Domenica, 03 Luglio 2016 20:39

Corriamo a fare shopping

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

La nostra proposta per questo mercoledì 6 giugno in occasione dei negozi aperti il mercoledì sera a Meda.

Programma:
20.30 ritrovo presso lo store Colnaghi Bike in via Solferino, 79
20.45 inizio allenamento
21.30 fine allenamento e rinfresco per tutti i runner partecipanti

Abbiamo pensato un percorso che soddisfi sia i principianti sia i runner più esigenti.

Percorso di 2km (viola)+ 8km (blu).

- la prima parte viola del nostro percorso è completamente in piano: si snoda per le vie del centro passando per piazza Cavour, via Garbaldi, Chiesa Santa Maria Nascente, Piazza Municipio, e dopo circa 2km riporta il gruppo in via Solferino, dove sarà possibile fermarsi e usufruire del ristoro dell'organizzazione.

- il percorso blu è un percorso collinare consegue quello viola e si snoda lungo la parte ovest di Meda: adatta a podisti più allenati. 

Possibilità di unirsi al gruppo per correre solo il percorso blu al termine di quello viola.

Correte con noi, aggregatevi in corsa, strada facendo e se proprio non vi va di correre salutateci se ci vedrete passare:
sarà senz'altro un bel gesto apprezzato.
A tutti gli autisti chiediamo pazienza e attenzione.

"Corriamo a fare shopping" è una proposta Colnaghi Bike /Run in collaborazione con Iovedodicorsa.
Registrati e conferma la tua presenza su www.ciaorunner.com alla sezione Bacheca Corse e corri con noi a Meda il mercoledì sera.
Mettetelo bene in testa:
" Per fare shopping
ci vuole un fisico bestiale"

Letto 1685 volte Ultima modifica il Lunedì, 04 Luglio 2016 14:50

Articoli correlati (da tag)

  • Meda-Lecco, 33km e chiedersi perché. Meda-Lecco, 33km e chiedersi perché.

    La prima tappa di cinque che porteranno a Livigno è stata corsa. Erano anni che non mi cimentavo in una distanza così imoegnativa: 33 km.
    Come da pogramma ho effettuato una seduta d'allenamento di ripetute in stile Piramidale 1,2,3,4,5,4,3,2 km con 1 km di recupero tra le prove oltre ai 2 km di riscaldamento iniziali. Di certo la quantità ha avuto la meglio sulla qualità. Ritmi piuttosto scarsi quelli di oggi, ma che riflettono totalmente il mio stato di forma. Mi compiaccio tuttavia per la tenuta in corsa che non era poi così scontata. Il caldo, la mancanza d'idratuazone per tutta la distanza e la stanchezza generale, hanno fatto si che al termine della corsa accusassi un completo stato di sfiancamento e di bisogno di bere e di bere e di bere ancora. Le gambe, ora che è sera e che scrivono, tutto sommato, sembrano poter reggere la seconda tappa di domani. Cercherò di gestirmi diversamente, prevedendo un rifornimento a metà percorso e provando a correre in maniera più sciolta. le scarpe ai mè sono da prendere e buttare, completamente scariche e fliaccide. Ma devo fare economia in questo periodo. Infine la domanda essenziale: ha veramente senso tutto questo e potrà servirmi a qualcosa?
    Ai futuri post, ora si dice così, l'ardua sentenza.
    Vi lascio al link del Relive di quest'oggi, effetto che apprezzo molto e che concede qualche piccola soddisfazione momentanea. https://www.relive.cc/view/g22992842812
    A domani con la 2° tappa: Abbadia Lariana - Colico, 33,7km a velocità di crocera.
    Chiunque volesse seguire il live della corsa, può farlo iscrivendosi al gruppo su WhatsApp: L.T.T. Meda-Livigno 189km" inviando un messaggio, sempre su WhatsApp al +39 347 5757103, con scritto: "LTT 189k", provvederò ad aggiungervi per tempo.

  • LTT: Long Travel Training, ovvero è ora di partire per le vacanze. LTT: Long Travel Training, ovvero è ora di partire per le vacanze.

    LTT

    LTT è l'acronimo di Long Travel Training da me coniato.


    Di cosa si tratta.

    Ho deciso di sfruttare i giorni precedenti al mio soggiorno estivo a Livigno, per effettuare un avvicinamento a tappe tutto di corsa.

    Il lungo viaggio che separa casa dal mio approdo vacanziero diventerà quindi teatro d'allenamento.


    Cosa prevede.

    189 km, da Meda a Livigno, spezzati e percorsi in 5 tronconi:

    1. 24/07 Meda - Lecco: 32,2 km

    2. 25/07 Abbadia Lariana - Colico: 33,7 km

    3. 26/07 Dubino - Sondrio: 36 km

    4. 27/07 Sondrio - Tirano: 26,4 km

    5. 28/07 Brusio - Livigno: 43 km


    Come viene impostata la corsa.

    Le distanze previste quotidianamente non sono proibitive eccetto per l'ultima tappa che condurrà al passo Forcola per poi scendere in valle. Il dislivello complessivo di questa 5 giorni si aggira intorno ai +3576 m. Tuttavia è da diverso tempo che non carico le gambe quotidianamente con chilometraggi elevati e sarà quindi questa l'incognita da tenere sotto osservazione.

    Ho previsto di far rientrare all'interno di ogni giornata un allenamento specifico secondo questa sequenza.

    - 1° tappa: 2 km riscaldamento + ripetute (1+2+3+4+5+4+3+2) km con 1 km di recupero tra le prove

    - 2° tappa: lungo in progressione

    - 3° tappa: 10 km riscaldamento + fartlek (5'v+2'l) x 20 + recupero

    - 4° tappa: 3 km riscaldamento + 2 x 10 km + recupero

    - 5° tappa: ascesa lineare


    Perché cimentarsi in questa fatica.

    Al di là dell'utilità o meno di ciò che mi propongo, il desiderio di fare questa cosa nasce da lontano. Non è la prima volta che per raggiungere una località lo faccia di corsa, ma non è mai avvenuto per distanze così ampie. Nell'ormai lontano 2009 e 2013, avevo fatto voto che se avessi partecipato ai Deaflyimpics game, le Olimpiadi dei sordi, (www.deaflympics.com) avrei raggiunto il santuario di Castelmonte, sopra Cividale del Friuli, di corsa. Non venni convocato, nonostante i meriti sportivi e tutto saltò. Ma non la voglia di provare ciò che per me rimane una piccola impresa da affrontare.

    Andare a Livigno sarà dunque un aperitivo e un test per correre fino a Castelmonte (428 km) e per ridami un tono dal punto di vista atletico, visto che di fare gare non ne voglio parlare al momento.

     

    Sarebbe bello e utile poter aver il supporto di qualche sponsor tecnico e finanziario per sostenermi in questa fase.

    Inoltre chiunque volesse aggregarsi per correre assieme una o più tappe è il benvenuto.

    I miei contatti sono noti, ma li ripeto per chi decidesse di considerare la sponsorizzazione o la corsa in compagnia.

    Su www.ciaorunner.com inoltre potrete trovare l'evento relativo con le informazioni del caso.

     

    Marco Frattini

    347 5757103 WhatsApp o Messenger (causa sordità)

    mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     

    Buone corse e buone Vacanze a tutti.

     

     

  • Alassio: ascesa al Santuario di Nostra Signora della Guardia e ritorno Alassio: ascesa al Santuario di Nostra Signora della Guardia e ritorno

    Potrei essere un buon lupo di mare, ma da tempo il tipo da spiaggia dentro di me ha preso il largo.

    Non che non apprezzi il piacere della vita supina su di un lettino balneare, ma ci sono tanti modi per vivere una vita in vacanza. Ad Alassio, per esempio, sale e cresce inevitabilmente la voglia di lasciarsi tutto alle spalle, correre e far fatica lungo il crinale che abbraccia il golfo.

    Il sole lo prendo a modo mio, sudandomelo.

    L'ascesa al Santuario di Nostra Signora della Guardia è sempre li che mi attende e aspetta e non voglio deluderla. Mi lascio sopraffare dal suo richiamo.

     

    Stessa spiaggia, stesso crinale.

    La voglia non manca, anzi aumenta, perché l'odore della salsedine

    mi elettrizza e amplifica tutte le sensazioni migliori. Dichiarato il mio obiettivo, si mette in moto la macchina organizzativa: ascendere al Santuario di Nostra Signora della Guardia.

    E' un percorso che ho ripetuto più volte durante i miei soggiorni ad Alassio. Le estati da top runner che mi vedevano correre

    a ogni ora su e giù, come un'onda umana, che tempi!

    Ora quei livelli sono affondati in chissà quale fondale, ma ho voglia di tornare a galla ed è per questo che non riesco a fermarmi.

     

    Pronti... via!

    Dai bagni Lido scatta il tic al cronometro. Mi porto verso l'entroterra e dallo stadio inizia la salita. L'andatura è tranquilla. A passo lento e deciso so di poter affrontare tutta l'ascesa senza problemi. C'è il sole, il cielo è azzurro e da quassù domino il mare. Che scorci mozzafiato. Adoro questo ambiente, la sua ricca vegetazione e i suoi colori. Ulivi, fichi, rovi di lamponi e more selvatici a più non posso. Ci sono nuovi casolari che ricordo bene aver visto edificare dalle fondamenta. Ora come un tempo mi chiedo quando e quanto dovranno aspettare prima di ritrovarsi a fare i conti con qualche smottamento del terreno. Ai posteri l'ardua sentenza.

     

    Caldo e sole: sono in vacanza da una vita.

    Mi sono tolto da subito la canottiera bianca. Al mare vengo per abbronzarmi e che diamine. Corro a prendere la tintarella.

     

    E' un castello stregato o incantato?

    Ho affrontato tutti i tornanti iniziali ed eccolo lì, come sempre, più rudere che mai, il fu Grand Hotel Puerta del Sol, sede di ritiri dell'Italia mondiale 1982, ma da che ricordi io, abbandonato a se stesso in maniera irreversibile. Questo edificio domina e gode di una posizione unica sull'altura affacciata alla baia di Alassio. A guardarlo da lontano sembra un castello magico, come quello delle favole. Via via che ci si avvicini al suo cospetto la fiaba svanisce assumendo sempre più i connotati di un brutto incubo. Peccato non ci sia modo di poter tornare a sognare da quassù. “C'era una volta” e forse non c'è più...

     

    Per sognare bisogna andare ancora più alti.

    Accantonati i sogni, rimane solo l'amaro in bocca, ma la voglia di volare alti, oggi, non si riuscirà a esaurire facilmente. Oggi non si corre: oggi si vola. Si vola alti e si continua a salire. Più si sale, più aumenta l'adrenalina, soprattutto quando l'occhio si porta all'orizzonte sul mare laggiù. Ho superato da poco i resti della chiesa di San Bernardo. Un tempo questa era l'unica strada di accesso alla valle di Andora e qui i devoti si fermavano a pregare e a ristorarsi. Il 23 febbraio del 1887 un terremoto ha segnato definitivamente le sorti di questo edificio e da quel giorno la chiesa venne abbandonata al suo destino. Finalmente, dopo tanti anni, ho scoperto la storia di questo sito. Ora non si prega più, almeno credo, ma ci si ristora. Proprio qui c'è una fontana per dissetarsi, ma la supero senza fermarmi.

    Affronto questo tratto di strada e il tempo sembra scorrere più velocemente. 2 km e in un baleno ho raggiunto la pizzeria Crocetta. Solo la vista da quassù ripaga il prezzo del coperto. Prima o poi ci verrò: dico tutte le volte che ci passo.

     

    Il Santuario della Madonna della Guardia.

    A questo punto si apre un bivio. A sinistra salgo, a destra scendo. Le gambe reggono e ho voglia di continuare la mia fatica: ovvio che salgo. In 2km sono al Santuario si Nostra Signora della Guardia, dove oggi, prima volta che mi capita, trovo il cancello d'ingresso aperto e posso finalmente giungere fino in cima e ammirarlo. Il Santuario sorge sulle fondamenta di un antico castello romano costruito a presidio del golfo di Alassio. E' un tempio votivo voluto soprattutto dai Marinai e dagli abitanti di Alassio che, guidati dalla comunità benedettina del tempo, lo edificarono tra il 1100 e il 1200 dc. Non sono in decoro per visitare l'interno, lo circumnavigo e decido di rientrare alla base.

     

    La potenza è nulla senza il controllo.

    A questo punto non mi aspetta altro che lasciar andare le gambe. I primi metri sono sempre un po' imballati. La gravità, poi, viene in aiuto e il gesto atletico diventa più fluido e sciolto. E' a questo punto che mi torna alla mente una pubblicità di qualche anno fa di una famosa marca di pneumatici. Si può correre veloci e raggiungere anche andature elevate, ma se non si hanno i riflessi pronti e la capacità di governare i propri movimenti, correre in discesa può essere molto pericoloso. Non sono più un giovincello e qualche problema di equilibrio è più che noto. Inoltre la strada, pur non essendo trafficata, vede un costante afflusso di mezzi pesanti. Meglio che prenda le dovute precauzioni prima di trovarmi a pesce sull'asfalto.

     

    Più che soddisfatto.

    Approdo nuovamente al Lido. Il mio amore mi aspetta, piuttosto preoccupata per via della mia assenza più lunga di quella pronosticata. Le racconto quello che ho appena vissuto e oltre a sparire la preoccupazione, sul suo volto si apre un bel sorriso che illumina i miei occhi.

    Questo il mio traguardo e questa la nostra vittoria quest'oggi.

    Chiudo questa cronaca con un detto popolare locale che interpreto a modo mio.

    Lasciò cure u pesciu.

    Lasciare correre il pesce.

    Perché anche i pesci sognano in qualche modo di correre e volare nel blu dipinto di blu.

     

     

    La “Live Tracking” di questa corsa.

    Rivivi e scopri tutti i dettagli altimetrici di questo allenamento su:

    https://www.relive.cc/view/g20976959687

     

     

    Bibliografia:

    Tutte le foto e le informazioni storiche sono state prese dal web

  • Daniele Gambini Piano Concert. Volata finale. Daniele Gambini Piano Concert. Volata finale.

    Sabato 10 marzo, alle ore 16.00 anche per noi ci sarà la resa dei conti. Che succederà? Non lo sappiamo. L'augurio è che il nostro invito al concerto di Daniele Gambini venga accolto il più ampiamente possibile. Innanzi tutto perchè per noi la scommessa è esponenziale. Proponiamo un concerto che ci vede coinvolti e partecipi in prima persona. Il primo incontro con Daniele Gambini risale ormai a molti anni fa. Successe a Cantù in occasione di una delle giornate organizzate dal vulcanico e rimpianto Elio Parodi. Io ero a raccontare la mia esperienza e Daniele la sua. Legati non solo da una situazione di deficit uditivo, ma in particolare e soprattutto, anche se non ne eravamo consapevoli, dalla grande passione per la musica che ci ha oggi portato a convergere in questa avventura e collaborazione. Un incontro che col tempo è divenuto amicizia e complicità d'intenti e di aspettative. Daniele metterà in campo tutta la sua arte e passione. Noi proveremo a supportarlo e a fare in modo che la sua musica venga ascoltata e apprezzata ancora di più. Un grazie doveroso a Donato e a Music Center. Questo piccolo grande evento che stiamo meditando da quasi un anno non sarebbe possibile se non ci fosse l'appoggo e il sostegno in primis di Donato, ma anche di Rita, Davide e Simone che lavorano dietro le quinta per la buona riuscita di questa giornata.
    Vi aspettiamo dunque a Meda da Music-Center in via Valtellina 21. Concedetevi e regalatevi un momento di piacere e di buona musica con Daniele Gambini. L'ingresso è libero.

    "La forza di ogni individuo sta nella propria testa e accanto alle persone cui vuole bene"

  • Al via "BASKET DAY" edizione 0! Al via "BASKET DAY" edizione 0!

    IOVEDODICORSA sponsor e partner del primo "BASKET DAY", la lunga maratona di 14 ore dedicata interamente alla palla a spicchi.
    A seguire il comunicato ufficiale della manifestazione con tutte le informazioni per partecipare a questo evento.

    Pallacanestro S.G.M. Victory, Billy's Pub Meda e Iovedodicorsa sono lieti di invitarti alla prima edizione di una lunga maratona di 14 ore interamente dedicata alla palla a spicchi: BASKET DAY!

    "Fantastico! Quando sarà e dove? In cosa consiste?" L'evento si svolgerà SABATO 8 LUGLIO dalle ore 10:00 alle ore 24:00 presso l'Oratorio San Giacomo di Meda (MB) e vedrà impegnate più squadre che si sfideranno in un appassionante TORNEO all'insegna del puro divertimento e della sfrenata passione per la PALLACANESTRO. Le squadre partecipanti saranno suddivise in WHITE TEAM e BLUE TEAM. Inoltre durante la manifestazione si disputerà una GARA di TIRO e si susseguiranno fino alla fine tantissime sorprese, ma non possiamo svelarvi altro!

    "Wow! Ma come faccio per mangiare e bere?" Non devi preoccuparti! Non ti lasceremo di certo a bocca asciutta e a stomaco vuoto. Per tutta la durata della manifestazione sarà infatti attivo il SERVIZIO BAR e CUCINA targato Billy's Pub Meda!

    "Quanto mi costa per giocare?" La QUOTA di iscrizione è di 10€ per giocatore e comprende la fornitura della MAGLIETTA ufficiale dell'evento da indossare durante il torneo che verrà consegnata prima dell'inizio dello stesso. La quota dovrà essere versata in un'unica volta per tutti i membri della tua squadra (numero giocatori x 10€).

    "E se non volessi iscrivermi come giocatore posso comunque partecipare all'evento?" Assolutamente sì! E l'ingresso è GRATUITO!

    "Ci sono dei vincoli da rispettare per l'iscrizione delle squadre?" Sì, abbiamo introdotto alcune NORME a regolamentare l'iscrizione al torneo: Ogni squadra può avere da un minimo di 7 fino ad un massimo di 12 giocatori. I giocatori devono essere maggiorenni. Non si accettano nomi di squadra offensivi, volgari o osceni. Non ci sono vincoli per quanto riguarda il sesso dei giocatori. Anzi, la presenza femminile è ben accetta!

    "Ok, mi avete convinto! Come faccio ad iscrivermi?" Semplicissimo: Compila questo MODULO https://goo.gl/forms/P4av62endtdNTOEc2indicando un'email di riferimento, il tuo numero di cellulare, il nome della squadra e le informazioni sui giocatori (cognome, nome, data di nascita, taglia della maglietta). Ti verrà inviata un'email di conferma all'indirizzo di posta elettronica fornito. Presentati con questa presso il Billy's Pub Meda negli orari di apertura (che puoi trovare sulla pagina Facebook del locale) e versa la quota di iscrizione.

    "Ma io non riesco a trovare abbastanza persone per formare una squadra di almeno 7 giocatori. Questo significa che non posso partecipare al torneo?" Non preoccuparti! Abbiamo pensato anche a questo per far sì che tutti possano prendere parte alla nostra festa, nessuno escluso. Come prima cosa ti consigliamo di utilizzare la BACHECA dell'evento per cercare possibili compagni di squadra. Puoi altrimenti compilare il modulo di iscrizione, come spiegato poco sopra, inserendo le informazioni richieste per i soli giocatori a disposizione. Provvederemo quindi noi a unire più gruppi per formare una squadra completa, il cui nome sarà quello del gruppo più numeroso iscrittosi tramite questa modalità.

    "Entro quando posso iscrivermi?" Le iscrizioni chiudono VENERDÌ 30 GIUGNO (giorno ultimo per il versamento della quota di iscrizione). Affrettati però perchè i posti sono limitati!

    Fai ATTENZIONE! La compilazione del modulo di iscrizione online non garantisce in alcun modo la partecipazione al torneo. Una squadra sarà considerata iscritta a tutti gli effetti nel momento in cui verrà versata l'intera quota di partecipazione. Si consiglia quindi caldamente di non attendere gli ultimi giorni per effettuare il pagamento onde evitare di rimanere esclusi.
    IMPORTANTE! Il Comitato Organizzatore declina ogni responsabilità circa eventuali furti, danni o infortuni che dovessero verificarsi nel corso della manifestazione. Ogni partecipante è inoltre tenuto ad assumere un comportamento corretto e consono allo spirito amichevole e sereno dell'evento. ISCRIVI subito la tua squadra, CONDIVIDI l'evento e INVITA tutti i tuoi amici!
    E se ancora non l'hai fatto, metti il tuo LIKE alla nostra pagina FB per rimanere sempre aggiornato: Pallacanestro S.G.M. Victory.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.