta a rilanciarsi e a scrollarsi di dosso gli anni che passano. Nasce con entusiasmo questa collaborazione con la vostra Storica Società non solo impegnata in territorio lombardo: a che punto siamo con l’organizzazione delle gare del settore giovanile?
Inizio con ringraziare Fulvio per questa opportunità, dopo tantissimi anni siamo lieti di poter ospitare, ancora una volta, lo storico Miglio Ambrosiano e soprattutto di aver inserito questa manifestazione nel mese sportivo di Cormano.
Largo spazio alle gare giovanili esordienti, ragazzi e cadetti, senza tralasciare il settore assoluto; insomma siamo pronti ad accogliere tanti giovani che hanno voglia di rimettersi in gioco dopo le vacanze estive e poi la nostra pista porta bene,  magari assisteremo a nuove migliori prestazioni italiane.

Come sarà articolato il programma di questa lunga giornata e su chi saranno puntati gli occhi e le attenzioni di queste fasi?
Esattamente, la giornata è lunga: mattina dedicata al settore assoluto e master con velocità, marcia, salto in lungo e dalle 14.00, i protagonisti assoluti saranno i piccoli esordienti impegnati nei 400m e nel lancio del vortex.
A seguire ragazzi e cadetti per quest’ultima categoria, gara che riteniamo un test per i prossimi Campionati Italiani di categoria.
La nostra grande giornata poi si concluderà appunto con la gara del miglio.
Occhi puntati su tutti. Anche se siamo quasi a fine stagione sicuramente ci saranno degli ottimi risultati.

Come è possibile iscriversi alle gare in programma?
Iscrizioni entro Martedì 12 Settembre ore 23.00 sul sito TESSONLINE.FIDAL.IT indicando i tempi di accredito.
Le conferme entro Giovedì 14 Settembre ore 23.00.
Non verranno accettate iscrizioni sul campo gara.

A lei Silvio invece chiediamo con quale spirito si organizza un evento tradizionale, il più longevo dopo il Miglio di Voghera, del Club del Miglio?
La passione per l’atletica, la tradizione e l’attaccamento ai colori sociali, il desiderio di offrire agli atleti manifestazioni di qualità, un’occasione per rivedere gli amici. Queste sono le motivazioni più forti, ma non le sole, che ogni anno ci spingono a rimetterci in gioco, con qualche capello bianco in più, ma ancora con tanto entusiasmo.
Il mancato ricambio generazionale ci mette sempre più alla prova, ma teniamo duro.

Per concludere ci permettiamo un approfondimento: ma la passione e l’attenzione verso il Miglio è una questione di famiglia o dobbiamo andare a scomodare la genetica?
La passione per il Miglio è nata, quasi per caso, nel 1990 quando noi allora giovani del Tiremm Inanz ci allenavamo a Milano di fronte al Campo Colombo. Il rettangolo che costituiva il perimetro dei tre prati prospicienti il campo misurava 1600 metri; da lì l’idea di una gara su un giro secco della distanza Inglese, che ai tempi non era molto popolare in Italia. Il successo è stato immediato, con lo spettacolo di poter vedere tutta la gara da qualsiasi punto del percorso. Dopo qualche anno ci siamo dovuti spostare a causa di modifiche urbanistiche che hanno cambiato la geografia della zona e siamo diventati itineranti, sposando progetti interessanti e promuovendo la rapida diffusione della specialità. A Fulvio il merito di aver poi creato il Club del Miglio che ne ha sancito la consacrazione definitiva.

Scopri il Club del Miglio.    QUI
Iscriviti alla 8° tappa: 33° Miglio Ambrosiano     QUI

Official tag: #miglioambrosiano
Foto credit: Club del Miglio

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Atletica: 33° Miglio Ambrosiano Leggi tutto »

AFRICA&SPORT: 10 anni di passione e solidarietà

L’associazione AFRICA&SPORT ODV  festeggia i 10 anni di attività. Una ricorrenza e un traguardo importante per l’Associazione varesina con sede ad Azzate, impegnata nel sostenere l’attività sportiva degli atleti africani, in particolare attraverso la collaborazione con il team austriaco Run2gether con sede a Kiambogo, in Kenya, tra le cui fila gareggia un nutrito gruppo di top runner. Con la CORRIAZZATE by NIGHT del prossimo 7 settembre, si darà il via ai festeggiamenti .
Ne parliamo con Marco Rampi, presidente e fondatore dell’associazione AFRICA&SPORT.

Ciao Marco, proviamo a ripercorrere la storia dell’associazione. Come è nato il desiderio di dare vita a questo progetto e perché?
Dopo anni di impegno in alcuni paesi e contesti del continente africano, la comune passione per lo sport, ha portato un gruppo di amici ad approcciare più da vicino realtà che hanno nello sport uno strumento di riscatto sociale da situazioni di degrado e/o di povertà. Negli anni abbiamo sostenuto attività legate al basket, al calcio, alla pallavolo, allo skate, alla corsa. Lo abbiamo fatto in Etiopia, Uganda, Kenya e Tanzania. In particolare ci siamo concentrati sulla corsa, dove l’Africa esprime delle eccellenze a livello mondiale e si riscontra tanto talento che ha bisogno di essere sostenuto e “guidato” correttamente.

In questi anni sono stati tanti gli atleti che sono passati da Azzate e che hanno lasciato il segno: qualche ricordo e nome in particolare?
Tanti volti, tante storie e situazioni diverse, belle, meno belle, difficili, complicate. Molti successi importanti. Come non ricordare la prima volta della Stramilano o della Cinque Mulini, del Campaccio, della Maratona di Venezia, del Giro di Castelbuono, di Pettinengo. Su tutti sicuramente la figura di Thomas Lokomwa, bel talento, due volte vincitore della Stramilano e purtroppo prematuramente scomparso in un tragico incidente stradale in Kenya,

L’attività e la mission dell’associazione non possono fare a meno dell’aiuto e del sostegno degli associati e dei suoi simpatizzanti: vogliamo ricordare in che modo sia possibile contribuire al progetto AFRICA&SPORT?
Siamo tutti volontari e senza il contributo di ciascuno non potremmo fare nulla. Si può contribuire in tanti modi: dedicando del tempo nella gestione degli atleti (portarli alle gare, seguirli negli allenamenti, avendo cura della guest house dove sono ospiti ad Azzate), organizzando momenti di incontro e conoscenza con gruppi di appassionati runner e non, raccogliendo fondi o facendo una donazione diretta all’Associazione.
Per rimanere informati: www.africasport.it, la nostra pagina facebook Africa&Sport e la nostra email: info@africasport.it
Visita il sito dell’associazione AFRICA&SPORT    QUI

Giovedì 7 settembre con la CORRIAZZATE by NIGHT, festeggerete ufficialmente i 10 anni di attività: quale è il programma dell’evento e come fare per iscriversi alla corsa?
Partiamo alle 17 con la gara per i bambini/ragazzi dell’Oratorio di Azzate. Si prosegue con la gara amatoriale iscritta al calendario nazionale della Fidal. Per i non tesserati e non agonisti c’è la possibilità di iscriversi alla corsa-camminata non competitiva.
Infine alle 21 parte la gara elite ad invito, riservata ad atlete donne di alto livello.  A seguire la gara maschile.
Le iscrizioni sono aperte sul portale www.endu.net fino al 4 di settembre, per poi riaprire il giorno della gara in zona partenza/arrivo.  
Vi aspettiamo!

Iscriviti subito alla CORRIAZZATE by NIGHT     QUI

Official tag: #africa&sport
Foto credit: AFRICA&SPORT

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

AFRICA&SPORT: 10 anni di passione e solidarietà Leggi tutto »

Club del Miglio: la parola al patron Fulvio Frazzei

Approfittiamo della pausa estiva per ritrovarci con Fulvio Frazzei, patron del Club del Miglio e tirare, a mente lucida e riposata, le fila di questa prima metà di stagione del circuito che raccoglie intorno a sé, appassionati e atleti sulla distanza dei 1609,34 m.

Ciao Fulvio, ben ritrovato, ti stai godendo le vacanze o la tua mente è già proiettata ai prossimi impegni in pista?
Ciao Marco! La risposta già la sai: non si va in vacanza da una passione, questa ti accompagna in ogni momento della tua giornata ed in ogni momento della giornata può avvenire l’incontro, la lettura, la conoscenza per una nuova avventura da intraprendere.

Il Club del Miglio ha chiuso la prima parte della stagione il 1° di luglio con il 24° Miglio di Lonato. Sei soddisfatto del percorso fatto fino a questo momento? Quali sono stati a tuo avviso i momenti migliori e quali le situazioni che, nonostante la lunga esperienza, sono da rimettere in discussione?
Dopo tanti anni in cui ne abbiamo visti di tutti i colori direi che possiamo ritenerci soddisfatti del percorso fin qui intrapreso quest’anno anche se difficoltà non ne sono certo mancate a cominciare dall’improvvisa defaiance di una ns prova sostituita egregiamente ed in tempi record da una prova organizzata in collaborazione fra tutte le nostre Società nel nostro “fortino” di Pioltello! L’ingresso della prova di Codogno nel contesto di Codogno Comune Europeo dello Sport 2023, in un impianto nuovo di zecca con una nuova società aderente al CdM è sicuramente la novità di quest’anno con le relative preoccupazioni della vigilia e la soddisfazione del post gara svoltasi alla presenza delle maggiori autorità cittadine entusiaste dell’evento.

Per quanto riguarda le situazioni da rimettere in discussione al momento non vedo particolari criticità, il format è collaudato in ogni momento, l’unica criticità, a noi non attribuibile, può essere la presenza di giudici Fidal che in numero non sufficiente possono rallentare lo svolgimento delle prove. La professionalità, la passione e la dedizione dei giudici presenti è encomiabile, abbiamo un grande affiatamento con tutti loro e la collaborazione è massima ma all’aumento delle manifestazioni a cui devono garantire l’ufficialità fa da contraltare la sempre più difficile crescita degli stessi giudici  per cui devono sopportare servizi impegnativi per più ore ed in più luoghi in giornate successive con la relativa diminuzioni di presenze nelle varie prove a scapito della fluidità delle manifestazioni.

Da settembre si tornerà a correre e si chiuderà la stagione con un tris di gare decisamente entusiasmanti, partendo dal Miglio Ambrosiano passando per quella che ormai è la trasferta più articolata e apprezzata di Chiavenna, per chiudere in pompa magna con il 2° Miglio di Cristina a Cornaredo. Vuoi introdurci questi appuntamenti?
Cominciamo dal Miglio Ambrosiano, che confermando la sua natura itinerante ci porta quest’anno, il prossimo 16 settembre, a Cormano, nuovo campo e nuova società collaboratrice, la Nuova Atletica Astro, che con l’Atl. Ambrosiana proporrà questa 33^ edizione inserita anche quest’anno nel Trofeo Regionale Master Oxyburn. Spazio quindi ad altre gare di velocità e di salti con inizio fin dal mattino.  La “scoperta” di un nuovo impianto per il nostro circuito anch’esso appena rimesso a nuovo, contribuisce ad assicurare il divertimento e l’ufficialità dei risultati ottenuti essendo questo l’ultimo allenamento per chi la settimana successiva sarà di scena ai Campionati Europei in Pista a Pescara.

Miglio de La Brisaola a Chiavenna, sabato 30 settembre, ormai una piacevole tradizione che in molti attendono per un we lassù fra sport e gastronomia. Partiremo a breve con la prenotazione della nostra base logistica sul posto: un agriturismo, naturalmente, dove da anni riempiamo tutta la struttura. Sempre bella Chiavenna, sempre in gamba la società organizzatrice e sempre un piacere tornarvi. Provare per tornare!
Concludiamo infine con il Miglio di Cristina a Cornaredo il 7 ottobre organizzato dal GS Montestella inserito anch’esso nel Trofeo Oxyburn. Entrata lo scorso anno nel circuito come organizzatrice la storica società meneghina ha bruciato le tappe sia a livello agonistico, dove attualmente si ripropone sul podio nella classifica di Società oltre a grandi prestazioni nelle classifiche di categoria individuali, sia a livello organizzativo proponendo una manifestazione a tutto tondo con possibilità di partecipare ad altre specialità. Rimando al nostro sito www.clubdelmiglio.it per informazioni dettagliate su tutto quanto vi è da sapere su queste manifestazioni.

Quale è secondo te la ciliegina sulla torta che potrebbe rendere il vostro circuito ancora più caratteristico e convogliare un maggior numeri di partecipanti?
La ciliegina sulla torta sarebbe l’ufficializzazione della distanza fra quelle Olimpiche naturalmente; sogno irrealizzabile in questo momento. Ci farebbe uscire dallo status di prova spuria e questo porterebbe a conseguenze incredibili al nostro movimento, ma resterà solo un sogno purtroppo.

Intanto quest’anno a Riga il primo ottobre si disputeranno i Campionati Mondiali di Corsa su Strada e per la prima volta oltre ai titoli dei 5.000m e della Mezza Maratona verranno assegnati anche i titoli mondiali sul Miglio. Una vera e propria novità che non potrà fare che bene al nostro settore.

Vi è da salutare poi con piacere e soddisfazione la nascita di un circuito analogo al nostro in Piemonte, il Trofeo Miglio Piemonte che ha preso il via il mese di giugno e si concluderà in ottobre in sette località Piemontesi. Con questo circuito si potrebbe iniziare una proficua collaborazione che potrebbe portare a grandi risultati.

C’è qualche pensiero e riflessione che vorresti condividere con noi in merito alla tua esperienza e più in generale alla storia fin a oggi vissuta con il Club del Miglio?
Ok non riuscire ad essere mai in vacanza dalla passione, ma sono in vacanza e quanto sopra riportato mi fa già parecchia compagnia. 😉

Alla tua domanda intrigante che necessiterebbe di uno spazio dedicato prometto di rispondere al termine della stagione dove a bocce ferme si potranno ripercorre gli oltre vent’anni del CdM in modo più approfondito, dando spazio anche ad altri, indispensabili ed altrettanto protagonisti, interlocutori che con me proseguono e perseverano da anni in questa utopia lunga 1609,34 metri.

Grazie di nuovo Marco per queste opportunità che ci offri e Buone Vacanze a te e a tutti gli amici che ci seguono con naturalmente un arrivederci a Cormano!

Scopri il Club del Miglio.    QUI
Iscriviti alla 8° tappa: 33° Miglio Ambrosiano     QUI

Official tag: #clubdelmiglio
Foto credit: iovedodicorsa

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Club del Miglio: la parola al patron Fulvio Frazzei Leggi tutto »

Disturbing Dolls: per correre al ritmo della musica

Musica e corsa, il binomio che anche quest’anno ha caratterizzato la 3°edizione della Ravenna Music Race – Beer Edition dello scorso 22 giugno. Oltre 1000 runners hanno corso al ritmo delle band disseminate lungo tutto il tracciato di corsa. Ad aggiudicarsi il contest musicale di questa edizione i Disturbing Dolls, che il prossimo martedì 29 agosto avranno l’occasione di esibirsi, in una serata tutta per loro, sul palco prestigioso del Darsenale-Summer Night Live. Andiamo a conoscere la band vincitrice in questa intervista.

Ciao ragazzi, chi sono i Disturbing Dolls e da quanto tempo la vostra band è in attività?
Ciao, i Disturbing sono un gruppo funk-rock relativamente giovane (del 2018), formato all’interno del contesto vivo e formativo del Mama’s scuola di musica.

Quali sono i vostri punti di riferimento musicali?
Ci piace sperimentare e cogliere spunti da una rosa di artisti molto variegata, ma due o tre nomi ve li potete sempre aspettare da noi: Sting, Steve Wonder e Prince!

Siete pronti per affrontare questa serata, cosa proporrete nel vostro repertorio il prossimo 29 agosto?
Ci stiamo preparando per questa serata da ormai quattro mesi. Serve molta preparazione perché vogliamo fare bene e perché non abbiamo mai fatto un’uscita così importante: questo, ammetto, ci carica tanto! Speriamo possa passare al nostro pubblico.

Quale è il vostro rapporto con la corsa e cosa vi ha spinto a partecipare come band alla 3° edizione della Ravenna Music Race?
Quella era la prima volta che partecipavamo alla competizione. Quando abbiamo saputo del contest ci siamo subito attivati per cercare di dare il massimo e sembra abbia ripagato.

Siete soddisfatti di questa esperienza, cosa ci dobbiamo aspettare per il prossimo futuro?
Siamo molto soddisfatti dei traguardi raggiunti fino a ora. Come detto, siamo una band giovane, abbiamo ancora molto da imparare e tempo per crescere. Speriamo di avere molte possibilità e palchi per farlo.

Visita il sito e scopri Ravenna Music Race     QUI

Official tag: #disturbingdolls
Foto credit: ravenna music race

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

Disturbing Dolls: per correre al ritmo della musica Leggi tutto »

Club del Miglio: acquisto Passaporto 2024

Acquista il tuo
Passaporto Club del Miglio 2024

Anche nel 2024 potrai partecipare a tutte le 10 gare del circuito del Club del Miglio a un prezzo agevolato pari a € 45.00* e approfittare di tutti i benefits inclusi.
– n. 1 paio di calze Cosmo Running Socks Grey iovedodicorsa
– n. 1 download gratuito nuovo brano musicale A due passi dal cielo
– n.1 buono sconto shop on-line iovedodicorsa € 30, valido per ogni acquisto non inferiore a € 80
– n. 1 confezione con 3 prodotti LEVITEN
– buono acquisto Cosmo Running Pouch a € 5.00 invece di € 17.90
– pettorali gratuiti o a prezzo scontato, di tutte le gare consigliate CDM

*benifits inclusi per aquisto passaporto entro e non oltre il 6 gennaio 2024.

La vendita ufficiale del passaporto è già iniziata. Puoi metterti in lista per la scelta del tuo numero di pettorale personalizzato.
Numeri pettorali disponibili da 1 a 100.

N.B. ricordiamo che la prelazione dei numeri di pettorale verrà data a tutti coloro che hanno acquistato il Passaporto 2023, fino al 31 dicembre 2023.

COME POSSO ACQUISTARE IL PASSAPORTO DEL CLUB DEL MIGLIO 2024?

– compila il form che segue
– effettua il pagamento del tuo passaporto con una di queste due modalità:

Importo 45€
 
1) Bonifico Bancario intestato a:
Fulvio Frazzei
Oggetto: Acquisto Passaporto CdM 2024
IBAN: IT81B0301503200000000043019
Fulvio Frazzei
Fineco Bank
 
2) Satispay

fulvio frazzei    3472200369

Ti chiediamo, una volta effettuato, di inviarci conferma di avvenuto pagamento via email a questo indirizzo allegandoci ricevuta contabile: info@iovedodicorsa.com.

Grazie per la tua adesione e la tua collaborazione

 

Club del Miglio: acquisto Passaporto 2024 Leggi tutto »

A Livigno il nuovo set fotografico

Livigno, sede di riferimento mondiale in altura a elevata vocazione sportiva e turistica, è la nuova location dell’ultimo set fotografico del brand brianzolo dedicato al mondo del running, IOVEDODICORSA.
La brigata del ristorante Al Mònd Vei, è stata scelta per rappresentare e portare avanti la mission e la filosofia della realtà che fa capo a Marco Frattini.

Marco, questa estate, è venuto a lavorare per noi. Siamo estremamente felici di aver accettato la sua proposta a partecipare e collaborare a questo progetto fotografico”, afferma John Cusini, general Manager Al Mònd Vei. “Non solo è stata un’esperienza molto gratificante, ma anche una modalità inusuale per consolidare un gruppo di lavoro affiatato e dinamico come il nostro”.

La gestione e la realizzazione di questo photo-set estivo è stata affidata ad Alessandro Martellotta. Specializzato in ritrattistica, moda e motori, ha all’attivo numerose esperienze prestigiose e internazionali, oltre a collaborare da anni con Marco Frattini e il suo brand.
La prima foto con Marco risale ai tempi dell’asilo. Nel corso di tutti questi anni abbiamo avuto modo di frequentarci e vivere assieme numerose nostre passioni. Ogni volta che mi cerca non so mai cosa aspettarmi. E’ stato davvero piacevole, oltre che inusuale per me, poter affrontare questo lavoro. Ho trovato un gruppo di persone davvero molto disponibili e professionali, in un contesto tanto paesaggistico, quanto rinomato come Livigno. Una due giorni che ha permesso di conoscerci e di poter prepararci al meglio a questo shooting fotografico. Un lavoro che abbiamo portato a termine con grande soddisfazione”.
Visita il sito del fotografo Alessandro Martellotta      QUI

La brigata del ristorante Al Mònd Vei, vede a capo dei due settori, cucina e sala, rispettivamente il giovane Chef (e runner) Gioacchino Saltarella, l’esperto responsabile di sala Maurizio Crapella. Il gruppo può contare su un team internazionale di 18 elementi provenienti oltre che dall’Italia, la nazione più rappresentata, da Albania, Australia, Giappone, Russia e Moldavia.
Guarda il video del backstage      QUI

La forza di ogni individuo sta nella propria testa e accanto alla persone cui vuole bene. Questo è il nostro slogan e aforisma che ci accompagna da sempre. Ritengo che rispecchi il gran lavoro di gruppo della nostra brigata qui Al Mònd Vei di Livigno”, afferma Marco Frattini. “Questo nuovo progetto fotografico vuole solo evidenziare, ancora una volta, come la capacità del singolo individuo vada di pari passo in armonia e costellazione con la forza di un gruppo. Anche in ambiti differenti rispetto a quello podistico che ci caratterizza e più ci rappresenta”.

Guarda tutte le foto del servizio fotografico             QUI
Acquista Cosmo Black, Sunset Colection 2018      
QUI

Official tag: #brigataalmondvei

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

A Livigno il nuovo set fotografico Leggi tutto »

CUNEO: 6 X SEMPRE FINO ALL’ULTIMO

Il 23 settembre a Cuneo, presso il Parco Fluviale Gesso e Stura, al via la 1° edizione di 6 X SEMPRE FINO ALL’ULTIMO, gara podistica a eliminazione. Chi vincerà? Non il più veloce, ma l’atleta che dimostrerà di essere il più resistente di tutti.

Dall’America la nuova sfida per tutti i podisti
Questo evento prende spunto da un format americano rivisitato per offrire ai partecipanti un’esperienza nuova a stimolante. Si tratta di percorrere a oltranza un circuito su fondo misto lungo 6 Km in un tempo prestabilito, ridotto di un minuto a ogni ripetizione. Al primo turno si ha 1 ora di tempo e si procede a scalare. A ogni turno ripartono tutti insieme gli atleti che hanno completato il giro precedente nel tempo a previsto. Solo due saranno i vincitori: il primo uomo e la prima donna che completeranno più giri. Sono previsti premi in denaro. 

Tanti i campioni che si metteranno alla prova
Sarà un grande evento di sport, musica, divertimento e soprattutto solidarietà. Una prima edizione con un parterre di grandi atleti: GIORGIO CALCATERRA, MICHELE GRAGLIA, MARCO OLMO, SARA PASTORE

Di corsa a sostegno dell’associazione “La cura nello Sguardo”
Correre è bello, ma lo è ancora di più se lo si fa per una giusta causa. Una parte del ricavato dalla vendita dei pettorali verrà infatti devoluto all’associazione La Cura nello Sguardo. L’associazione ha come scopo quello di intraprendere concrete iniziative finalizzate a promuovere la conoscenza delle Cure Palliative e nello specifico delle attività offerte nel territorio dall’ASL CN1.

Cuneo e il Parco Fluviale Gesso e Stura
Con la sua estensione per 5.500 ettari è lo spazio naturale ideale in cui dedicarsi allo sport, trascorrere il proprio il tempo libero, avvicinarsi ad attività didattiche e culturali. Una vera e propria oasi verde cittadina di percorsi ciclo-pedonali che attraversano tutto il territorio del parco per godersi appieno la natura e il suo paesaggio ricco di percorsi adatti per escursioni a piedi o in bicicletta. Bacheche, paline e leggii guidano il visitatore alla scoperta del territorio nei suoi tratti naturalistici e storico-culturali. 

I dettagli di gara
Gara podistica di corsa su strada su terreno misto asfalto 10% e sterrato 90% riservata ad atleti italiani e stranieri, muniti di certificato medico agonistico in corso di validità.
Percorso di 6 Km circa, con 30 m di dislivello positivo
Partenza ed arrivo nell’area «Casa del Fiume» del Parco Fluviale Gesso e Stura di Cuneo
A partire dalle ore 10:00 di sabato 23 settembre 2023, tutti i concorrenti partiranno in un unico gruppo per completare il primo giro di 6 km in 60 minuti.
Solo chi avrà percorso i 6 km nei 60 minuti potrà riallinearsi alla nuova partenza
Alle 11 ci sarà un nuovo start.
Nei giri successivi verrà tolto un minuto a ogni nuova partenza.
Ogni sessione si ripeterà No Stop fino a quando non ci saranno più concorrenti.

N.B. Solamente chi sarà stato in grado di percorrere il giro nel tempo limite potrà posizionarsi sulla linea di partenza per il successivo. Vince chi riuscirà a percorrere più giri di tutti gli altri concorrenti

Ristoro e Pasta Party Non-Stop
Per tutta la durata della competizione sarà attivo un Party Pasta Non Stop aperta agli atleti e al pubblico, oltre ad attività ricreative, musica dal vivo e concerti organizzati in collaborazione con NUOVO il locale di Cuneo partner dell’evento.

Il programma
Presso il “VILLAGGIO 6 PER SEMPRE, FINO ALL’ULTIMO…” situato all’interno dell’area del Parco Fluviale Gesso e Stura di Cuneo, Via Porta Mondovì:
Venerdì 22/09/2023:
• Dalle ore 16:00 alle ore 19:00 ritiro pettorali e pacchi gara.
Sabato 23/09/2023:
• Dalle ore 07:00 alle ore 09:30 ritiro pettorali e pacchi gara.
• Ore 09:30 Briefing.
• Ore 10:00 partenza.
Premiazioni all’arrivo dell’ultimo concorrente delle due categorie uomini e donne.

Le premiazioni
Verranno premiati unicamente il primo uomo e la prima donna con il maggior numero di giri percorsi, nel caso di ex aequo, il premio verrà suddiviso equamente tra i vincitori/trici .
(Il premio indicato viene garantito al raggiungimento dei 100 iscritti, nel caso di numero inferiore il montepremi corrisponderà a 10 € moltiplicato per ogni atleta iscritto)

Montepremi
1^ uomo classificato 500,00 euro
1^ donna classificata 500,00 euro

Contatti:
Cell: +393357202300
email: info@seipersempre.run

Iscriviti alla 1°edizione di 6 X SEMPRE FINO ALL’ULTIMO     QUI
Vai sul sito dell’evento e leggi il regolamento   QUI

Official tag: #6xsemprefinoallutimo
Foto credit: ufficio stampa 6 X SEMPRE RUN 

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il running

CUNEO: 6 X SEMPRE FINO ALL’ULTIMO Leggi tutto »

Club del Miglio: 24° Miglio Atletica Lonato

Sabato 1° luglio, 24° Miglio Atletica Lonato, 7° e ultima prova prima della pausa estiva del circuito del Club del Miglio.
L’evento valido come gara regionale su Pista, si svolgerà presso il campo Sportivo Gabre Gabric, in via Don Luigi Barberis, San Polo (Brescia) prevede competizioni dedicate sia al settore giovanile che a quello assoluto. Con Stefano Avigo, responsabile Atletica Lonato, anche quest’anno si mette a disposizione per introdurci questa manifestazione.

Buongiorno Stefano e ben ritrovato, passano gli anni, ma non cessa il piacere di mettersi alla prova sulla distanza del Miglio. A che punto siamo coi preparativi?
Buongiorno a te. Ci stiamo avvicinando frettolosamente a sabato ma siamo a buon punto con la preparazione del pacco gara e delle premiazioni. Per quanto riguarda la logistica, la pista del centro sportivo Gabre Gabric è in perfetto stato e il tartan e gli spogliatoi sono pronti per ospitare gli oltre 200 atleti che parteciperanno.

Occhi puntati sempre al futuro, con il settore giovanile: chi saranno gli atleti da seguire con maggior interesse?
Per quanto riguarda il settore giovanile, abbiamo iscritti 4 cadetti che hanno tempi di accredito molto interessanti, specialmente Duoccio Gianluca che ha un pb di 2’42 e nelle cadette, Paggi Matilde del G.P. Valchiavenna: l’attendiamo per un sub 3’.
Per quanto riguarda il Miglio donne ci sono le veterane che faranno da padrone e abbiamo il rientro di Tavelli Lia alle competizioni alla ricerca della migliore condizione fisica.
Nel settore maschile i fratelli Galvani dovranno confrontarsi con Sposato Alessio che attualmente ha il miglior accredito.

Oltre alla classica distanza sul miglio in programma sono previste altre prove: come è possibile iscriversi e partecipare? Ci si potrà iscrivere anche a più di una specialità?
Come consuetudine abbiamo inserito in programma altre prove che sono: 400m piani, salto in alto e lancio del giavellotto. Chi vorrà potrà iscriversi senza problemi a due specialità; le iscrizioni sono sempre inserite nel portale della FIDAL on-line nella sezione “iscrizioni gare”.

Previsti nei prossimi giorni, temperature piuttosto elevate, ma quale sarà il vostro antidoto per far sentire meno il caldo e la fatica?
Abbiamo cercato di posticipare l’inizio delle gare verso sera e in più la location della pista è in una posizione vicino alle colline di Brescia che porta sempre un vento piacevole e sicuramente toglierà quel caldo che in questi giorni è assai fastidioso.

Dopo questa giornata ricca e intensa, Atletica Lonato andrà in vacanza o avrete nuovi impegni da affrontare?
Abbiamo dovuto anticipare la data del Miglio per questioni personali in quanto l’Atletica Lonato ha affrontato in questi ultimi due mesi, l’organizzazione di cinque manifestazioni importanti quindi, possiamo anche prenderci un attimo di pausa meritata, ma solo per quanto riguarda l’organizzazione di gare mentre per l’attività di corsi e attività personali sportive (partecipazioni a gare su strada, pista o trail), quella non ha pause.

Grazie e in bocca al lupo per la buona riuscita del 24° Miglio di Lonato

Iscriviti alla 7° tappa: 24° Miglio Atletica Lonato     QUI
Scopri il Club del Miglio.    QUI

Official tag: #clubdelmiglio
Foto credit: Club del Miglio

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runninArgento

Club del Miglio: 24° Miglio Atletica Lonato Leggi tutto »

Club del Miglio: Miglio 1609,34 metri di passione

Il 27 maggio salterà la tappa del Club del Miglio prevista a Carate Brianza (MB), sostituita in un batter d’occhio dall’appuntamento nella pista “di casa” a Pioltello. “Miglio 1609,34 metri di passione” è il tributo e il nome, che riteniamo più che adatto, di questo nuovo evento targato CDM. Una 1° edizione che suggeriamo di tenere in cantiere per quelle che potranno essere situazioni di emergenze organizzative in futuro. Avevamo calcolato di risentirci a fine stagione e invece, diamo nuovamente la parola al Patron Fulvio Frazzei per parlarci di come sia stato possibile affrontare questo cambiamento, ovviamente per i non addetti ai lavori, apparentemente in maniera così disinvolta.

Ciao Fulvio, salta improvvisamente la tappa a Carate Brianza, forse tra le più partecipate e che, senza ombra di dubbio, ha visto negli anni una crescita numerica e organizzativa più che sensibile. A cosa è dovuto questo stop, torneremo in futuro a correre l’evento organizzato dai Daini Carate?
Purtroppo quanto successo a Carate ha dell’incredibile…pista appena rifatta, il comune tranquillo chiede la conferma dell’omologazione..per tutta risposta giunge da Roma la conferma si dell’omologazione ma solo per i risultati ottenuti fino alla categoria cadetti…da Allievi in su i risultati non verranno ufficializzati. Da qui la querelle fra il comune e la federazione per risolvere questo problema che si protrae ormai da mesi. La buona riuscita delle ultime prove a Carate è coincisa con la partecipazione di atleti di buon livello nazionali attratti da gare ad hoc ed anche, per quanto ci riguarda, dal doppio cronometraggio 1500/miglio con l’ufficializzazione di entrambe le prestazioni.

Il fatto di non poter sostenere per il motivo sopracitato una prova di buon livello ha fatto prendere la decisione alla Società di sospendere la prova per quest’anno in attesa di sviluppi futuri. Inutile nascondere che il nostro movimento sia rimasto male per questa decisione in quanto Carate è diventata negli anni uno dei nostri punti di forza nel circuito e gli amici partecipavano molto volentieri in questa trasferta brianzola.

La macchina del Miglio, ormai più un carro-armato corazzato, non ha fatto tempo a incassare il colpo che già aveva trovato modo di colmare questo vuoto, è così?
La delusione della scelta dei Daini ha fatto scattare questa molla nelle altre 9 Società per rispetto soprattutto dei 100 amici che quest’anno hanno acquistato il Passaporto e di tutti coloro, più di quanto si possa immaginare, che hanno già organizzato la propria stagione con quel sabato impegnato. E così  contando sulla tradizionale disponibilità degli amici dell’Athletic Team (con discorso avviato anche con Voghera e Cornaredo che non manco di ringraziare) si è virata rotta ed eccoci nel nostro porto sicuro di cui ormai conosciamo…ogni buca. Purtroppo l’abnegazione e l’immancabile disponibilità della Società non è supportata come meriterebbe dalle istituzioni ed una delle piste più vissute da anni del nostro circuito e non solo meriterebbe un restyling importante,
Scelta gradita da tutti, condivisa con la Federazione che ha preso atto senza nessun problema della variazione di località.

Quale sarà il programma di questa manifestazione e cosa ci dobbiamo aspettare?
Non siamo in grado di riproporre a Pioltello lo stesso programma gare previsto a Carate ci concentreremo dove siamo più forti: la “solita” prova sul Miglio classica dagli Allievi in su’ e su distanze ridotte per Cadetti Ragazzi ed Esordienti. Per questi ultimi i 400 metri per Ragazzi e Cadetti i 1000 metri.

Premiazioni consuete come da regolamento CdM, ampio parcheggio, tribune fruibili, cosi come spogliatoi e docce. A livello logistico tutto perfetto, speriamo di poter ripetere la prova svoltasi sempre qui un paio di mesi fa che tanto successo ha raccolto. Ringrazio naturalmente gli Amici del Team in primis per il grande apporto e disponibilità, le altre società del CdM che daranno il loro importante contributo sia a livello organizzativo che partecipativo e già da ora tutti gli atleti che interverranno confermando così che la mossa imprevista sia stata comunque gradita e meritevole d’essere vissuta premiando cosi con l’immancabile entusiasmo i tanti amici che sono tutt’ora impegnati nell’organizzazione.

Come è possibile iscriversi e partecipare alla gara “Miglio 1609,34 metri di passione” a Pioltello del 27 Maggio?
Procedura tradizionale con iscrizioni tramite il portale Fidal Tessonline entro le ore 23.00 del martedì precedente la prova con conferme entro la stessa ora di giovedì. Partecipazione libera anche a ragazzi tesserati eps fino alla categoria cadetti compresa. Dagli Allievi in su tesserati Eps e possessori di Runcard la partecipazione non è invece consentita.

Ne approfittiamo per una panoramica a più ampio respiro, visto che a Pioltello saremo proprio al giro di boa. Imprevisti a parte, come sta andando questa stagione 2023 del Club del Miglio?
Non ci possiamo lamentare, la ripresa di tutte le manifestazioni “sospese” negli ultimi tempi ed il fiorire di altre gare soprattutto in campo giovanile, sta di fatto diluendo le presenze un po’ in tutte le manifestazioni “classiche” e non.
Noi restiamo in un ambito di “nicchia” con un grande gruppo di appassionati ( tutti i 100 Passaporti per la prima volta nella pur breve storia hanno trovato casa ndr), che con il loro entusiasmo fungono da trascinatori nelle società di appartenenza…l’entrata ufficiale nel CdM anche come organizzatori da parte di Società storiche milanese Road Runners Club Milano e G.S. Montestella contribuiscono a far questi 10 momenti di ritrovo vere e proprie feste senza tralasciare naturalmente la componente agonistica che viene garantita sempre dalla presenza di giudici con le migliori tecnologie richiesta dalla prova stessa.

La composizione delle serie in base ai tempi di accredito ha contribuito a rendere ancor più entusiasmanti, se possibile, le prove con gare equilibrate come non mai. Senza tralasciare poi il discorso sulle prestazioni personali che anche se non di primissimo livello vengono comunque premiate in caso di miglioramento nel corso della stagione scalando via via le serie in funzione delle prestazioni ottenute…si parte dalla decima serie e magari a fine stagione si è in quinta o sesta e questo vale più di un podio per molti amici.

Il fatto che fra le società ai vertici della classifica vi siano in quella Assoluta l’ormai tradizione testa a testa fra Road Runners Club Milano ed Athletic Team Pioltello, ma fra le Giovanili e la Supercoppa vi siano due new entry nel CdM come Forti e Liberi Monza e U.S. Nervianese testimonia la vivacità del movimento quanto mai entusiasta di un circuito che da oltre vent’anni persevera nella sua “utopia”  premiato da questi risultati.

Vi aspettiamo a Pioltello, poi a Codogno, a Brescia…
Buon Miglio a tutti!

Iscriviti alla 5° tappa: Miglio 1609,34 metri di passione     QUI
Scopri il Club del Miglio.    QUI

Official tag: #clubdelmiglio
Foto credit: Club del Miglio

 

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runninArgento

Club del Miglio: Miglio 1609,34 metri di passione Leggi tutto »

Un passo per Ravenna

Il brand iovedodicorsa sostiene e promuove l’evento virtuale UN PASSO PER RAVENNA in favore della popolazione romagnola colpita dalla terribile alluvione che ha devastato gran parte del territorio ravennate.

Sollecitati da più parti ad attivarci a seguito della recente emergenza in tutta l’Emilia Romagna e di promuovere iniziative che potessero sostenere economicamente la popolazione, come già accaduto in passato, si è ritenuto più efficace mettersi a disposizione dell’evento organizzato da ASD Ravenna Runners Club, una realtà con la quale siamo in stretto contatto e direttamente coinvolta in questa situazione” afferma Marco Frattini, titolare del brand iovedodicorsa.

Sarà nostra premura metterci a disposizione non solo sul fronte economico, ma soprattutto amplificando la richiesta di sostegno coinvolgendo più partner possibili. Su questo fronte abbiamo avuto già numerose conferme: Club del Miglio, Piossasco Trail Runners, Africa&Sport e chiunque avrà a cuore questa situazione. E saremo in tanti, ne siamo più che convinti. Questa è una gara che si vince solo correndo tutti uniti e assieme”.

Abbiamo fatto questa raccolta fondi – dice Stefano Righini, Presidente di Ravenna Runners Club – perché la nostra città ci ha sempre dato tanto e ora ha bisogno di noi. Ci faremo trovare pronti, il poco o il tanto che riusciremo a raccogliere sarà comunque un aiuto in favore della città di Ravenna. In accordo con il Comune di Ravenna, verseremo il totale delle donazioni che serviranno per aiutare i cittadini e le attività che sono stati fortemente danneggiati da questo terribile evento naturale. Siamo consapevoli che anche lo sport debba attivarsi per aiutare nella ricostruzione. Noi abbiamo deciso di sensibilizzare il mondo del running che da sempre riconosce la bellezza della città di Ravenna e l’ospitalità della sua popolazione. Ora chiediamo loro di scendere in campo per aiutarla a poter tornare come era prima, e quindi, meravigliosa”

Effettua subito la tua donazione    QUI 

Official tag: #emergenzalluvionemiliaromagna
Foto credit: Maratona di Ravenna Città d’Arte

 

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runninArgento

Un passo per Ravenna Leggi tutto »

Club del Miglio: 3° Miglio di Vignate

Il Miglio di Vignate è una delle prove più recenti e “giovani” inserite nel calendario del Club del Miglio. L’evento organizzato da Atletica Vignate, si presenta come una giornata di sport dedicata al mondo dell’Atletica Leggera con la prova sul la distanza del Miglio a fare gli onori di casa.
Ne parliamo con Davide Ripamonti, responsabile dell’Atletica Vignate.

Buongiorno Davide, siamo già al 3° Miglio di Vignate. Siete pronti ad affrontare questa nuova edizione?
Certamente, siamo molto soddisfatti di tenere anche questa terza edizione qui in casa nostra. Vedere che anche quest’anno siamo riusciti a portare un po’ di competizione anche a Vignate non ha prezzo; reduci dall’edizione di successo dell’anno scorso ci stiamo già muovendo per tutti i preparativi, il programma gare sarà intenso. Non vediamo l’ora di accogliere tutti!

Il 3° Miglio di Vignate vuole essere una manifestazione sportiva che veda la partecipazione di atleti di ogni età e livello. Quale sarà il programma completo e quali sono le vostre aspettative in merito?
Programma denso il 20 maggio: come contorno al miglio vero e proprio avremo una novità di quest’anno per la categoria Esordienti, ovvero il triathlon, dove i piccoli atleti si sfideranno nei 400m, nei 50m e nel lancio del vortex; non mancheranno però i soliti 1000m Ragazzi e Cadetti. Grazie alla collaborazione con Fidal Milano e il Comitato Regionale Lombardia terremo anche concorsi di salto in alto maschile e salto in lungo per i Cadetti; come gare di velocità avremo i 60m Ragazzi, 80m Cadetti e, per gli Assoluti, i 200m, anch’essa novità di quest’anno. Si vedranno delle belle sfide. Tutte le informazioni verranno poi pubblicate sul nostro sito.

Il vostro evento è dedicato alla memoria di Ruggero Tagliaferri: ci puoi raccontare e parlare di Ruggero?
Personalmente io, data la mia età di 25 anni, non ho conosciuto di persona Ruggero; mi sono fatto però raccontare chi fosse e sinceramente questo evento è, secondo me, il modo migliore per ricordarlo; dalle parole degli storici e veterani della nostra atletica, Ruggero era una persona davvero speciale, sempre attivo e disponibile come volontario nella gestione, un ottimo allenatore molto capace ed esperto, che riusciva a tenere unito il gruppo master della nostra società, il tutto sempre con sorriso e voglia di fare. Era per tutti, oltre che un coach, un amico sincero su cui si poteva contare. Era anche un ottimo appassionato del miglio, quindi dedicarlo a lui è la scelta più giusta per onorarne il suo ricordo.

Come è possibile iscriversi alla gara sul Miglio del 20 Maggio?
Molto semplice! Essendo un evento realizzato in collaborazione con la Fidal, le società affiliate a quest’ultima utilizzeranno il solito portale sigma tess_online per procedere all’iscrizione. Tutte le informazioni, comunque, si possono trovare sul sito Fidal e, a breve, anche sul nostro sito di società www.atleticavignate.com .

Fiore all’occhiello dell’Atletica Vignate è il Giro dei Fontanili la cui prima edizione risale oramai al lontano 1986. Ce la può presentare?
Il 29 ottobre 2023 organizzeremo la 35° edizione del Giro dei Fontanili sempre qui a Vignate; è una manifestazione non competitiva che si snoda sul percorso cittadino vignatese e nelle campagne dei paesi limitrofi e che mischia parti su strada e parti sterrate, stile cross; si potrà scegliere tra i 7,5km, i 16km o i 22km. È aperta a tutti, dai runner più competitivi alle famiglie che desiderano passare una mattinata all’insegna del movimento e della corsa. Siete tutti i benvenuti, Vi aspettiamo!

Iscriviti al 3° Miglio di Vignate     QUI
Scopri il Club del Miglio.    QUI

Official tag: #clubdelmiglio
Foto credit: Club del Miglio

 

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runninArgento

Club del Miglio: 3° Miglio di Vignate Leggi tutto »

Lago Maggiore Half Marathon

Domenica 14 maggio torna la Mezza Maratona del Lago Maggiore.
C’è ancora tempo per richiedere il codice sconto su
www.ciaorunner.com per partecipare a un prezzo agevolato, non solo in uno dei tracciati più belli e affascinanti tra le mezze maratone italiane, ma anche tra più veloci.
Richiedi subito il codice sconto
QUI

Nella storia di questa manifestazione il crono di 59’06” del keniano Daniel Kipchumba, il secondo su suolo italiano all time sulla distanza con percorsi certificati di categoria “A”, la partecipazione della primatista mondiale di maratona, la keniana Brigid Kosgei (2h14’04”, Chicago 2019) che nel 2017 ha chiuso in 1h07’35”, tutt’ora record del percorso femminile e i primi due gradini del podio 2021 occupati da primatista ed ex-primatista europeo di mezza maratona, lo svizzero Julien Wanders e il norvegese Sondre Moen, entrambi allenati da Renato Canova.

Attese quasi 2mila persone, al via anche la 10 km competitiva e non competitiva. Tantissimi gli stranieri e da fuori Regione, che coloreranno le sponde del Lago Maggiore aggiungendo una nota di allegria ad un territorio dalla bellezza straordinaria.

Come afferma l’organizzatore Paolo Ottone: “Vetrina importante per il nostro territorio a livello internazionale. Sono sempre felice di dare continuità agli appuntamenti che, oltre a un’occasione di sport, sono una vetrina per il nostro bellissimo territorio che fa da sfondo come in una cartolina. Grazie al sostegno delle istituzioni e di partner importanti come SPORTWAY, CRAFT, Autotorino Spa e Isostad, al mio staff e al corpo di volontari coordinati dalla Questura di Verbania, senza i quali non sarebbe possibile svolgere l’evento, siamo giunti alla XV edizione e abbiamo avuto l’occasione di avere qui atleti di calibro internazionale. La gara avrà quasi 2mila partecipanti e tornerà in versione domenicale, in una bella domenica di primavera inoltrata, spero che per tutti sia l’occasione per concedersi una mini vacanza.

Due le manifestazioni competitive, la Lago Maggiore Half Marathon di 21,097 km e la 10 km, entrambe anche in versione non competitiva, quest’ultima con partenza differita di cinque minuti. Il primo colpo di pistola sarà per la XV LMHM alle ore 9.00 dallo splendido lungolago di Stresa da cui i podisti raggiungeranno Verbania dopo aver affrontato un percorso velocissimo e panoramico, caratteristiche che hanno fatto guadagnare all’evento il riconoscimento di “percorso più panoramico d’Italia” e tra i più veloci del Bel Paese. Partenza della 10 km alle 10.00 da Fondotoce in direzione di Verbania dove i runner di entrambe le manifestazioni condivideranno il traguardo.

T Shirt e Medaglia per tutti i partecipanti
T-SHIRT – È una tradizione consolidata e sempre molto apprezzata quella della T-shirt tecnica che i runner ricevono insieme al pacco gara, in ricordo della partecipazione alla manifestazione. Rosa per lei, blu per lui, entrambe raccontano un importante e suggestivo scorcio del territorio, il profilo dell’Isola dei Pescatori stilizzato sul petto, appena al di sotto di un decoro geometrico tono su tono. Il nome dell’evento è in grossi caratteri con linee azzurre che ricordano le acque del Lago Maggiore. A completamento, i loghi dei partner dell’evento.

MEDAGLIA – Impareggiabili le emozioni del traguardo alle quali si aggiungono quelle della medaglia finisher, un oggetto di metallo dorato nel quale è inciso, in analogia con la T-shirt, il profilo dell’Isola dei Pescatori che poggia sulle acque del Lago Maggiore. Il nome dell’evento è riportato su un secondo anello impreziosito da alcuni angoli che conferiscono un effetto cornice trasformando l’intaglio dell’Isola in un vero e proprio piccolo quadro. Toni di blu per il nastro decorativo che riporta nome e data della manifestazione.

Dove alloggiare
Trattandosi di un contesto dalla straordinaria
offerta turistica, sul sito della manifestazione sono disponibili una sezione dedicata all’OSPITALITA’ e una GUIDA SPETTATORI. Tra le strutture aderenti, il Continental Camping Village, pronto ad offrire tutti i comfort per una mini vacanza di primavera, di famiglia o con gli amici.

Iscrizioni
Le iscrizioni sono già attive.
Iscriviti subito
QUI

Official tag: #lagomaggiorehalfmarathon
Fonte e foto credit: Cesare Monetti, Ufficio Stampa Sport PRO-MOTION A.S.D.

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runninArgento

Lago Maggiore Half Marathon Leggi tutto »

Trento Running Festival

Dal 1° marzo si sono aperte le iscrizioni alla Trento Half Marathon e al velocissimo Giro del Sas, 10k lungo il percorso del centro storico, gare regine del Trento Running Festival, giunto quest’anno alla 7°edizione.
Un successo che negli anni ha visto confermare e crescere non solo la partecipazione degli atleti, ma anche il livello atletico, la qualità dell’evento e di tutta la macchina organizzativa.
Ne parliamo con Ferruccio Demadonna, presidente A.S.D. Città di Trento, organizzatore e tra i fondatori della kermesse podistica trentina.

Buongiorno Ferruccio, ci può raccontare come è nata l’idea del Trento Running Festival?
Nasce dall’unione di due manifestazioni: il Giro al Sas internazionale, una manifestazione che giunge alla 76° edizione con un albo d’oro che racconta la storia dell’atletica nella sua evoluzione, da europea agli inizi ad africana ora. Farcic, Ambu, Philips sono i protagonisti della prima fase, i Bekele, Tergat, Edriss, Kiplimo coprono gli anni più recenti, senza trascurare le vittorie dei Panetta e dei Baldini. Al Giro al Sas si aggiunge la Trento Half Marathon che lo scorso anno si è voluta scrollare di dosso il nome di sorella minore vedendo transitare sul traguardo il campione mondiale Tamirat Tola che con 59’49’’ ha stabilito il record della gara. Al femminile abbiamo 1:08’34’’ di Purity Rionotipo.
Questo è il cuore del Trento running Festival: sabato pomeriggio le gare giovanili e amatoriali precedendo il Giro al Sas, lo spettacolo della Kids Run che vede i bambini da 2 a 8 anni correre, camminare, piangere e invadere il palco premiazioni in massa prima della gara clou. Anche l’Half Marathon ha visto completare il panorama con una 10k e con l’Happy Family Run non competitiva rivolta a tutti.

Quale è il valore e l’impatto di questo grande evento sulla città di Trento e su tutto il territorio circostante?
Il Giro al Sas affonda la sua fama ben oltre le 75 edizioni che conosciamo. Si trovano cronache di gare di corsa su strada fin dal 1907 e quindi affermare che fa parte della ‘piccola storia’ della città non è certo presunzione. Il pubblico sfiora le 10000 presenze e su via Belenzani per trovare un posto bisogno presentarsi con grande anticipo prima della partenza del Giro al Sas internazionale. La manifestazione ha tre obiettivi: promozione della sport, promozione del territorio e spettacolo puro a fare da traino a questo evento. Da anni Giro al Sas e Half sono trasmessi in diretta streaming su una tv locale e in differita su RAI Sport.

Siete soddisfatti della risposta e della partecipazione del pubblico?
Il pubblico è testimonianza del valore della manifestazione che si svolge al sabato in centro città (il Giro sl sas è la passeggiata in centro città dei trentini). La Trento Half ha un percorso veloce ma gode della scenografia della città a partire dalle sue torri, dal Castello del Buonconsiglio, dal Muse e con l’arrivo nel salotto buono di piazza Duomo sotto la fontana del Nettuno, simbolo della dovizia d’acqua della città, ripreso nel logo della Half Marathon..

Come hanno accolto i cittadini questa iniziativa?
Le istituzioni collaborano in modo importante soprattutto ad attenuare impatti burocratici che, come sa ogni organizzatore, rendono difficile la vita e talvolta spingono ad abbandonare. Fondamentale è poi la presenza del tessuto economico cittadino privato che sostiene la manifestazione che ha costi importanti.

Trento e tutto il trentino sono terra di grandi campioni dello sport: chi saranno i protagonisti della prossima edizione?
Una fortuna è la presenza nel comitato organizzatore di Gianni Demadonna, atleta con un bel passato (vincitore anche del Giro sl Sas) e oggi uno dei primi manager al mondo. Un merito gli va riconosciuto sulla tenuta dei galattici albi d’oro in questi ultimi anni in cui ha sempre portato campioni mondiali e olimpici e i migliori italiani.
Al primo ottobre saremo in concorrenza col campionato del mondo di mezza maratona. Avremo qualche italiano di vertice in meno, ma vorrà dire che la battaglia che organizzeremo nella mezza avrà l’obiettivo di fare nuovi record della manifestazione. Per il Giro al Sas l’attesa è che un italiano scali il podio fino al primo gradino. Yeman Crippa può essere il nuovo eroe del Giro che ha corso fin dalle categorie giovanili. Il gioco è duro, ma anche Yeman lo è senza ombra di dubbio.

Perché venire a correre e vivere il prossimo ottobre l’esperienza del Trento Running Festival?
Trento offre un percorso scenografico e veloce, un’accoglienza che vogliamo gentile. Non si corre solo per vincere: Trento si presenta con la sua natura, i suoi colori, la sua storia, i suoi musei: può essere la metà di una bella gara e merita certamente un viaggio.

Partecipa al Trento Running Festival e iscriviti subito    QUI

Official tag: #trentorunningfestival
Foto credit: ufficio stampa Trento Running Festival

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runninArgento

Trento Running Festival Leggi tutto »

Cosmo Running Socks e Run2gether

Le calze da running Cosmo Running Socks volano e vincono ai piedi degli atleti keniani del team Run2gether, impegnati sulle strade e nei campi di gara non solo in Italia, ma in tutto il mondo.
E’ un connubio vincente quello tra il brand brianzolo di Marco Frattini, iovedodicorsa, e il team austriaco Run2gether tra le cui fila militano i ragazzi degli altopiani africani.
Per il secondo anno consecutivo il brand iovedodicorsa è fornitore di calze del Team Run2gether

Le calze Cosmo Running Socks Grey, sono il nuovo e recente modello presentato dal brand di Meda, scelto per accompagnare e supportare in allenamento e in gara tutti gli atleti per la stagione 2023/2024.
Cosmo Running Socks Grey è la calza per correre in PTFE NanoGLIDE®, tessuto che garantisce una calzata anatomica avvolgente, la sensibile riduzione degli attriti, oltre all’ottima mobilità articolare e la conseguente performance.

Acquista subito Cosmo Running Socks   QUI

In occasione della Sarnico Lovere Run 2023, abbiamo avuto il piacere di incontrare e conoscere Dorine Jerop Murkomen e Michael Selelo Saoli, entrambi vincitori  lungo lo splendido tracciato del lago d’Iseo. Dorine migliora il nuovo record femminile della gara e taglia il traguardo in 1h23’53”, sgretolando il precedente primato di 1h26’56” appartenuto a Caroline Cherono dal 2015.

Da segnalare poi la grande prova di forza e tenacia di Michael che ha voluto essere presente alla partenza nonostante un problema accorso in fase di riscaldamento, portando a termine la sua fatica con una vittoria di spessore.

Prossimo appuntamento e occasione che avremo per incontrare i ragazzi del Team Run2gether, sabato 6 e domenica 7 maggio alla Bibione Half Marathon, ospiti presso il nostro stand iovedodicorsa, all’EXPO dellla manifestazione.
Ci vediamo a Bibione.

Official tag: #cosmorunningsocks #run2gether
Foto credit: ufficio stampa Sarnico Lovere Run – Africa&Sport

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runninArgento

Cosmo Running Socks e Run2gether Leggi tutto »

Discover Mongolia Trail Run

From the glories of Genghis Khan’s empire to the present day. The charm of Mongolia remains unshaken and unchanged over the centuries. Land of expanses, steppes and deserts, of wayfarers and shepherds. The world told in the Milione, the book of the long travel and experience of Marco Polo, son of a family of merchants from Venice. Mongolia is a vast expanse conditioned by a climate that is anything but mild, where landscapes, habitats and traditions are perfectly preserved and handed down from generation to generation.
With Joan Carbonel, organizer of the mongolia trail run, let’s discover this part of the world.

Hi Joan, welcome back, let’s start immediately with a dry question: what led you to tie yourself to Mongolia?
Mongolia had always been an undiscovered territory for me. Luckily, I got to know it in 2017 on a motorcycle trip. Upon returning home I felt the need to create a trail running product in these beautiful landscapes. Undoubtedly a very romantic project, made from the heart.

What are the major differences between the European world and the Mongolian civilization?
The relationship with nature and the relationship with time. The race takes place in places where time seems to stand still. It is a merit of wanting to preserve the traditions of the Mongolian nomads. Their lifestyle, their customs, their freedom in such a vast space. The relationship with the animals and the acceptance that nature is strong and capricious, always adapting. They are hospitable by necessity and it shows at all times.

What are the aspects that most fascinate you about this land and the most controversial ones?
I am fascinated by the landscape, the animals in freedom, the power of nature, the Mongolian culture and how proud they are of it, contemplating the nomadic lifestyle in which few Europeans could adapt with our frenetic day to day life. To gain time to time. Time to exist and to feel life.
It is controversial the difference between the capital and the rural areas, the need they have to want to westernize (or Americanize), the sudden changes of weather in which you can go from sun and heat to cold summer.

In addition to being a running experience, the Mongolia Trail Run is above all a travel experience: how do these two factors complement each other in your proposal?
Without a doubt, Mongolia Trail Run is more than a race. It is a trip that integrates the trail running stage race with that other part that shows you the nomadic culture, either with visits to local yurts to talk to them, see how and what they do, how is their daily life, visits to museums, temples, the explanations of the guides, the relationship with the local staff of the race … all this makes you experience a great trip, a trip more complete than the simple race. Now, the routes of the stages have been designed to show various landscapes of Mongolia, from the desert to the steppe and passing through its hills and forests; the last stage, passing by several important monuments of the Karkhorin area, ends in one of the most important preserved temples of Mongolia, so that you end up not only discovering a territory doing sport, but you become impregnated with its people and traditions.

How is it possible to participate in the Mongolia Trail Run and what are the requirements to participate?
Participating in the Mongolia Trail Run has the differential fact that it allows you to run with a small backpack of about 20 liters each day. Just enough to carry the mandatory material (raincoat, gloves and hat) plus 1 kitro of water and some food, since the stages have an average of 30 km and every 10 km there is a refreshment station. At the end of the stages, the life bag is recovered along with a complete buffet prepared to recover strength. And once in the accommodation, (campsites called Tourist camps) you will have a yurt to rest where your travel suitcase will be, a hot shower and a recovering dinner.
This race format allows you to easily recover from the wear and tear of each day, so participating in the Mongolia Trail Run does not require more than being a little fit and being a regular runner or walker. Another of the facilities offered is being able to participate in the Nomad modality, in which you can skip 2 stages, if for some reason you need to rest one day.
And how could it be otherwise, Mongolia Trail Run is open to accompanying persons with a parallel cultural program during race hours. Are you coming?

 

Discover Mongolia Trail Run and all fascinating RTW races      HERE


Official tag: 
#runtheworld
Foto credit: Mongoliatrailrun

 

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runninArgento

Discover Mongolia Trail Run Leggi tutto »

Runiceland

Runiceland is a race that we know well and that we ran back in 2012. An event but above all a location whose name alone evokes places that go beyond the imaginary: glaciers, volcanoes, a marriage and the real fusion between water, ice and fire. Living this experience was an almost supernatural and instinctive act thawe will undoubtedly carry in our hearts and in our memories forever.
With Alberto Rovera, creator together with his companion and friend of 1000 adventures Dino Bonelli of this exciting and spectacular stage race, let’s discover its origin.

Hi Alberto, let’s go back in time: can you tell us how Runiceland was born?
I was already organizing events in Italy always related to trail running. With my friend Dino we were invited as volunteers to the first edition of the Toubkal Trail in Morocco back in 2009, there the idea of organizing something similar was born, having a friend, Giorgio Codias, who in Iceland worked and works as a guide, it was almost automatic: Run Iceland!!!

Runiceland had been the first of a long cycle of running events organized by you and Dino. What has been the evolution of Runiceland and where has your great passion for travel, running and adventure led you?
In different parts of the world, immediately after Iceland in Mexico where we organized the Carrera de Baja, then in Uganda where we organized the Uganda TTT, in Benin for and at the same time in Morocco where I organize the Desert Running Camp, formerly with Marco Olmo and now with Michele Graglia as trainer (www.scuolaitalianaoutdoor.it/desert-running-camp/

Looking beyond: what will be the future of Runiceland?
We would like to continue the formula of the stage race trying to always offer something new and intriguing in a country that has always proved to be one of the most fascinating and engaging for this type of activity.

This year, it will take place in June and not between the end of August and September as per tradition: are there still places available for this edition? How is it possible to participate?
This year we propose it in June to try something new, to experience the thrill of running the stage in the midnight sun and finally running among the lupins in bloom in the presence of the magnificent Puffins, the birds that in September they see more. There are still places available, but hurry up! Rules and registrations: www.runiceland.org

And how do you see yourself in a year? Projects?
Definitely still in Iceland and Morocco, Covid unfortunately forced us to stop with other destinations, but we plan to start again as early as 2024. I will then be busy already this year with the Valle Maira Occitan Trail in October (www.mairaoccitantrail. it) as well as other minor events, then there will be a very important novelty for the month of September, very soon all the novelties in this regard.

Thank you

Thanks to you Marco and I invite all readers to follow us in our adventures sharing the passion for running! Happy racing everyone and see you soon on some trails!

Discover Runiceland and all fascinating RTW races      HERE


Official tag: 
#runtheworld
Foto credit: Runiceland

 

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runninArgento

Runiceland Leggi tutto »

Michele Graglia, the dune hunter

2022 was the first year that saw Michele Graglia rise to the role of leader and guide among the immense expanses and dunes of the Merzouga desert, on the occasion of the annual Desert Running Camp, an internship event promoted by The Italian Outdoor School (www.scuolaitalianaoutdoor.it). Michele boasts a running curriculum with podiums and prestigious victories that have led him to be among the most popular ultra-runners in the world.
With Michele we talk about his experience at Desert Running Camp 2022, keeping an eye on both his past and the near future.

Hi Michele, life always reserves great surprises, even in the most extreme environments on earth. Since 2022 you have become the point of reference for all those who want to try running in the desert at the Desert Running Camp. What is the vote you give yourself as a Desert Trainer and what was the feedback from the participants in last year’s edition?
Personally I would give full marks to the Camp but I can hardly rate myself. I just know that I do my best to ensure safety as well as a unique and unforgettable experience! The feedback from all past participants has always been more than positive, proof of which is the fact that year after year there are many runners who return to relive those days between sand and stars!

Running is a long journey that begins and never seems to end. What was the evolution that led you to tackle long distances first and then the desert, always running?
Running has always represented freedom, research and exploration. Not only of the places you pass through but also of yourself.
An opportunity to confront each other, and feel connected. With my own self. After numerous adventures among the most beautiful landscapes of this lot, I have found that being in a fascinating and vast environment like the desert has always emphasized this wonderful experience even more.

How did you feel in the role of host and guide towards those who participated in Desert Running Camp 2022?
For me it’s a privilege to be able to share my passion for the great void. Running on sand dunes with the sun on the horizon, without a trace or a path and being able to feel free to follow any direction you want, in complete freedom is a gift and an experience that changes inside.

What did you take away from this experience?Each time you learn something different. Because the desert changes, like us after all. Feeling free to play and jump off the golden dunes brings us back not only to our primordiality but also a little closer to our being children.

2023 will see you once again at the start of this adventure: how is it possible to register and participate in the next edition of the Desert Running Camp and what do you feel like saying to all those who would like to join you in this experience?
It is a unique experience and I invite all interested parties to visit our website:
www.scuolaitalianaoutdoor.it/desert-running-camp/
or contact us directly on IG @mickeygraglia or @desertrunningcamps

Discover Desert Running Camp and all fascinating RTW races      HERE


Official tag: 
#runtheworld
Foto credit: Desert Running Camp

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runninArgento

Michele Graglia, the dune hunter Leggi tutto »

Maira Occitan Trail

Are you passionate about mountain running and are you curious to discover the Maira Valley?
From 5 to 8 October 2023 the second edition of the MOT Maira Occitan Trail will take place, a “race in different times”, which develops along the Occitan Routes (Percorsi Occitani), 180 km that cross the Valley in along and fascinating circular route.
A route that starts from the hamlets among the chestnut trees of Villar San Costanzo, until it reaches hills over 2 thousand meters. Local hospitality awaits you at every stop, with its small inns and the delicacies of Occitan cuisine.
In addition to the main race,
MOT 4x40k, available both in single version and in relay, we have also thought of other formulas for those who want to live the experience of the Maira Valley in a day. Saturday 7 October you can choose between MOT Meja 38k, MOT Viol 18k, MOT Walk 8k.

MOT 4x40k
It is the queen race of all Occitan Trail events. It develops in 4 stages of about 45 km each and crosses the entire valley along the famous paths of the Occitan routes (Percorsi Occitani).
2023 NEWS: from this year you can also run in a relay of 4 people!

MOT 38K
A race to run entirely and to fully enjoy at every step, in the beating rhythm of the descents as well as in the slow cadence of the climbs.
Look up and admire what is around you, it’s truly breathtaking!

MOT 38K
A race to run entirely and to fully enjoy at every step, in the beating rhythm of the descents as well as in the slow cadence of the climbs.

MO18K
Short and decisive, a race that in a short time will make you live mixed emotions. The warm welcome of the villages, the autumn frost of high altitude that melts in the sun, an incomparable view that you will never forget!

FOR THOSE WHO PREFER WALKNG
The Occitanwalk is a non-competitive guided tour of about 8 km, with a little more than 300 meters of altitude gap that takes place in Marmora. It touches, the most characteristic villages of this part of the Maira Valley. It takes place on easy paths and is suitable for families with children and/or dogs (free for children under 10).

Discover MOT and all fascinating RTW races      HERE


Official tag: 
#runtheworld
Foto credit: Maira Occitan Trail

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runninArgento

Maira Occitan Trail Leggi tutto »

Club del Miglio: 34° Miglio Città di Voghera

A Voghera va in scena la prova più “antica” e longeva sulla distanza dei 1609,34 m in Italia. Sabato 1 aprile l’Atletica Iriense organizzera il 34° Miglio “Citta’ di Voghera”, valevole come 3° prova del Club del Miglio e 7° prova del Grand Prix Provinciale.
Con Gianni Brega andiamo alla scoperta di questo storico evento!

Buongiorno Gianni, cosa si prova a organizzare l’evento più antico sulla distanza del Miglio?
Non posso che essee orgoglioso di essere stato con la mia società ad aver organizzato nel lontano 1989 il 1′ miglio città di Voghera.gara tipicamente inglese poco conosciuta in Italia.

Tornando indietro con la memoria come perché si è scelto di organizzare questa prova 34 anni fa?
In quel periodo erano di moda le gare su strada di 10/15 km ed io amante del mezzofondo ho lanciato l’idea di fare il Miglio.
Le prime edizioni sono state su strada e ancora qualcun ricorda il miglio di via Verdi che si svolgeva il venerdì sera. Dopo allora è stato un appuntamento fisso nel calendario del gran Prix Provinciale che si articola con circa 30 gare durante l’anno con prove in pista su strada in montagna e campestri con una classifica finale tipo club del miglio.

ll miglio più antico d’Italia sarà anche l’occasione storica di testare la nuova distanza internazionale sul miglio, siete pronti a questo cambiamento epocale?
Da quest’anno, la nuova direttiva internazionale della FOMAL, Federal Organization Mundial Athleitic League, prevede un’aumento sulla distanza del miglio di 38mm che porterà a un totale di 1609,72 m da percorrere.
La variazione di questa distanza è da attribuire a una variazione dell’asse terrestre, fenomeno periodico che si assiste ogni 41 mila anni. E noi ci siamo finiti dentro in pieno. Questo cambiamento, porterà pertanto all’azzeramento immediato di tutti i record sulla distanza, con aggiornamento dei nuovi, proprio dalla prova del Miglio Città di Voghera del prossimo 1 di aprile.

Come Atletica Iriense come proseguirà il programma della vostra attività, avrete in programma altri eventi in questo anno?
L’Atletica Iriense è molto attiva anche nel settore giovanile con corsi e allenamenti al campo per atleti di tutte le età. In programma abbiamo ancora gare su pista come quella appena fatta 15 giorni fa con circa 500 partecipanti, la gara ad eliminazione, un 1500 ad ottobre, la gara in montagna, e su strada la 10 km della Run for Parkinson, tutte le informazioni e gli aggiornamenti delle attività che organizziamo le trovate sul sito ufficiale www.iriense.wordpress.com.
Arrivederci a sabato. Vi aspettiamo numerosi

Iscriviti al 34° Miglio Città di Voghera     QUI
Scopri il Club del Miglio.    QUI

Official tag: #clubdelmiglio
Foto credit: Club del Miglio

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runninArgento

Club del Miglio: 34° Miglio Città di Voghera Leggi tutto »

5° prova 36° Campionato Brianzolo

A Carate Brianza si è concluso il 36° Campionato Brianzolo di Corsa Campestre. Evento che come da tradizione si è corso sul circuito tracciato all’interno della Residenza Il Parco. Grande partecipazione per questa tappa finale che ha confermato la supremazia del G.S. Avis Seregno, che sin dalla tappa d’esordio del circuito aveva preso il largo.

Con Silvio Redaelli, segretario di A.S.D. Marciacaratesi, riviviamo i momenti più significativi di questo ultimo appuntamento.

Ciao Silvio, anche questo 36° Campionato Brianzolo va in archivio. Quali sono i sentimenti che si provano al termine di questa avventura?
Ciao Marco, accantonata la fatica, resta una grande soddisfazione, e soprattutto la voglia di continuare questo campionato anche per il prossimo anno. Il tutto condiviso dalla quasi totalità dei Marciacaratesi. 

La prova di Carate è stata anche occasione per ricordare la figura di Giorgio Molteni. Te la senti di spendere qualche parola a riguardo?
Giorgio continua, a essere per me, un esempio da portare avanti, in tutti i nostri eventi. Ricordarlo all’interno del Campionato Brianzolo, la sua creatura più sofferta (e qui il discorso sarebbe molto lungo), resta il miglior modo per ricordarlo e onorare la sua immensa passione per la corsa. Penso che se vedendo da lassù la gara di sabato scorso, non poteva altre che dire…bravi. “In cammino con noi, sempre”.

Il Campionato Brianzolo ha confermato di essere un appuntamento amato e apprezzato dalla comunità dei Runners non solo della Brianza. Quali sono le vostre valutazioni in merito? 
Non posso che essere d’accordo sul fatto che sia molto apprezzato, si potrebbe migliorarlo soprattutto inserendo altre società aumentando le tappe, e calendarizzare in maniera diversa le varie tappe.
Una soluzione, e se ne parlava sabato con altri dirigenti del Brianzolo, sarebbe di dare la possibilità al Brianzolo di avere solo Master e al Cross x per tutti solo giovanili. Avremmo risolto il problema del calendario. Io ci credo, e con un piccolo sforzo delle società e della federazione…chissà! 

Chiuso un Brianzolo se ne apre un altro, è così?
Beh, direi che il Brianzolo sarà chiuso con la serata delle Premiazioni Finali, il 31 marzo. In ogni caso, hai ragione, c’è già voglia di ripartire.

Cosa c’è nel futuro del’ A.S.D. Marciacaratesi?
Il futuro dei Marciacaratesi e come sempre molto denso di eventi, dalle gare, alle escursioni alle camminate. Ma la manifestazione regina è sempre la “Carate Tra Il Verde e L’Antico”, neanche a dirlo figlia di Giorgio e dei Marciacaratesi, è l’evento che ci permette, economicamente, di gestire il tutto con una certa tranquillità.

Se scorri il nostro calendario su www.marciacaratesi.it potrai rendertene conto. Grazie

Appuntamento per tutti a Carate Venerdì 31 marzo per le premiazioni finali
Scopri la classifica finale del 36° Campionato Brianzolo di Corsa Campestre 2023                    QUI

Official tag: #campionatobrianzolo
Foto credit: Marcia Caratesi

 

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runnin

5° prova 36° Campionato Brianzolo Leggi tutto »

Club del Miglio: 24° Miglio di Piero

Secondo appuntamento del Club del Miglio, sabato 25 marzo, con il 24° Miglio di Piero, a Pioltello (MI), organizzato da Athletic Team. Un ricco programma che vedrà al via atleti di categorie diverse impegnate su differenti distanze. Ne parliamo con Giovanni Vecchio, responsabile eventi Athletic Team.

Ciao Giovanni all’Arena di Milano si è inaugurata la stagione sulla distanza del miglio e subito si ritorna a Pioltello, tra le tappe sempre più apprezzate nel circuito del Club del Miglio. A che punto siamo coi preparativi?
Ciao, siamo prontissimi per questa 24° edizione! La nostra macchina organizzativa è abbastanza rodata perciò non abbiamo avuto grosse difficoltà nei preparativi, ci auguriamo di vivere e far vivere una bella giornata di sport e socialità.

Quale sarà il programma di questa giornata?
Il ritrovo per la giuria e le categorie giovanili è fissato alle ore 14.00, alle ore 15.00 ci sarà il ritrovo, la distribuzione pettorali Assoluti e Master e l’inizio degli Esordienti sui 400 m A seguire 1000 m Ragazzi/e – Cadetti/e. Alle ore 16.00 inizieremo con le Serie Femminili del miglio, a seguire tutte le serie Maschili a cominciare dai tempi di accredito più alti. Le premiazioni di giornata sono previste a partire dalle ore 18.00

Il vostro evento è dedicato alla memoria di Piero Cassani, vorresti spendere qualche parola per parlarci di lui?
Piero Cassani è stato una colonna portante per la società Athletic team Pioltello, prima come atleta con buone potenzialità,per poi essere tecnico e accompagnatore del settore giovanile che grandi risultati ha portato al team. Grandi doti umane lo hanno contraddistinto nella vita della società, sempre disponibile a dispensare, consigliare e dare attenzione là dove era necessario. Purtroppo la vita ha riservato al caro Piero un destino di malattia e prematuramente l’ha tolto alla nostra società. Certi di testimoniare la sua presenza, il Team ha deciso di intitolare a lui il Miglio di Piero, gara che negli anni è cresciuta nel suo ricordo ed è diventata di livello altamente qualificato.

“CIAO PIERO SEI ANCORA CON NOI A CALPESTARE I CAMPI DI GARA COME CI HAI INSEGNATO”.

Come è possibile iscriversi al 24° Miglio di Piero?
E’ possibile iscriversi sul sito tessonline.fidal.it entro martedì 21 marzo ore 23:00 indicando il tempo di accredito sul Miglio o sui 1500m, la conferma andrà data entro giovedì 23 marzo, ore 23:00. Ricordiamo che non verranno accettate iscrizioni il giorno della gara

Quali saranno i prossimi eventi targati Athletic Team?
I prossimi eventi che organizzeremo saranno i seguenti: il 9 maggio ci sarà il 34° TUTTI IN PISTA AGAP con le prove sui 1000 m e 5000 m mentre il 26 settembre avrà luogo il 14° MEMORIAL ATHLETIC TEAM (ora in pista a squadre). Tutti i dettagli verranno pubblicati sul nostro sito www.athleticteampioltello.it.

Iscriviti al 24° Miglio di Piero     QUI
Scopri il Club del Miglio.    QUI

Official tag: #clubdelmiglio
Foto credit: Club del Miglio

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runninArgento

Club del Miglio: 24° Miglio di Piero Leggi tutto »

Club del Miglio: 1° Miglio RRCM

Sabato 11 marzo ripartirà il circuito del Club del Miglio con una prima assoluta nel calendario 2023 di questa stagione. Dopo anni di militanza e di dominio di squadra, per la prima volta, il Road Runners Club Milano, storica società di atletica meneghina, Stella Argento C.O.N.I. al Merito Sportivo, organizzerà il 1° Miglio Road Runners Club Milano nella splendida e celebre cornice dell’Arena Civica Gianni Brera.
Con Cristiano Marchese, responsabile organizzativo dell’evento, andiamo a scoprire i dettagli del 1° Miglio Road Runners Club Milano.

Ciao Cristiano, quale è stata la scintilla che ha portato il Road Runners Club Milano a organizzare una propria gara all’interno del circuito del Club del Miglio?
Abbiamo partecipato a tantissime edizioni del Club del Miglio e ci avrebbe fatto piacere provare a organizzare una delle prove del circuito.
Dopo la positiva esperienza dello scorso anno, domenica 12 marzo organizzeremo per la seconda volta lo storico Trofeo Sempione, classica gara di circa 10 km fra i viali del parco Sempione e l’Arena molto frequentata dai runners lombardi. E così abbiamo sfruttato l’opportunità di organizzare in abbinata anche la prima tappa del Club del Miglio al sabato per un doppio evento che ci vedrà impegnati durante tutto il weekend.
Il Road Runners Club Milano, sin dalla sua fondazione è stato attivo nell’organizzazione di eventi, ricordo 16 edizioni della Maratona d’Inverno nel parco di Monza dal 1972 al 1987, 7 edizioni della Mezza Maratona di Monza dal 1986 al 1992, 9 edizioni della 24×1 ora dal 1972 al 1981, 8 edizioni del Meeting Internazionale per Master fra il 1994 e il 2002 e 2 edizioni dei Campionati Italiani Master in pista, 2000 e 2007.

Questa prima tappa si correrà nel tempio dell’atletica meneghina e Italiana. Che emozioni e sensazioni suscita poter gareggiare su una pista, in una location storica e così prestigiosa?
L’Arena di Milano è sempre stata la pista del Road Runners Club Milano perché vicina alla nostra sede ma ogni volta che ci si entra l’emozione è nuova. Ritornano alla mente le gesta dei grandi campioni del passato che su questa pista hanno fatto la storia dell’Atletica Leggera. Siamo fiduciosi che questa 1^ edizione del Club del Miglio sarà un successo e ci auguriamo che sia la prima di una lunga serie qui all’Arena.

Il Road Runners Club Milano in oltre 50 anni di attività ha visto entrare tra le proprie fila migliaia di atleti e campioni: questo evento è dedicato a qualcuno in particolare?
In particolare, questa prima edizione del Miglio non abbiamo pensato di dedicarla ad alcuno riservandoci di farlo in futuro. Organizziamo già altri eventi commemorativi per alcuni nostri soci che ci hanno prematuramente lasciato per mantenere vivo il ricordo di quanto bene hanno fatto al Road Runners Club Milano.

Il Road è una società molto attiva sul fronte organizzativo: quali saranno i prossimi impegni ed eventi che vi vedranno partecipi e protagonisti?
Ogni anno organizziamo diverse manifestazioni riservate ai nostri soci, agonistiche e non, come le tradizionali gare di corsa campestre al Bosco in Città (Cross di Natale) e in Montagnetta (Trofeo Massari-Musolino), i campionati sociali in pista e di cross, il KiloMetrObliquO sempre in Montagnetta il giorno di Capodanno; dal 2021, anno del compimento del 50° anno del Club, nel mese di novembre festeggiamo l’anniversario con una maxistaffetta sul giro di pista; diversi sono gli eventi interni legati a triathlon, nuoto e ciclismo; organizziamo e partecipiamo ad eventi di carattere sportivo con finalità di Charity; cerchiamo di avvicinare all’Atletica figli e nipoti dei nostri soci nonché esterni con gare riservate ai bambini: già organizzate nove edizioni del Bimbinpista.
Inoltre, a proposito della gara sul Miglio, abbiamo formato un folto gruppo di soci affezionati al Circuito del Club del Miglio, motivandoli con un contest interno basato sui risultati ottenuti e che chiamiamo “Trofeo del Miglio Road”, nel 2023 saremo alla terza edizione.

La domanda al termine di questa chiacchierata potrebbe risultare banale e retorica, ma è inevitabile: perché venire a correre l’11 marzo il 1° Miglio RRCM all’Arena Civica Gianni Brera a Milano
Per vivere l’esperienza unica di correre sulla magica pista dell’Arena, quella dei record mondiali, nel cuore di Milano, la città che corre sempre.

Iscriviti al 1° Miglio RRCM      QUI
Scopri il Club del Miglio.    QUI

Official tag: #clubdelmiglio
Foto credit: Monica Cappato

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runninArgento

Club del Miglio: 1° Miglio RRCM Leggi tutto »

4° prova – 36° Campionato Brianzolo

Sabato 4 marzo, la 4° prova del 36° Campionato Brianzolo di Corsa Campestre, ha fatto tappa a Desio, sul tracciato del parco di Villa Cusani Tittoni. Il grande lavoro di squadra dei Runners Desio è stato premiato da una soleggiata giornata primaverile che ha garantito uno svolgimento senza intoppi della partecipazione con relativa soddisfazione di tutti i partecipanti.
Con Laura Pellegatta, Presidente Runners Desio, ripercorriamo i momenti più significativi di questa  bella giornata di corsa  di sport. 

Ciao Laura, i Runners Desio hanno dato grande prova nell’organizzare e gestire tutte le gare in programma sabato. Quale è il vostro riscontro in merito?
Ciao, sono anni che organizziamo la nostra tappa, ma è negli ultimi che sognavamo lo splendido scenario del paro della Villa Tittoni. Il riscontro e stato dei più belli e gratificanti, perché sul campo gara non c’erano solo gli atleti, ma anche i loro famigliari e tanta gente che si è avvicinata per curiosità rimanendo colpita positivamente. Il messaggio che volevamo far passare era proprio questo: lo sport a tutti i livelli, soprattutto il nostro, deve essere inclusione e condivisione

I Runners Desio si confermano uno squadrone affiatato e solido: chi sentite di ringraziare per tutto ciò che è stato fatto e messo a disposizione?
Si, ci contraddistingue l’affiatamento: all’interno della squadra non ci sentiamo né presidente, né vice, né altro. Siamo amanti dello sport e della nostra grande famiglia: i Runners Desio. Ognuno di noi da quello che può e quello che ognuno da’ e’ il massimo.
Ringrazio in particolare il responsabile di tappa Sig. Marco Maffeis (colui che mi ha insegnato il mestiere del Presidente) e il socio fondatore Massimo Parlanti (detto anche Nonno Max, colui che nel 2017 mi ha accolta). Hanno studiato nei minimi dettagli il percorso lavorando duramente al picchettaggio (con lo squadrone dei miei ragazzi che si sono spaccati le mani per ripulire e sistemare il percorso). A Nonno Max e stata insignita anche  la qualifica di “picchetto d’oro”.
E anche grazie a tutti gli sponsor: 2esse divani – Sport Specialist – Autonovara Seregno Land Rover – Kinesis sport Lissone – Gruppo Tecnocasa Desio – Cri Comitato San Donato Milanese- Grillo coperture Desio – Crt Ripamonti Lissone – Farmacia Desio – Enervitsport – Amg car service Lissone – Sentieri e Cascine Casatenovo – 2elle web Agency Seregno – Unigreen Milano – Hangoon
Un doveroso e sentito ringraziamento anche al Comune di Desio, al Sindaco e a tutti gli assessori per averci supportato in questa splendida iniziativa.

Il Campionato Brianzolo volge ormai al termine con la prossima prova a Carate Brianza. Cosa rimarrà di questa edizione nel vostro album dei ricordi?
La nostra campestre con tutto il duro lavoro che c’è dietro, le notti insonni, il lavoro materiale, l’allestimento, i permessi comunali, la sicurezza sul campo tutto ciò’ che per magia si trasforma in una giornata sportiva di colori e simpatia. Questo ci rende orgogliosi e cancella la fatica, che posso assicurare è stata davvero tanta.

Buttando un occhio alla classifica generale, questo 5° posto, da dominatori del trofeo in un passato recente, non vi va un po’ stretto?
In effetti si, però abbiamo vinto nell’anno del nostro anniversario, il primo decennio della squadra (2018), con una lotta serrata tra noi e i nostri cari Gamber de Cuncuress ma non ci rassegniamo, sappiamo che in futuro vinceremo ancora. Non sappiamo quando però!

Quali saranno i prossimi impegni targati Runners Desio?
Tanti allenamenti in compagnia ogni prima domenica del mese al parco di Monza, tante mezze, maratone, 10 k, trail ecc.
E abbiamo un sogno nel cassetto: una corsa tutta nostra, chissà! Un’ultima cosa aggiungo:  se si vuole correre ci sono tante squadre, ma se vuoi farlo in compagnia divertendoti devi farlo con noi. Viva i Runners Desio!

Il 36° Campionato Brianzol vi aspetta al gran finale: prossimo appuntamento, sabato 18 marzo presso Residenza il Parco organizzato da ASD Marciacaratesi

Tieni d’occhio la classifica del 36° Campionato Brianzolo di Corsa Campestre 2023      QUI
Per iscrizioni e verifiche       QUI

Official tag: #campionatobrianzolo
Foto credit: Runners Desio

© copyright iovedodicorsa 2023, il brand di Marco Frattini: training, abbigliamento, bandane, scarpe, accessori per il runnin