Venerdì, 20 Luglio 2018 14:58

LTT: Long Travel Training, ovvero è ora di partire per le vacanze.

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

LTT

LTT è l'acronimo di Long Travel Training da me coniato.


Di cosa si tratta.

Ho deciso di sfruttare i giorni precedenti al mio soggiorno estivo a Livigno, per effettuare un avvicinamento a tappe tutto di corsa.

Il lungo viaggio che separa casa dal mio approdo vacanziero diventerà quindi teatro d'allenamento.


Cosa prevede.

189 km, da Meda a Livigno, spezzati e percorsi in 5 tronconi:

  1. 24/07 Meda - Lecco: 32,2 km

  2. 25/07 Abbadia Lariana - Colico: 33,7 km

  3. 26/07 Dubino - Sondrio: 36 km

  4. 27/07 Sondrio - Tirano: 26,4 km

  5. 28/07 Brusio - Livigno: 43 km


Come viene impostata la corsa.

Le distanze previste quotidianamente non sono proibitive eccetto per l'ultima tappa che condurrà al passo Forcola per poi scendere in valle. Il dislivello complessivo di questa 5 giorni si aggira intorno ai +3576 m. Tuttavia è da diverso tempo che non carico le gambe quotidianamente con chilometraggi elevati e sarà quindi questa l'incognita da tenere sotto osservazione.

Ho previsto di far rientrare all'interno di ogni giornata un allenamento specifico secondo questa sequenza.

- 1° tappa: 2 km riscaldamento + ripetute (1+2+3+4+5+4+3+2) km con 1 km di recupero tra le prove

- 2° tappa: lungo in progressione

- 3° tappa: 10 km riscaldamento + fartlek (5'v+2'l) x 20 + recupero

- 4° tappa: 3 km riscaldamento + 2 x 10 km + recupero

- 5° tappa: ascesa lineare


Perché cimentarsi in questa fatica.

Al di là dell'utilità o meno di ciò che mi propongo, il desiderio di fare questa cosa nasce da lontano. Non è la prima volta che per raggiungere una località lo faccia di corsa, ma non è mai avvenuto per distanze così ampie. Nell'ormai lontano 2009 e 2013, avevo fatto voto che se avessi partecipato ai Deaflyimpics game, le Olimpiadi dei sordi, (www.deaflympics.com) avrei raggiunto il santuario di Castelmonte, sopra Cividale del Friuli, di corsa. Non venni convocato, nonostante i meriti sportivi e tutto saltò. Ma non la voglia di provare ciò che per me rimane una piccola impresa da affrontare.

Andare a Livigno sarà dunque un aperitivo e un test per correre fino a Castelmonte (428 km) e per ridami un tono dal punto di vista atletico, visto che di fare gare non ne voglio parlare al momento.

 

Sarebbe bello e utile poter aver il supporto di qualche sponsor tecnico e finanziario per sostenermi in questa fase.

Inoltre chiunque volesse aggregarsi per correre assieme una o più tappe è il benvenuto.

I miei contatti sono noti, ma li ripeto per chi decidesse di considerare la sponsorizzazione o la corsa in compagnia.

Su www.ciaorunner.com inoltre potrete trovare l'evento relativo con le informazioni del caso.

 

Marco Frattini

347 5757103 WhatsApp o Messenger (causa sordità)

mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Buone corse e buone Vacanze a tutti.

 

 

Letto 587 volte Ultima modifica il Lunedì, 23 Luglio 2018 14:17

Articoli correlati (da tag)

  • Meda-Lecco, 33km e chiedersi perché. Meda-Lecco, 33km e chiedersi perché.

    La prima tappa di cinque che porteranno a Livigno è stata corsa. Erano anni che non mi cimentavo in una distanza così imoegnativa: 33 km.
    Come da pogramma ho effettuato una seduta d'allenamento di ripetute in stile Piramidale 1,2,3,4,5,4,3,2 km con 1 km di recupero tra le prove oltre ai 2 km di riscaldamento iniziali. Di certo la quantità ha avuto la meglio sulla qualità. Ritmi piuttosto scarsi quelli di oggi, ma che riflettono totalmente il mio stato di forma. Mi compiaccio tuttavia per la tenuta in corsa che non era poi così scontata. Il caldo, la mancanza d'idratuazone per tutta la distanza e la stanchezza generale, hanno fatto si che al termine della corsa accusassi un completo stato di sfiancamento e di bisogno di bere e di bere e di bere ancora. Le gambe, ora che è sera e che scrivono, tutto sommato, sembrano poter reggere la seconda tappa di domani. Cercherò di gestirmi diversamente, prevedendo un rifornimento a metà percorso e provando a correre in maniera più sciolta. le scarpe ai mè sono da prendere e buttare, completamente scariche e fliaccide. Ma devo fare economia in questo periodo. Infine la domanda essenziale: ha veramente senso tutto questo e potrà servirmi a qualcosa?
    Ai futuri post, ora si dice così, l'ardua sentenza.
    Vi lascio al link del Relive di quest'oggi, effetto che apprezzo molto e che concede qualche piccola soddisfazione momentanea. https://www.relive.cc/view/g22992842812
    A domani con la 2° tappa: Abbadia Lariana - Colico, 33,7km a velocità di crocera.
    Chiunque volesse seguire il live della corsa, può farlo iscrivendosi al gruppo su WhatsApp: L.T.T. Meda-Livigno 189km" inviando un messaggio, sempre su WhatsApp al +39 347 5757103, con scritto: "LTT 189k", provvederò ad aggiungervi per tempo.

  • Daniele Gambini Piano Concert. Volata finale. Daniele Gambini Piano Concert. Volata finale.

    Sabato 10 marzo, alle ore 16.00 anche per noi ci sarà la resa dei conti. Che succederà? Non lo sappiamo. L'augurio è che il nostro invito al concerto di Daniele Gambini venga accolto il più ampiamente possibile. Innanzi tutto perchè per noi la scommessa è esponenziale. Proponiamo un concerto che ci vede coinvolti e partecipi in prima persona. Il primo incontro con Daniele Gambini risale ormai a molti anni fa. Successe a Cantù in occasione di una delle giornate organizzate dal vulcanico e rimpianto Elio Parodi. Io ero a raccontare la mia esperienza e Daniele la sua. Legati non solo da una situazione di deficit uditivo, ma in particolare e soprattutto, anche se non ne eravamo consapevoli, dalla grande passione per la musica che ci ha oggi portato a convergere in questa avventura e collaborazione. Un incontro che col tempo è divenuto amicizia e complicità d'intenti e di aspettative. Daniele metterà in campo tutta la sua arte e passione. Noi proveremo a supportarlo e a fare in modo che la sua musica venga ascoltata e apprezzata ancora di più. Un grazie doveroso a Donato e a Music Center. Questo piccolo grande evento che stiamo meditando da quasi un anno non sarebbe possibile se non ci fosse l'appoggo e il sostegno in primis di Donato, ma anche di Rita, Davide e Simone che lavorano dietro le quinta per la buona riuscita di questa giornata.
    Vi aspettiamo dunque a Meda da Music-Center in via Valtellina 21. Concedetevi e regalatevi un momento di piacere e di buona musica con Daniele Gambini. L'ingresso è libero.

    "La forza di ogni individuo sta nella propria testa e accanto alle persone cui vuole bene"

  • Due chiacchiere con ANDREA GORNATI organizzatore RUNNNING STAGE a Livigno. Due chiacchiere con ANDREA GORNATI organizzatore RUNNNING STAGE a Livigno.

    Andrea Gornati è uno dei più giovani e apprezzati organizzatori di stage di corsa estivi e non solo. Nella splendida cornice della Valle di Livigno, zona franca in Valtellina, da diversi anni ormai grazie ai “Running Stage” offre la possibilità di trascorrere una vacanza all’insegna dello sport e del totale relax dedicata sia ai runners più esigenti sia a chi ha da poco iniziato a correre.

    Ciao Andrea, organizzare uno stage, rapportarsi con numerose persone contemporaneamente, fare in modo che tutto sia perfetto e non ci siano intoppi per i tuoi ospiti, per loro una vacanza e per te?
    Anche se si tratta di lavoro, per me è prima di tutto un grande piacere! Stare in un posto così bello e stimolante e avere a che fare ogni giorno con tanti sportivi appassionati di corsa (come lo sono io) è per me un grandissimo privilegio. Mi impegno ogni giorno a fare sempre del mio meglio, mettendo a disposizione del partecipante tutto me stesso per potergli regalare la migliore esperienza possibile. Amo trasmettere agli ospiti la mia grande passione per la corsa (e per la vita) e lo faccio sempre nel modo più naturale possibile. Metto tutto il mio tempo a loro disposizione: spesso anche un pranzo o una cena diventano un momento per approfondire alcuni aspetti della corsa. Credo che nei miei stage, senza togliere nulla agli altri bravissimi organizzatori, ci si diverta moltissimo.
    Da quanto tempo proponi i tuoi stage e come si sono evoluti nel corso degli anni?
    Iniziai nel 2011 con il mio amico Andrea Re, istruttore di Triathlon e campione del mondo di canottaggio. Ricordo che alla prima esperienza vennero a trovarci amici e amici di amici. Fu magnifico! Nel corso degli anni ne ho organizzato molti altri, non solo a Livigno ma anche in Trentino, Varazze, Salice Terme e in tante altre località, come quella volta in Sud Africa con la collaborazione della mia grande amica Valeria Straneo. Ogni anno ci sono novità e cose nuove, da fare e da dire. Il mondo del running corre veloce ed è in costante crescita ed evoluzione. Chi non si aggiorna, perché crede di sapere già tutto, è in realtà l’analfabeta del terzo millennio
    Da dove provengono i tuoi ospiti?
    Da tutta Italia e in alcuni eventi persino dal Regno Unito.
    La Lombardia è senz’altro la regione che porta più partecipanti, ma anche Veneto e Piemonte non sono tanto da meno. Ogni anno do un premio a chi arriva da più lontano…
    Perché venire proprio a Livigno a correre e a trascorrere le vacanze?
    Perché Livigno è il Paradiso per chi ama lo sport all’aria aperta. Abbiamo scelto Livigno in quanto questo luogo è meta dei raduni estivi in quota delle squadre nazionali di maratona, marcia, ciclismo e canottaggio per via delle sue caratteristiche geografiche, climatiche e per i meravigliosi percorsi sui quali allenarsi. Capita spesso, mentre ti alleni sulla fantastica ciclabile di Livigno, di incrociare campioni del mondo e medaglie olimpiche di ogni nazionalità. Esiste un posto migliore per correre?
    Se tu potessi scegliere che cosa cambieresti di Livigno e che cosa assolutamente non muteresti mai?
    Non cambierei assolutamente nulla, Livigno va bene così. Certo la strada per arrivare alla piccola Tibet non è delle più scorrevoli, ma forse è giusto così!
    Manca solo la pista di atletica (che dovrebbe venir pronta a breve). Ma sono dettagli, come detto Livigno va benissimo così come è.
    Grazie Andrea, buon corse e a questo punto buone vacanze

    Scopri tutte le novità e le informazioni dei “Running Stage” su www.running4you.org
    Foto Andrea Gornati

  • Pizzeria La Tavernetta: a Meda la tradizione è di casa Pizzeria La Tavernetta: a Meda la tradizione è di casa

    Era nell'aria e alla fine è arrivato.

    Alla pizzeria LA TAVERNETTA di Meda il terzo riconoscimento Fast Gourmet GOLD SELECTION.

    Una scelta doverosa, ma per nulla scontata quella attribuita alla Pizzeria La Tavernetta, locale storico brianzolo che negli anni ha saputo rinnovarsi, mantenendo fede alla propria tradizione, fino a diventare punto di riferimento non solo per Meda, ma per tutta la Brianza.

    Alla tavernetta si va per gustare un'ottima pizza o un piatto tradizionale brianzolo, per una serata tra amici o un pranzo di lavoro informale e gustoso, in un contesto famigliare che ti fa sentire a tuo agio d'inverno, come d'estate, nelle sale interne o nel giardino estivo accogliente e rilassante.

    Noi che alla Tavernetta siamo cresciuti e ci andiamo da tutta una vita, siamo lieti di poter gratificare e conferire il giusto merito a questa realtà con il nostro premio giocandocelo a casa nostra... e non è un modo di dire.

    Vi invitiamo a Meda, centro internazionale del mobile e del design, per riscoprire oltre alla storia legata alla lavorazione del legno, anche i nostri angoli tradizionali per un lieto convivio.


    Pizzeria La Tavernetta

    via Trento 8

    tel: 0362 72478
    Meda (Mb)

  • Gli auguri di Natale della Pallacanestro S.G.M Victory Gli auguri di Natale della Pallacanestro S.G.M Victory

    Serata di festeggiamenti e auguri con tutto il team  Pallacanestro S.G.M. Victory .
    IOVEDODICORSA è lieto di essere sponsor tecnico e di sostenere questo gruppo affiatato di ragazzi e amici.
    Abbiamo voluto omaggiare tutta la squadra e il suo Staff con il nuovo Cosmo Cover Arms, lo scalda braccio performante che contraddistinguerà ancora di più il nostro plotone di guerrieri del basket.
    Dopo la pausa delle feste Natalizie il 20 gennaio si tornerà a giocare la prima paratita della giornata di ritorno, direttamente sul campo di casa. 
    Buon Natale e felice anno nuovo Pallacanestro S.G.M Victory, nuove sfide da vincere ci attendono al varco.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.